Pasqua in Camargue

Mercoledì 16 aprile 2003 Con molto ritardo. Perché Pietro è rimasto bloccato in autostrada di ritorno da Milano, alle 20 finalmente si parte. [Km.27.390]. Prendiamo la statale fino a Modena Sud, dove imbocchiamo l'A1. Non c'è traffico, per fortuna. Alle ...

  • di Monica Cervellati
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Mercoledì 16 aprile 2003 Con molto ritardo. Perché Pietro è rimasto bloccato in autostrada di ritorno da Milano, alle 20 finalmente si parte. [Km.27.390].

Prendiamo la statale fino a Modena Sud, dove imbocchiamo l'A1. Non c'è traffico, per fortuna. Alle 21.45 ci fermiamo a Fiorenzuola sia per fare gasolio (€ 37) sia per trasformare la dinette in modo che le bimbe stiano comode se si addormentano.

Alle 23.30, dopo il solito pestaggio, finalmente si addormentano.

Giovedì 17 aprile 2003 All'1.30 arriviamo sul Passo del Monginevro. Appena fermi ci accorgiamo che era rimasto aperto il rubinetto della doccia, per cui siamo completamente senza acqua.

Alle 7.00 ci svegliamo e partiamo, con le bimbe che dormono ancora.

Alle 8 siamo a Briancon, splendida cittadina fortificata. Passeggiata e colazione all'ottima Pasticceria Torino, con croissant e pain au chocolat.

Alle 8.45, sotto un sole splendido, ripartiamo, in direzione di Gap.

Dovendo fare CS, andiamo al Camping Alpes Dauphine (segnalato dal Portolano) dove ci rapinano €5,50 per vuotare acqua pulita.

Panico! La pompa non va. Telefoniamo al nostro concessionario a Bologna (Ropa) convinti di farci dare l'indirizzo di un centro assistenza in Francia per sostituire la pompa, invece, suggerendoci di "tirare" dal tubo della doccia, come quando si imbottiglia il vino, riusciamo a far ripartire la pompa.

Le bimbe dormono di nuovo, quindi ne approfittiamo e proseguiamo verso Sisteron, lungo la splendida RN85.

Avvistiamo anche due falchi che volteggiano nel cielo limpido. A Sisteron facciamo spesa e gasolio in un supermercato Champion.

Alle 12.50 ci fermiamo lungo la strada in un'area pic-nic per il pranzo dove conosciamo anche una famiglia francese in camper con un setter irlandese come Ira, ma il loro è molto più anziano... 16 anni.

Alle 17.30 siamo finalmente ad Avignone al Camping Bagatelle (ma che fatica raggiungerlo nel traffico cittadino!!!!) proprio di fronte al famoso ponte e dove paghiamo € 12,60 per una notte.

Andiamo subito a fare una piccola passeggiata in città, poi torniamo a cena in campeggio, fa caldo, tanto che, per la prima volta quest'anno, tiriamo fuori il tavolo e le sedie e mangiamo all'aperto.

Verso le 21.40 mettiamo a nanna le bimbe, poi dopo un po' di lettura andiamo anche noi perché domani sarà una giornata impegnativa.

Venerdì 18 aprile 2003 Ci svegliamo alle 7.45 e facciamo subito le operazioni di CS dopo colazione, poi andiamo di nuovo a piedi in centro città, al Palazzo dei Papi dove prendiamo un trenino che in 40 minuti fa il giro della città vecchia, con guida in inglese, francese e italiano, che illustra tutti i vari monumenti che incontriamo (€ 6,00 gli adulti, € 3,00 Camilla, gratis Carolina e Ira).

Alle 12.30 siamo di ritorno in campeggio e partiamo, prendendo la N570 in direzione di Arles.

Verso le 15 siamo a S.Te Maries de la Mer dove mettiamo il camper in una AA lungo la strada, subito all'ingresso del paese.

Poi, però, girando in bicicletta, scopriamo che si può parcheggiare lungo la diga, pagando € 6,00 dalle 18 alle 18 del giorno dopo e così io e le bimbe restiamo ad aspettare (e intanto scegliamo il posto che ci piace di più) mentre Pietro torna all'AA a prendere il camper e ci sistemiamo poi con vista sui fenicotteri.

Cena davanti ad un panorama stupendo, anche se per colpa del mistral dobbiamo cenare in camper.

Un ultimo sguardo al panorama dalla finestra della mansarda, poi dormiamo tutti.

Sabato 19 aprile 2003 Sveglia alle 7.30. Mentre facciamo colazione vediamo un gruppo di bambini (con cui Camilla aveva pescato la sera prima) che hanno dormito in tenda vicino a noi e che ora stanno strigliando i cavalli. Con loro ci sono un uomo e una donna con un furgone. Scopriamo che si tratta di una scuola di equitazione locale, che in occasione della Pasqua fa questo giro in Camargue. Durante il giorno vanno a cavallo e la moglie dell'istruttore li segue col furgone che funge da "base"

  • 4374 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social