Romantic Strasse: castelli da fiaba e mangiate

Fino a due anni fa la Germania non era assolutamente una nazione che mi suscitava interesse. Ma poi con uno scoppiettante capodanno passato a Berlino ho radicalmente cambiato idea. Consigliata a percorrere la Romantic Strasse, in pochi giorni convinco Lori, ...

  • di T&L
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Fino a due anni fa la Germania non era assolutamente una nazione che mi suscitava interesse. Ma poi con uno scoppiettante capodanno passato a Berlino ho radicalmente cambiato idea. Consigliata a percorrere la Romantic Strasse, in pochi giorni convinco Lori, mi informo e organizzo il viaggio.

10 agosto (San Lorenzo, auguri Lori!!!) Volo Lufthansa da Ancona (6:45) per Monaco di Baviera (8:25), costo 221 euro. Nonostante l'economia ci suggerirebbe di partire con la nostra macchina, preferiamo andare fino a Monaco con l'aereo per iniziare la nostra vacanza belli riposati e pronti a macinare più kilometri possibili. Scelta che si è rivelata più che giusta. All'aeroporto ritiriamo la macchina prenotata online (242 euro per 4 giorni, 60 euro circa per coprire 850 km!!!) e ci dirigiamo verso Landsberg am Lech percorrendo la A96 in direzione Lindau. Il vero inizio della Romantic Strasse è Wurzburg, anche se per comodità geografica la maggior parte degli italiani la cominciano da Fussen... Noi chiaramente la iniziamo nella sua parte centrale!!!! Parcheggio sotterraneo a pagamento poi giro per la piacevole cittadina seguendo il percorso suggerito dalla cartina presa dal fornitissimo Information Point. Pranzo da Cap Sounio serviti da un simpatico greco baffutissimo: per 16.50 euro totali gustiamo due piatti completi di carne e verdura, acqua e birra. Ci rimettiamo in moto e dopo 20 km in direzione sud ci fermiamo a Schongau, piccolo e caratteristico paeseino dove i suoi abitanti vestono abiti medievali e sono impegnati in mestieri che non esistono più. C'è addirittura una ragazza che cerca di insegnare ai turisti come scoccare una freccia da un vero arco. Ancora verso sud, la seguente tappa è Schwangau per visitare i due famosi castelli: puoi vedere tutte le foto che vuoi ma l'impressione che danno ad ammirarli dal vivo è forte, sembra veramente di trovarsi in mezzo ad una fiaba. Purtroppo il Bianco (Schloss Neuschwanstein) ha il pieno di prenotazioni (per entrare dovevamo aspettare diverse ore), quindi ripieghiamo al Giallo (Schloss Hohenschwangau, 9 euro l'entrata con audioguida). Ah i biglietti per entrambi i castelli si comprano al Ticket Point che sta più meno al bivio prima di iniziare la “scalata” verso una o l'altra dimora reale. Molti suggeriscono di prenotare on-line con una maggiorazione di 1,80, ma secondo noi potete provare anche a comprarli lì o presentandovi al Ticket Point alle 8 oppure dopo le 16 (altrimenti rischiate file kilometriche). Il giro al castello c'ha deluso a causa dell'organizzazione della visita che rischia di rendere sterile la bellezza dell'interno. Riprendiamo e puntiamo ancora a sud verso il punto più basso della Romantic Strasse: Fussen. Cittadina davvero splendida dove la pioggia ci ha bloccato. Noi risolviamo mangiando (e di seguito pernottando per 58 euro con colazione ma senza bagno in camera) al Gasthof Krone. Ristorante unico con ambientazione medioevale sia nell'abbigliamento dei camerieri sia nel menù proposto (abbiamo provato a sbranare due stinchi ma erano davvero troppi).

11 agosto Dopo una colazione da campioni, torniamo al parcheggio dei castelli per una visita solo esterna al castello Bianco e al ponte vicino: da togliere il fiato! Macchina fino ad Ausburg: la città non ci colpisce in modo particolare. Gironzoliamo un po' dappertutto ma da menzionare sono solo la piazza del Rathaus e la Fuggerei (dove ci hanno fatto pagare 4 euro a testa invece che 2!!!! bo!). Tappa ad Harbour, paese veramente piccolo ma con un castello solido e ben tenuto. All'entrata conosciamo altre due coppie italiane e, visto che per poter visitare il castello si deve essere almeno in sei, ci coalizziamo per pretendere la guida (unico modo per poterlo visitare). La nostra guida è davvero piacevole e nel suo spiritoso inglese ci mostra ogni angolo possibile. Iniziamo a cercare un posto per dormire ma Harbour è fully booked così ci spostiamo nella vicina Nordlinger. A 200 metri da una delle sue porte veniamo ospitati dalla Pension Goldener Schlussel (cena abbondante 24 euro, pernotto con bagno in camera + colazione abbondantissima 48 euro). Passeggiata notturna all'interno delle mura: veniamo stregati dal fascino di questa cittadina

  • 48877 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social