Berlino: lo stesso cielo sopra cantieri e artisti

Sabato mattina, il 9/8, finalmente si parte per le tanto bramate vacanze!! La meta è speciale: Berlino, la città del muro, delle 2 identità che nonostante la riunificazione restano ben visibili. Partiamo da Roma con un volo Alitalia (dopo tante ...

  • di Simosmile
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Sabato mattina, il 9/8, finalmente si parte per le tanto bramate vacanze!! La meta è speciale: Berlino, la città del muro, delle 2 identità che nonostante la riunificazione restano ben visibili. Partiamo da Roma con un volo Alitalia (dopo tante peripezie, overbooking compreso) arriviamo nella capitale tedesca in serata; l'offerta che siamo riusciti a trovare un paio di mesi prima è veramente un affare: volo+hotel 4 stelle (7 notti) solo € 300 a persona! L'albergo non ci delude e, nonostante in aeroporto abbiano dimenticato di imbarcarci la valigia, siamo sereni e ci concediamo un meritato riposo.

L'indomani mattina (domenica 10 agosto) ci viene riconsegnata la valigia, siamo ora pronti per cominciare l'avventura nella città che ospitò Lessing durante la stesura della Minna von Barnhelm. Il tempo non è dei migliori, fa freddo e piove, ma non ci lasciamo intimorire e dotati di k way ci rechiamo in Alexander Platz ( a 2 fermate di tram dal nostro hotel!! siamo proprio nel cuore pulsante della ex-Berlino est). Qui si trova l'Orologio del Tempo che scorre, non possiamo non immortalare il momento!! Visto il tempaccio, ci dedichiamo ai negozi di souvenir che possono ospitarci per qualche minuto. Impadivi quali siamo, facciamo una lunga passeggiata passando per il Rot Rathaus [municipio rosso], fino a giungere nella Museum Insel (isola dei musei): si susseguono il Duomo, il Pergamon Museum [museo di Pergamo dove si trova la porta di Ishtar e l'altare di Pergamo], l'Altes Museum [museo antico, la cui struttura è ispirata al Pantheon e che ospita nel museo egizio la regina Nefertiti], la Mariekirche fino a giungere alla famosa Unter den Lieden, il "corso principale" di Berlino che conduce alla Porta di Brandeburgo (dal vivo è davvero meno impressionante che in tv o nei film), testimone di molti momenti cruciali della storia tedesca. Dopo le scontate fotografie, attraversiamo la porta e ci avviamo verso il monumento all'olocausto che commemora le vittime ebree d'Europa. E’ composto da una griglia di 2711 blocchi di cemento rettangolari di varie altezza, posizionati su un terreno ondulato come una specie di gigantesco cimitero. Proseguiamo la nostra passeggiata fino ad arrivare a Postdamer Platz, vetrina del rinnovamento urbano iniziato alla fine degli anni '90. Pensare che fino a poco tempo fa questo posto era completamente ricoperto di sabbia ed erbacce, testimonianze della distruzione della Seconda guerra mondiale e della costruzione del muro. La piazza ospita strumenti d’avanguardia come l’ascensore più veloce d’Europa o il particolare tetto a tenda del Sony Center, opera di Helmut Jahn. Proseguiamo la nostra passeggiata seguendo il tracciato del Mauer [muro] e arriviamo finalmente, passando per la Topografia del Terrore, a Check point Charlie, il vecchio passaggio di frontiera tra il settore americano e quello russo che poteva essere attraversato solo dalle forze alleate e dal corpo diplomatico; a tutt’oggi è ancora visibile il cartello originale della frontiera scritto in diverse lingue. Anche qui, le consuete foto, dopo di che ci appropinquiamo a tornare in hotel sperando di trovare qualche “kebabbaro” o “currywurstaro” sulla nostra via (cosa che naturalmente accade).

L’11/8 mattina, belli carichi, partiamo alla volta del Reichstag, sede del Paralamento Federale, per visitare la bellissima cupola panoramica che sovrasta la città, un imbuto a specchi al suo interno che assicura una vista mozzafiato. L'ingresso è assolutamente gratuito e aperto fino a mezzanotte

  • 519 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social