Berlino vista da Fugger strasse

Siamo partiti in dieci da Ciampino con volo Easy Jet delle 9,45.Ho visto le Alpi con i ghiacciai ma quello che mi ha subito sorpreso nella discesa verso Berlino sono stati i paesaggi ricchi di boschi e laghi e tante ...

  • di supergiaf
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
 

Siamo partiti in dieci da Ciampino con volo Easy Jet delle 9,45.Ho visto le Alpi con i ghiacciai ma quello che mi ha subito sorpreso nella discesa verso Berlino sono stati i paesaggi ricchi di boschi e laghi e tante villette nei boschi.

Arrivati all'aeroporto di Schonefeld osservate sulla sinistra all'uscita il cammino coperto che conduce alla stazione ferroviaria.Come è d'abitudine c'è sempre all'arrivo in una città sconosciuta una certa apprensione.Come si arriva a Berlino?Quanto costa?Una signora di origine siciliana ci toglie dal dubbio aiutandoci a fare i biglietti in una macchinetta.Poi vedremo come il migliore biglietto è quello cumulativo di gruppo che per un minimo di 5 persone costa 15,40 euro e consente di prendere tutti i mezzi pubblici della zona A B e dura 12 ore.Se noi consideriamo un carciofo la parte al centro di Berlino è la zona A, quindi la periferia è la zona B e la parte diciamo poco fuori Berlino per esempio se andate a vedere la reggia di Potsdam è la zona C.Giungiamo alla stazione zooloschicer garten cioè il famoso giardino zoologico di Berlino e da qui prendiamo la U2 in direzione Pankow.Saremmo potuti già atterrare alla prima fermata ma la truppa è arrivata alla seconda fermata Nollendorfplatz.Vediamo che dato lo stress di arrivo in terra crucca non è stato un bell'impatto arrivare qui.Cartina alla mano all'angolo con Fugger strasse cioè Martin Luther strasse c'è una sequenza di locali a luci rosse.All'angolo un negozio di kebab e alle spalle dell'entrata a Fugger strasse un ristorante italiano "Sorrisi e canzoni".Ah la mitica e magica Fugger strasse !Arriviamo subito all'Hotel Artim che non ricordo nemmeno perchè fu scelto tanti mesi prima.E' un Hotel a 4 stelle ma non merita che un 3 stelle.La Hall è inesistente.Accomodatici nelle nostre quattro camere vado a curiosare alla Tv e sulla tastiera alla voce Pay tv penso che si tratti delle solite TV a pagamento degli alberghi italiondi cioè con pagamento dopo inseririmento del numero di camera.Invece questi sono già in chiaro e trasmettono pure la mattina in chiaro film porno!Ma quello che mi fa pensare che la compagnia mi appenderà a un albero della strada è la scoperta che Fugger strasse è un rinomato punto di riferimento della numerosa comunità gay di Berlino.Ci sono due ristoranti indiani e uno della basilicata che si chiama "A muntagnola" www.Amuntagnola.De, poi un negozio di abbigliamento in pelle nera per gay della catena ROB, un cinema gay, un pub, un locale di video per gay, nella strada parallela una libreria gay ecc. La sera di venerdi 31 e sabato 1 settembre la strada venne chiusa per una festa gay, una specie di sagra con birra a fiumi e musica a tutto volume.Sono tutti maschi giovani e molti di loro sono ospiti dell'Hotel Artim.Quando siamo tornati la sera in albergo la maggior parte di noi ha fatto un lungo giro mentre io, mia moglie e Giacomo siamo passati dentro la festa dove c'erano gay che si baciavano, altri a sedere nudo di fuori e anche qualcosa d'altro.Sembrano innocui nonostanti le teste rasate, i cappelli da poliziotto e l'abbigliamento nero incutano una certa apprensione in chi non è aduso a simili ambienti.

