Foresta Nera, il BIS

Maggio 2008 – secondo viaggio in Foresta Nera. Dopo la bella esperienza dell’anno scorso decidiamo di fare il bis! La squadra è la stessa:, Sonia, Simone, il mio ragazzo Emanuele ed io. Prenotiamo sempre nella stessa Gasthaus, l’anno scorso ci ...

  • di supercarol
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Maggio 2008 – secondo viaggio in Foresta Nera. Dopo la bella esperienza dell’anno scorso decidiamo di fare il bis! La squadra è la stessa:, Sonia, Simone, il mio ragazzo Emanuele ed io.

Prenotiamo sempre nella stessa Gasthaus, l’anno scorso ci eravamo trovati molto bene e poi Edmund è un personaggio indimenticabile! La Foresta Nera è grande quindi di cose da fare e da vedere ce ne sono sempre.

Si parte la mattina del 1° maggio, h.6.30 circa da Legnano (Mi), viaggio perfetto senza traffico, niente coda neppure al Gottardo e già alle 11.20 parcheggiamo l’auto a Titisee! Edmund ci riconosce subito e ci viene incontro, ci saluta con una pacca sulla spalla e un gran sorriso! Entriamo e notiamo la foto che abbiamo fatto insieme a lui l’anno scorso che fa bella mostra di sé nel locale, bellissima questa cosa, ci sentiamo proprio di famiglia! Inoltre, per una sorta di gemellaggio Italia-Germania, abbiamo portato una teglia di lasagne fatte in casa, una grappa di moscato e un pezzo di gorgonzola dolce; tutta la famiglia resta sorpresa e contenta...Il giorno dopo ci faranno i complimenti perché è tutto piaciuto!! Dopo aver preso possesso delle nostre stanze, tutte pulite e ordinate, usciamo per il pranzo senza dimenticarci di prenotare prima il famoso pollo con patatine di Edmund per la cena.

Pranziamo alla Jostalstuble, un ristorante molto bello non lontano da Titisee, lo si trova percorrendo la Neustadtstrasse da Titisee verso Neustadt e svoltando, appena si vedono le prime case di Neustadt, a sinistra sulla Jostalstrasse, al numero 60.

Se procedendo notate che siete in mezzo alla campagna, non spaventatevi, la strada è giusta! (portata principale più dolce per 4 persone, 6 birre, tot. 88€) Torniamo al paesello e, cosa che non avevamo fatto l’anno scorso per mancanza di opportunità, gironzoliamo tra i negozi ricchi di orologi a cucù, souvenir e specialità culinarie della Foresta Nera; nonostante il cielo plumbeo e un venticello freddino, ci concediamo un giro in barca sul lago. Il lago di Titisee ha una profondità di circa 40m, di formazione glaciale; per evitare inquinamento le barche che vi navigano sono a pedali o elettriche ed è divertente affittarne una per fare un giretto lungo le sue sponde o per spaparanzarsi al sole, il costo è di 8€ mezz’ora e di 15€ un’ora per quella elettrica, le barche a pedali costano leggermente meno.

Purtroppo la giornata non troppo calda non ci permette di goderci appieno la nostra ora così torniamo a riva.

Riprendiamo la macchina per andare a visitare un mulino a 30 minuti da Titisee, si chiama Hexenlochmuhle, risale al 1800, è gestito dalla stessa famiglia da 4 generazioni ed è ancora funzionante, all’interno si possono ammirare i meccanismi per il suo funzionamento; inoltre è situato in una piccola e suggestiva valle. Dopo averlo visitato e curiosato tra gli oggetti in vendita nel negozietto al suo interno (vi si trovano bellissimi carillon fatti a mano e tanto altro), ci fermiamo al bar annesso per una tazza di tè e una fetta di torta.

Torniamo alla Gasthaus esausti e prima della cena ci concediamo un pisolino.

Il pollo di Edmund è proprio buono come lo ricordavamo, e anche la patatine fritte! Passiamo la serata lì, tra una risata e l’altra, una birra e l’altra e poi tutti a nanna! 2 maggio – h.8.00 sveglia e colazione.

Il programma di oggi prevede la visita a due castelli. In realtà non sono proprio posizionati in Foresta Nera ma avevamo voglia di andare a vederli così abbiamo un attimo allungato le distanze

  • 6042 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Luciano Colombatto
    , 2/8/2010 22:14
    Abbiamo letto le vostre info su Edmund e sulla sua GastHaus e... devo dire che confermiamo al 100% il vostro parere: simpatia, disponibilità, accoglienza, pulizia e.... vi ringrazia per la pubblicità che gli state facendo. Sua figlia sta studiando l'italiano perchè dopo questa vostra pubblicazione gli italiani sono sempre più presenti... Grazie della dritta!!!
    Ma mi permetto anch'io un piccolo suggerimento: dopo aver visitato Triberg siamo andati verso il parco "Casa museo di Gutah".
    Ci siamo fermati a dormire due notti presso la "Pension Gotz". visibilissima dalla strada, circa 1 km prima delle "case museo" con un bel cartello Zimmer Frei sempre appeso, proprio di fianco di una specie di ottovolante, molto vicino a terra, ma divertentissimo.
    Gestisce la pensione la proprietaria Carola, una simpaticissima tedesca del sud che incarna molto bene il personaggio della "tedesca" di Aldo Giovanni e Giacomo (i corti - notte in montagna).
    Camere pulitissime e spaziose, molto nuove, accogliente e disponibilissima... solo che niente italiano e quasi nulla inglese, ma con la buona volontà ci si capisce bene! Ottima la cena a base di salumi tipici della foresta nera, birra ketterer e kirshwasser... passateci.....
  2. chiara7171
    , 14/7/2010 10:32
    ciao ho letto con interesse il vostro racconto di viaggio stò pianificando una vacanza in questi posti e ho trovato suggerimenti molto utili

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social