Castelli e cattedrali nel nord della Francia

Viaggio in auto nelle regioni Loira, Bretagna, Normandia e Borgogna

  • di gianchi56
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Domenica 3 settembre

Mancano ancora alcuni minuti alla 6 di mattina quando raggiungo il casello di Tortona, per immettermi poco dopo nell’autostrada A21 diretto in Francia. Ho deciso di percorrere il valico del Moncenisio anziché la galleria del Frejus perché, sebbene il tempo di percorrenza sia un po’ più lungo, posso evitare il disagio (e i possibili rischi) di viaggiare in galleria e, soprattutto, perché vorrei ripercorrere la medesima strada fatta alcuni decenni or sono nel corso di una gita parrocchiale. Alle 8.15 attraverso il confine. In realtà i miei tempi di percorrenza del valico risulteranno di gran lunga maggiori rispetto a quelli della galleria, dal momento che la bellezza dei luoghi e del lago mi impone di fermarmi varie volte per fare foto.

A Modane entro in autostrada, e ne uscirò, oltrepassata Lione, solo a Balbigny, per poi utilizzare le poco trafficate strade nazionali (non di rado configurate come vere e proprie superstrade) e compartimentali, affidandomi al navigatore su cui ho impostato un indirizzo di Bourges. E’ in aperta campagna che mi fermo davanti alla staccionata che costituisce l’ingresso di un recinto all’interno del quale – ad almeno 40m dalla strada – si trova una ventina di bovini dal mantello bianco. Scendo, scatto qualche foto e risalgo. Sto cercando di capire da una cartina quale strada mi stia facendo percorrere il navigatore, quando, alzando gli occhi a seguito di un rumore, mi rendo conto che tutti gli animali si accalcano davanti al cancello a qualche metro di distanza dalla mia auto e mi stanno osservando. Probabilmente mi hanno scambiato per chi li accudisce e gli dà da mangiare. Un paio di foto e riparto.

Verso le 16 parcheggio in prossimità del centro storico di Bourges e mi dirigo verso la cattedrale gotica di St. Etienne. Attraversando i Giardini dell’Arcivescovo constato l’imponenza della costruzione. Inizio la visita dalla facciata ovest, prima che le nuvole prendano definitivamente sopravvento sul sole. Bellissimo il portale centrale con il Giudizio Universale: un angelo con la bilancia in mano seleziona gli eletti dai dannati: questi vengono sospinti verso un pentolone sotto cui si innalzano fiamme ravvivate da diavoli ghignanti, mentre gli eletti sono indirizzati dalla parte opposta tra angeli sorridenti. Dopo secoli, il messaggio affidato alla pietra è ancora leggibile a pieno. All’interno della Cattedrale, caratterizzata da 5 navate di cui quella centrale altissima , bellissime sono le vetrate istoriate. Ci vorrebbero ore per esaminare minuziosamente tutte le figure rappresentate. Uscito, percorro varie vie fino a raggiungere il Museo del Berry. Mancano pochi minuti alla chiusura e decido comunque di visitarlo. Sarà per la mia fretta, sarà per l’esiguo numero di sale, ma resto alquanto deluso dalla visita, ben sotto le aspettative che la Rough Guide anticipava. Proseguo camminando per le vie quasi deserte del centro, osservando qui e là case con facciate a graticcio, nonché un tratto delle mura gallo-romane. Ritorno ad ammirare la facciata ovest della Cattedrale. Riprendo infine l’auto e mi dirigo verso i sobborghi dove ho prenotato l’hotel, in posizione comoda per immettermi in autostrada domani, stanchissimo per la levataccia e per i 750 km percorsi.

Lunedì 4 settembre

Poco dopo le 7, fatta una colazione migliore delle aspettative, riprendo il viaggio. Sono presto in autostrada in direzione Tours. Mi attende una giornata intensissima: è la prima dedicata alla visita dei castelli della Loira ed il mio proposito è ovviamente quello di vederne il maggiore numero possibile. A Montrichard esco dall’autostrada, raggiungo il borgo e parcheggio lungo al riva del fiume Cher. Dopo qualche foto al vecchio ponte ad archi sul fiume, faccio una camminata dentro al borgo, dove sono presenti edifici medievali e rinascimentali

  • 17976 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social