Procedendo avanti si incrocia Annsbacher strasse dove c'è il Bistrot Caffe Sport Italia un angolo dell'Italia calcistica dentro Berlino , tappa di obbligo ogni mattina per il caffè espresso e il cappuccino.E' un locale pieno di ritagli di giornale della nazionale e bandiere delle varie squadre di calcio, la tv al mattino è sempre accesa su video Italia ed è frequentata solo da italiani.Fra i gestori un catanese e un torinese.Il locale è aperto giorno e notte perchè la notte si gioca anche a poker (ma è legale?).Qui la sera di venerdi 31 agosto i maschi della truppa mi hanno appoggiato a vedere la finale della supercoppa europea Milan Siviglia.Sembrava di stare al bar sport del paese.Una bella bolgia con ragazzi giovani dalle incomprensibili imprecazioni del sud.Nel frattempo le donne erano nella vicina e strategica Wittenbergplatz al ristorante Faustus dove hanno notato un bellissimo ragazzo di Vibo Valencia che lavora come cameriera.Notate a sinsitra il famoso KeDeWe un centro commerciale molto bello e lussuoso di 7 piani.Al sesto c'è solo gastronomia.Ti cucinano vari piatti tipici europei o asiatici di fronte a te per esempio la Bouillabasse va da 9 a 25 euro.Una sera io e Francesca ci siamo permessi cocktail di scampi e due bicchieri di vino bianco alla modica cifra di 18 euro!Ecco la fermata della U2 Wittembergplatz.La Piazza è simettrica e una sera abbiamo sbagliato l'uscita.C'è una uscita dove c'è un pannello con l'elenco dei campi di concentramento nazisti e una uscita con un ascensore sulla piazza.Ma a sinistra trovate sempre un Imbiss (chiostro di wurstel) una fontana in mezzo e i ristoranti e anche le traverse sono le stesse.Morale:una sera ci siamo sbagliati nel prendere l'uscita della Metro e abbiamo vagato a vuoto per ore prima di arrenderci.Ora se ci mettiamo di spalle alla eingang-ausgang della metro che presenta il pannello dei campi di concentramento vediamo a sinistra il KedeWe e di fronte il viale Tauentzineger strasse con in mezzo il monumnto delle Berlino unite e in fondo la Chiesa bombardata di Kaiser Whilem Gedachtniskirche che presenta la parte distrutta dai bombardamenti cosi' com'è e una parte ottogonale in vetrata che funge da chiesa e un parallelepipedo che funge da campanile.Arrivati qui sulla sinistra comincia il famoso viale Kudamm cioè Kurfurstendamm che era ed è quello dei negozi di lusso della Berlino Ovest a una traversa c'è l'Hard rock caffè.A poche decine di metri ci troviamo alla stazione dello zoo.Davvero un punto strategico questa zona anche se come sapremo cio' che c'è da vedere a Berlino è soprattutto nella parte Est.Alla stazione dello zoo abbiamo preso subito l'autobus 100 a due piani che percorre una bella zona di Berlino fino ad Alexanderplatz come un autobus turistico sightseeing.Solo che il 100 costa due euro e un giro con gli autobus con guida almeno 20.L'autobus 100 passa per la Grosser Stern con la colonna dell'angelo della vittoria la Siegelsaule , quindi passa per il Reichstag, a sinistra la Porta di Barndeburgo a destra , quindi Unter den Linden (il viale dei tigli) e ferma ad Alexander Platz dove c'è la immensa torre della televisione vanto della Berlino est che si vede da quasi ogni angolo della città.Noi credevamo di farci un bel giro circolare ma le urla dell'autista ci costringono a scendere perchè l'autobus va in deposito se ho ben capito.Prendiamo allora il 200 che va dallo Zoo in un giro simile solo che passa piu' a sud e precisamente per Potsdammer Platz.Il Tram 200 arriva in una sperduta zona della Mitte (il centro di Berlino) che è Michelangelo platz dopo di che siamo in mezzo a una strada se non chè riparte il 100 e il 200 dal deposito e ricomincia il giro.Gli autisti di Berlino sono piuttosto scontrosi della serie Kaputt! Per esempio quando si ferma un autobus la pensilina si abbassa e se c'è gente sopra cio' è impedito e se cio' è impedito l'autista sbraita come un nazista.Cosa colpisce subito di Berlino?Premetto che sappiamo che la città è stata tutta ricostruita e che è ancora un enorme cantiere e che non c'è un centro ben definito ma tanti centri per quanti sono i quartieri,ci colpisce: 1)il traffico ordinato e scorrevole 2)il gran numero di biciclette e piste ciclabili superiore al numero di moto 3)la metro senza barriere