OktoberPodeFest

INTRO Siamo partiti in 17 con un viaggio organizzato da un agenzia della nostra provincia (Holly Travel)….noi eravamo tutti ragazzi tra i 23 e i 30 anni (fatta eccezione per due rispettabilissimi fuori quota del nostro gruppo) e tutti legati ...

  • di Alessandro PC
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

INTRO Siamo partiti in 17 con un viaggio organizzato da un agenzia della nostra provincia (Holly Travel)...Noi eravamo tutti ragazzi tra i 23 e i 30 anni (fatta eccezione per due rispettabilissimi fuori quota del nostro gruppo) e tutti legati da due denominatori comune :il Podenzano , la squadra di calcio del nostro paese e la voglia smodata di birra... VIAGGIO E SISTEMAZIONE Partenza in pulman da Piacenza poco prima di mezzanotte del 3 e arrivo il 4 mattina piu o meno alle 8.30 : tre soste ((autogrill di Desenzano , inutile-piccola-nevosa piazzola di sosta al confine (a ghera un fred da la madona)) , area di servizio austriaca dove la specialità erano i panini semicongelati).

Arrivati in territorio bavarese ci siamo diretti subito a Ismaning , centro abitato a circa venti minuti di metropolitana da Monaco.

Albergo 4 stelle , pulito , buone camere con un rispettabile buffet di prima colazione.

Ismaning è raggiunta dalla metro (pulita , veloce e volendo si puo’ anche non pagare considerata la mancanza di tornelli all’ingresso delle stazioni) E’ molto tranquillo , pulito , ideale per un soggiorno OktoberFest.

OKTOBER FEST & MONACO CITTA’ Una volta buttati giù i bagagli , via subito sulla festa ; nota particolare...Il cambio del pulman con conseguente cambio dell’autista ed ecco una grossa sorpresa...Troviamo il centauro/pilota piu scatenato della nostra provincia...Skida...Incredibile...Con un misto di paura per la sua “guida leggendaria” partiamo in direzione di Teresenweise , dove si trova l’ambaradan della festa.

L’Oktober è un’insieme di bancarelle , stand giganti e giostre.

Le giostre ci sono e sono tante...Alla fine è come essere al luna park ; ci sono un disastro di chioschi che vendono gadgets , gelati , dolci e poi le classiche baracche con birra+panini wurstel + quelli che vendono pesce fritto e allo spiedo.

Il vero spirito Oktober si respira negli stand delle birrerie...Che piu che stand sono veri e propri capannoni...Paulaner , Spaten , Augustiner , HB e tanti altri... Appena arrivati ci siamo diretti a quello della Paulaner , che era tra i piu vicini all’entrata e soprattutto quello con il tempo di attesa all’esterno piu accettabile.

Dopo circa dieci minuti siamo entrati e ti ritrovi buttato in questo bordello di panche , boccali e musica...L’orchestra ha un palco al centro e tutto intorno tavoli , tavoli , tavoli.

Noi abbiamo girato un po’ ma tutti i tavoli erano prenotati ; a un certo punto in alcuni piccoli chioschetti laterali abbiamo trovato due tavoli liberi fino alle 16 e ci siamo buttati al volo li’...E quindi abbiamo sfatato subito il tabu’ del “tavolo prenotato per forza altrimenti non si beve”.

Erano le dieci...Abbiamo resistito fino alle tre.

In mezzo fiumi e fiumi di paulaner ottima (che non ordini ma che ti portano a getto continuo appena hai vuotato il boccale che hai in mano) , wurstel , stinchi e pollo...Foto , canti , baldoria , prosit con tutti quelli che erano intorno a noi nello stand...Fiorentini , ragazzi di teramo e belluno , tedeschi , austriaci , francesci , orientali e messicani. Saremmo stati un centinaio in pochi metri quadri ma tutti esaltati , felici e pronti a festeggiare indipendentemente dalla nazionalita...Fatta eccezione per qualche francese che non ha digerito molto bene che io , un po’ in barca , mi sia lasciato andare a dichiarazioni abbastanza offensive sul loro paese x colpa dell’ormai radicata rivalita calcistica (con riferimenti espliciti al signor Domenech).

Alle tre , forse per via che su 17 in quindici eravamo in 10 in piedi sulle panche a cantare l’inno di Mameli - lo Spazzacamino - Viva Mexico e chi piu’ ne ha piu’ ne metta , non ci portavano piu’ da bere...Quindi siamo usciti dallo stand Paulaner in direzione di quello HB...Li’ c’era molta fila all’ingresso ma...Saranno stati i tanti litri in poche ore e la stanchezza del viaggio in pulman della notte...Eravamo bolliti e abbiamo optato per il ritorno in albergo

  • 386 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social