Doppia festa a berlino

Quest’anno la Pasqua cade esattamente nel giorno del mio compleanno e non potevo lasciarmi sfuggire la possibilità di organizzare un bel viaggetto.. La scelta è stata un po’ casuale..ci siamo detti: “quali capitale facilmente raggiungibile dalla nostra città non abbiamo ...

  • di maya83
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest’anno la Pasqua cade esattamente nel giorno del mio compleanno e non potevo lasciarmi sfuggire la possibilità di organizzare un bel viaggetto..

La scelta è stata un po’ casuale..Ci siamo detti: “quali capitale facilmente raggiungibile dalla nostra città non abbiamo ancora visitato?”.. E la risposta è stata Berlino! È una città molto particolare, non ti lascia senza parole come una Praga, ma ti colpisce..Per i contrasti tra gli edifici..Per gli orrori della guerra presenti ovunque..Per il suo essere working progress..

È sicuramente un posto da visitare..Per gli amanti di storia contemporanea, per gli amanti dei viaggi in generale, anche per chi all’inizio è un pò restio ad andarci..Vi colpirà sicuramente.

Ha rappresentato in pieno la mia idea della Germania: austera, ordinata, sicura! e devo dire che è stato l’unico posto in cui mi sia sentita libera di camminare tranquillamente per strada a qualsiasi ora.

Ovviamente, per il mio piacere personale, il viaggio è tutto organizzato da noi, attingendo qua e là in internet. Il volo, rigorosamente low cost, con Easy Jet, prenotato poco più di due mesi prima, a 120 euro a persona; l’hotel in super offerta “prenota prima” preso su booking.Com (consiglio: se vi interessa un hotel cercate su qualche motore di ricerca che vi indicherà tutti i siti su cui è in vendita e spesso troverete differenze di prezzo anche notevoli) appartiene alla catena Derag Hotel and Living e si chiama “Hotel Henriette”; questa catena ha due hotel nella stessa strada entrambi ottimi, uno in stile più moderno, l’altro, il nostro, più in stile classico; si trovano alla fermata “Markisches Museum”, a 10 minuti a piedi dall’isola dei musei e da Alexander Platz, 20 min da Potsdamer Platz e comunque con la metro accanto si può arrivare in ogni punto della città, anche se i prezzi dei mezzi pubblici sono un pò proibitivi (2.10 euro per il singolo biglietto, 6.20 per il giornaliero..Ho letto che i controllori girano anche se noi non li abbiamo mai visti).

Organizzare gli itinerari non è stato facile perché è Pasqua anche lì e quindi i negozi (ovviamente sono esclusi quelli dei souvenir che non fanno mai soste) sono chiusi..Non che sia andata lì per lo shopping, tanto ormai ovunque ci sono sempre le stesse cose, ma la maestosità delle strutture non lascia indifferenti..KaDeWe, Quartier 205, 206, 207..E poi anche per i musei abbiamo avuto qualche problema perché sono quasi tutti chiusi il lunedì, per info potete visionare il sito www.Smb.Museum che rappresenta la maggior parte di musei berlinesi, che sono tra l’altro in numero spropositato..E poi ci sono le mostre temporanee, le gallerie con opere di artisti emergenti..Diciamo che non ci si può proprio annoiare! Per i musei noi abbiamo fatto la “Schaulust”, la museum card che al costo di 19 euro (9,50 per gli studenti e si accontentano di vedere, com’è capitato a noi, le semplici carte studenti prive anche di foto..Quindi anche se la laurea è passata ma l’aspetto è ancora quello di uno studente approfittatene!) ti permette di accedere in più di 70 musei.

Un consiglio devo proprio darlo: non cadete nella tentazione di prendere il classico bus turistico..C’è infatti la possibilità di salire sul comodo bus di linea 100, che fa grosso modo lo stesso giro dell’altro ma a costi molto diversi (si usa il semplice biglietto dell’autobus); parte da Alexanderplatz, percorre Unter den Linden e il Tiergarten, fino ad arrivare allo zoo; ne esistono anche di tipi a due piani e se lo prendete al capolinea (Alex.Pl.) e sarete fortunati potrete occupare anche i primissimi posti. Non indicherò itinerari tipo perché, come già detto, per incastrare le varie chiusure ci siamo spostati da un posto all’altro della città senza alcun criterio, se non quello di rincorrere le cose

  • 348 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social