all'ingresso che in Italia farebbe la felicità di gente senza biglietto.Attenzione perchè pare che i controlli ci sono e le multe di 40 euro 4)la pulizia, la mancanza di imbrattamenti, di manifesti pubblicitari e pubblicità al neon che quanto ci sono sono pochi per una vasta zona 5)il verde con un bosco che ti arriva a pochi metri dalla Porta di Brandeburgo 6)la cordialità della gente tranne...Gli autisti di autobus 7)la densità di bipedi relativamente poca per una metropoli 26 agosto domenica dedicata al bellissimo zoo di berlino un parco vasto e tranquillo molto rilassante.C'è anche l'orsetto Knut , un Panda ...E anche le galline.Intorno allo zoo si stende l'enorme parco Tiergarten.Cena nella zona Nikolaviertel sempre Berlino est che dà anche sul fiume Sprea.Ci si arriva oltre che con il mitico 100 anche con la U2 fermata Klosterstrasse.Abbiamo mangiato al Georgebraeu Brauhaus a pochi passi dalla statua di San Giorgio vista del fiume Sprea oltre l'Isola dei Musei.Arrivandocia piedi si passa per il comune di Berlino cioè il Rathaus rosso, si nota la Chiesa di San Nicola a doppia punta .Abbiamo ordinato lo stinco di maiale vanto della mediocre cucina tedesca ma pero' per un disguido linguistico era quallo bollito e non al forno con patate!la cucina serale tedesca ha il pregio di illudersi di pagare poco perchè con birra a volontà e piatto unico si arriva a pagare 15-20 euro al massimo che considerando l'usanza italiana di mangiare a pranzo i panini del saccheggio alla breakfast dell'albergo, il costo del trasporto cumulativo e quello dei musei, fanno di Berlino una bella vacanza piuttosto economica (sempre se scegliate un Albergo meno caro dell'Hotel Artim!!!) 27 agosto classico giro Potsdammer Platz con lo straordinario Sony Center, i resti del muro, i grattacieli .Sembra di stare in USA- Eberstrasse con gli orsetti dipinti da artisti dei vari paesi ONU, a destra il monumento dell'olocausto che sono blocchi neri di varia altezza che creano un intrico di viuzze adatte per i bambini e a giocare a nascondino.Magari voleva esprimere l'angoscia di essere in un labirinto senza via di fuga-Porta di Brandeburgo a Parisiner platz dove hanno ricostruito il famoso Hotel Adlon da cui qualche anno fa si è affacciato Michael Jackson con il figlio piccolo mostrato alla folla nel vuoto .Nella parte ovest c'era il muro quindi la Porta era appannaggio completo di quelli dell'est.Visita alla cupola in vetro del Reichstag con vista spettacolare della città.Qui la fine della fila è lunga ma c'è un trucco :se si dispone di un creaturo (a Napoli li affiterebbero...) e con massimo 8 persone si sale senza fare fila con l'ascensore!Anche la piccola Benedetta di 6 anni è stata sottoposta a rigido controllo con il metal detector.Sotto la cupola c'è l'aula del Parlamento anche se non si vede.Si sale sopra con due vie a spirale una sale e l'altra scende.Cena Nikolaiviertel da Kartoffelhaus Liebe il paradiso della patata!Segnatevi questo quartierino perchè è pieno di ristoranti caratteristici .Ora che ci penso : Al Sony Center un giorno c'era un giovane con baffetti e capello alla Hitler.Incredibile! Tutti lo guardavano straniati.Stava con famiglia al seguito.Ma c'era o ci faceva? 28 agosto Mi perdo il cellulare in metro.Almeno cosi' penso .La carrozza non era piena.Ormai le cose che perdo all'estero sono un elenco infinito.Pazienza avevo tanto curato il portafogli e la macchina digitale e mi è sparito il cellulare!Arriviamo a Piazza Gendamermark con i due duomi.Il Duomo tedesco è sede del museo della libertà, quello francese degli ugonotti .Il tempo di digerire la perdita del cell che arriviamo a Bebel platz dove bruciarono i libri nel 1933.Notare L'Hotel de Rome , un vero albergo di lusso. Visitiamo il Museo di Storia della Germania che quel giorno era gratuito perchè era il giorno della nascita di Goethe se ho capito bene.Molti i video di parate naziste.C'è un raduno nell'allora Palasport a marzo 1943 in cui si vede Goebbels proclamare la Guerra totale.I nazisti sconfitti a Stalingrado vedevano le loro città bombardate e si arrabbiarono di brutto proclamando la Total Krieg .Goebbels fu quello che suicido' i 6 figli nel Bunker e poi si suicido' con la moglie

  • 2770 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social