La nostra esperienza a Parigi

Miro&Francesca a Parigi : HOTEL DE VILLE: Solo sei parole : liberté, egalité, fraternité, elegante, imponente e formale. NOTRE DAME: Bella cattedrale in stile gotico, coi gargoyles che osservano con sguardo severo e sinistro la folla dei turisti assiepati di ...

  • di maria francesca Fabiani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Miro&Francesca a Parigi : HOTEL DE VILLE: Solo sei parole : liberté, egalité, fraternité, elegante, imponente e formale.

NOTRE DAME: Bella cattedrale in stile gotico, coi gargoyles che osservano con sguardo severo e sinistro la folla dei turisti assiepati di fronte all’ingresso. Lo stile gotico interno della chiesa è impreziosito dai colorati rosoni che ravvivano le vaste navate. Solo una la delusione: non abbiamo trovato il gobbo... ILE DE LA CITE’: Un’ isola incastonata fra le acque trafficate della Senna, ricca di fascino e storia. Centro storico religioso di Parigi.

SAINT CHAPELLE: Cappella dispersa nel palazzo di giustizia parigino. Eretta per contenere le reliquie del Cristo, ora deve la sua importanza unicamente alle vetrate multicolore e alle decorazioni ed effigi che la impreziosiscono. La piena tariffa del biglietto è di 6.50 €.

SAINT GERMAIN DES PRES E QUARTIERE LATINO : La rive gauche, quartiere intellettuale e bizzarro, vivacizzato dalla moltitudine di studenti (in questo periodo molto eccitati), dai kebap all’ aperto, dalle botteghe mediorientali: fusione naturale col vicino quartiere latino. SAINT SULPICE: Questa chiesa ci è rimasta impressa poco, chiesa resa famosa soprattutto dal romanzo di Dan Brown “Il codice Da Vinci”. Unica cosa che spicca nel grigiore generale dell’atmosfera è l’organo di legno che sovrasta l’ingresso. TOUR EIFFEL: Espressione in metallo della grandeur francese. Tappa forzata per i turisti che visitano Parigi. La giornata fredda, piovosa e soprattutto ventosa ci ha costretti ad una visita rapida e distratta. Nonostante sia completamente composta da ferro sembra comunque dare un senso di leggerezza, forse dovuto al fatto che è molto slanciata verso l’alto. Prezzo d’ingresso 7.70 €.

TROCADERO: L’abbiamo visto solo da lontano e perciò non possiamo riportare nessun commento se non una certezza oggettiva: la vastità.

LOUVRE: Il musée du Louvre è un labirinto di cultura ed arte. Ad ogni angolo, ovunque ci si giri, l’occhio incontra un’ opera d’ arte di una magnificenza indescrivibile. Le collezioni ospitate al museo sono: ▀ Antichità orientali: questo dipartimento presenta le civiltà dell’ Antica Asia Minore, che risalgono a 7000 anni a.C. Esse si sono susseguite in Mesopotamia, in Iran e nei Paesi del Levante, territorio immenso che si estende dal mare Mediterraneo all’India. ▀ Antichità egizie: creato da Jean-François Champollion, questo dipartimento illustra l’arte dell’ Antico Egitto in un doppio circuito: un percorso cronologico, dalle origini a Cleopatra, e un percorso tematico che sottolinea alcuni aspetti della civiltà egizia. Due sezioni, dedicate all’ Egitto copto e romano, completano questa presentazione. ▀ Antichità greche, etrusche e romane: questo dipartimento raggruppa opere che appartengono a tre antiche civiltà: la Grecia, l’ Etruria e Roma. Al pianterreno, un percorso cronologico riunisce opere che vanno dal terzo millennio a.C. Fino al VI secolo d.C. Al primo piano, la collezione è presentata secondo le tecniche e i materiali: bronzi e gioielli, argenteria, arte vetraria, figurine e vasi di terracotta. ▀ Dipinti: Le collezioni di questo dipartimento rappresentano la storia della pittura europea dalla metà del XIII secolo fino alla metà dell’ Ottocento. Esse sono suddivise in tre grandi gruppi: la scuola francese, con il maggior numero di opere, le scuole italiana e spagnola, e le scuole dell’Europa settentrionale.

▀ Sculture: in questo dipartimento è rappresentata la scultura europea, dall’Alto Medioevo fino alla metà dell’ Ottocento. La parte più importante delle collezioni è rappresentata da opere francesi, alle quali si aggiungono numerosi e significativi esempi italiani, spagnoli e nordeuropei

  • 200 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social