Berlino e amburgo

Berlino e amburgo 1 giorno Weekend di fine settembre ; dopo un volo diretto di sole 2 hh da Olbia arriviamo al tristissimo aeroporto di schonfeld ( 20 minuti ) , uno scatolone pieno di gradini inutili.il tempo è splendido ...

  • di paola marras
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Berlino e amburgo 1 giorno Weekend di fine settembre ; dopo un volo diretto di sole 2 hh da Olbia arriviamo al tristissimo aeroporto di schonfeld ( 20 minuti ) , uno scatolone pieno di gradini inutili.Il tempo è splendido e ,dopo una breve sosta al centralissimo melia berlin di friedrichstrasse per lasciare le valigie ,pranziamo sulle rive della sprea di fronte al berlin dom ; assaggio subito i famosi currywurst , di cui parlano tutti i turisti per caso, che però mi deludono . L'isola dei musei è vicinissima e ne approfittiamo per andare subito all'altes museum dove ammiriamo degli splendidi gioielli greci assolutamente molto attuali ; all'altes si trova anche lo spettacolare museo egizio ; abbiamo la museum card che consente l'ingresso ai tantissimi musei cittadini per soli 15 euro per 3 gg ; i musei di berlino sono favolosi e dotano di audioguide in italiano comprese nel prezzo; però aprono tardi (10 e 11 la domenica ) e chiudono presto ( 18 senza proroghe) ; ingresso al Berliner Dom ( a fianco dell'altes museum) per € 5,00 , non possiamo entrare nel duomo perchè c'è un concerto però abbiamo una visione dell'interno attraverso le gallerie superiori, saliamo sulla cupola da cui godiamo di una bellissima vista sulla città. Passeggiata notturna a gendarmenmark, stupenda piazza con le due (ex) chiese barocche identiche e contrapposte e la sede dell'orchestra filarmonica di berlino.

2° giorno Al pergamon museum ( ubicato anch'esso nell'Isola dei musei ) c'è la mostra temporanea sugli assiro - babilonesi e l'ingresso è anticipato alle 9 e la chiusura è posticipata alle 22 ; ne approfittiamo e alle 9.15 insieme a pochi giapponesi entriamo nella fantastica prima sala del museo dove è stato ricostruito l'imponente altare di pergamo con pezzi originali risalenti al 170 a.C. , con l'ausilio dell''audioguida il monumento non ha più segreti per noi così come la porta del mercato di mileto, le colonne dei templi di atena e diana posizionati nelle sale adiacenti;ugualmente interessanti ma meno spettacolari le altre sale con opere greche ,anche di arte funeraria, e arte romana. Ritornando alla porta di mileto si raggiunge lo strabiliante museo dell'antico vicino oriente , dove è stata allestita la meravigliosa mostra temporanea sugli assiro babilonesi ,assolutamente integrata con la mostra permanente che si apre con la ricostruzione della porta di Ishtar,edificata nel VI secolo a.C. Sotto Nabucodonosor . Stupefacenti inoltre le tavole con le incisioni cuneiformi riportanti le leggi dell’epoca .

Pranzo nel rione di nicolaiviertel ( dietro Alexander Platz) ,intorno al corso della sprea , da mutter hoppe , l'ambiente è molto carino con arredi risalenti, stufe di maiolica ecc ma la qualità scadente ed il servizio sgarbato. Stasera cambiamo albergo e ci trasferiamo a potsdamer platz ,a circa 2 km di distanza . Ll colpo d'occhio è fantastico ma la zona di berlino appena abbandonata è sicuramente + centrale ( la nuova stazione hauptbanhof è vicinissima ) .

Raggiungere il nuovo albergo è molto complicato perchè i taxi sono fermi a causa delle chiusura delle strade per l'allestimento della maratona che si terrà domenica e per altre gare di pattinaggio che si svolgono in friedrichstrasse ,nelle strade c'è un clima di euforia e cammin cammina, cercando un varco tra le transenne , oltrepassiamo pariser platz con la porta di brandeburgo ( emozionante) e raggiungiamo la zona dei palazzi del governo con il reichstag ed i nuovi edifici che ospitano gli uffici parlamentari che si specchiano nella sprea; la fila davanti al reichstag finisce ai piedi della scalinata , ci sembra impegnativo e lasciamo perdere : grande errore in mezz'ora saremo entrati a vedere la magnifica cupola di Sir Foster , ce ne accorgeremo 2 giorni dopo quando faremo la fila per 100 metri oltre la scalinata corrispondente ad 1 h e 40 minuti di attesa . Arriviamo a Potsdamer Plaz vediamo le porzioni di muro ed i vari famosissimi palazzi che costituiscono la celebre piazza. Cena terribile da margaux a unter den linden. 3° giorno Breve passeggiata ad est : topografia del terrore ( ma è scritto tutto in tedesco) ed un bel pezzo di muro ; alle 11 raggiungiamo la gemalde galerie che è veramente stupenda , abbiamo le audioguide in italiano e ci godiamo ottimamente la visita ( da raffaello a carracci, caravaggio , rubens , cranach , durer ,breugel ,rembrandt ma anche pittura spagnola ( velasquez) e inglese, a fianco alla gemalde si trova il museo di arti decorative, molto interessante e meno impegnativo ;,pranzo di fronte alla chiesa kaiser wilhelm gedachniskirche ,la chiesa in rovina alla quale provocatoriamente è stata costruita di lato una torre moderna con finestra blu ribattezzata il rossetto, anche di giorno l'insieme è piuttosto suggestivo; di fronte c'è il centro commerciale europa center che trovo piuttosto desolante . Facciamo una passeggiata sulla kurfustendamm (ku'damm) ed un salto a savigny platz ma non ci lasciano affatto impressionati; dalla stazione di savigny platz prendiamo la Sbahn ( metro di superficie ) per fare un giretto fino ad alexander platz; c'è una fila terribile ai piedi dell'antenna della tv e quindi ci rinunciamo per farci una passeggiata ( più di 2 km ma il tragitto è piacevolissimo ) sino a potsdamer platz; splendida pausa durante il percorso nella cioccolateria Fassbender & Rausch ( mohrenstrasse vicino a gendarmenmarkt) che è una vera meraviglia :oltre alle riproduzioni in cioccolato dei più importanti monumenti di berlino ci sono tantissime confezioni di cioccolatini ed almeno 500 tipi di praline sfuse ed una gentile commessa italiana ( finalmente qualcuno che ti capisce) ; cena alla brasserie desgrosses del ritz carlton , i cui arredi originali appartenevano ad una brasserie di macon in borgogna , la cucina è a vista , l'ambiente è affascinante ed i prezzi sono proporzionati ( eccetto l'acqua : una bottiglia di evian da 1 litro a 13 € è veramente una esagerazione )

  • 3062 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social