Galizia, che sorpresa!

Una vacanza tutta da scoprire

  • di SunshineMex
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Un invito a un matrimonio ci porta a trascorrere le nostre vacanze in Galizia. Atterriamo tra verdi colline alberate con tetti spioventi che si scoprono tra le fronde verdeggianti... siamo a La Coruna. Il paesaggio è tutt'altro che spagnolo, archetipi del nord Europa rendono questo posto non ben definito, i gabbiani volano e cantano nel cielo a tutte le ore.

Ci spostiamo verso Pontevedra dove alloggiamo nel hotel room, 10min a piedi dal piccolo centro tranquillo e caratteristico. Fa caldo, ma la sera dopo una cena a base di paella (x niente eccezionale) e polpo afeira fantastico, la temperatura si rinfresca. Il giorno dopo ci aspetta un matrimonio fantastico in un giardino d'inverno che sovrasta il paese di Beue. Location fantastica e cibo eccezionale. Rientriamo a notte fonda sfiniti dai balli e dal caldo eccezionale del giorno e ci addormentiamo con sottofondo musicale del centro in festa, è la settimana della festa della Madonna Peligrina.

11/08

Colazione spagnola e direzione mare. Nonostante i vari racconti di viaggio letti prima della partenza, troviamo spiagge e calette con un mare calmo e incredibilmente caldo. La temperatura è rigenerante rispetto al caldo della giornata, il mare è distante dalla spiaggia ma con il passare delle ore, onde lunghe si impossessano della riva, il mare si avvicina sempre di più... è il fenomeno della marea.

Rientriamo in paese...musica, processioni e luci inondano le vie, ceniamo da oliva...cibo discreto e prezzo italiano. Ci alziamo da tavola alle 1 am...ma siamo in Spagna e questi sono i ritmi.

12/08: direzione Vigo e isola Cies

Già nella hall dell' albergo ci dicono che i passaggi in barca per l'isola sono completi ma noncuranti imbocchiamo l'autostrada. Trovare la stazione marittima è un pò complicato e dopo aver girato tutti i porti di Vigo chiediamo informazioni per l'imbarco. Nonostante il cielo sia nuvoloso troviamo spazio sul catamarano e ci imbarchiamo. E' freddo 22° la temperatura alle 13, con il passare delle ore il cielo si apre, il mare si tinge d'azzurro, i gabbiani si avvicinano per avere un pò di pane, la temperatura si alza. Ci tuffiamo nella rigenerante acqua cristallina e calma. Dopo un piccolo riposo saliamo su al picco del principe dove è possibile osservare dall'alto la conformazione dell'isola. Un lato esposto ai venti e alle onde sembra rappresentare l'inferno, l'altro protetto dalla vegetazione calmo e piatto somiglia al paradiso. Si avvicinano le 20, è ora di rientrare. Un catamarano ci riporta a Vigo, e dopo un veloce giro a piedi della città ci rifocilliamo con un' ottima paella all escalon o porton per un tot d 35€ todo incluido.

13/08

È iL mio compleanno. Oggi si va a O Grove, ma arrivati a l'isola di Toja rimaniamo delusi. Un piccolo centro per turisti, solo hotel, ville e campi da golf. Unica particolarità una chiesina completamente ricoperta di conchiglie. Facciamo qualche foto e poi ci dirigiamo alla spiaggia di Lanzada... uno scenario spettacolare ci accoglie. Non si può far a meno di tuffarsi nell'acqua cristallina. E' un'altro paradiso naturale protetto, dove si riproducono anche le tartarughe. Iniziamo a sentire i morsi della fame e ci rifocilliamo nel vicino paese di Cambados da el rincon tio paco. Decidiamo di assaggiare los precebes, una specie di molluschi dall'aspetto perniente invitante ma dal sapore di mare intenso, per loro è un piatto prelibato perchè la raccolta è molto pericolosa, si pratica sulle scogliere a picco sul mare ed essendo spesso agitato il raccoglitore è legato ad una fune, alla 5°onda viene tirato su per non esser scaraventato contro gli scogli. Nel periodo natalizio può raggiungere il costo di 300€/kg. Noi ce la siamo cavata con 20€ un piatto abbondante. Il paesino merita una visita così come il cimitero con i resti di una chiesa senza più copertura. Rimaniamo un paio d'ore nella spiaggia di Sanxexo ma sembra di essere a Rimini. E' pieno di gente, ed anche il mare è fangoso. La sera festeggiamo in un ristorante a Pontevedra, la parillada, dove consumiamo un ottimo pasto, jamon, queso, lomo e vino ottimo chiamato demonio del bendito per un costo tot di 71€

  • 28190 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social