Bretagna e Normandia in 500

Emozionante viaggio tra passato, presente e futuro… senza macchina del tempo

  • di Romy Crystal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il nostro caro amico l’Avv. Paolo, durante i nostri mercoledì di aperi-cena, ha infinitamente elogiato la costa nord della Francia, essendo lui un habitué di queste zone.

Decido quindi per la prima volta, dopo anni di tour organizzati, di mettermi a tavolino con mio marito Gianni e di stendere un itinerario “fai da te”, ormai il nostro Oscar ha 10 anni, possiamo farcela anche noi… e poi “je parle bien français oh là là”!

Il 2 Giugno 2016 con Easy Jet prenotato nel mese di Marzo alle ore 6:15, si decolla da Malpensa per Parigi Charles de Gaulle. Abbiamo noleggiato tramite Europe-Car una confortevole Fiat 500; purtroppo perdiamo del tempo in quanto sulla prenotazione era segnato il Terminal 1 anziché il Terminal 2, buttiamo almeno mezz’ora per il cambio di Aeroporto “je suis bien assez nerveux”!

Finalmente dopo le classiche pratiche di noleggio, si parte con il “bolide”, anche se praticamente nuova, aveva già diverse ammaccature e con qualche problema di deriva a sinistra. Per essere sicuri di non sbagliare, portiamo il nostro navigatore da casa (excellente idée), e compriamo anche una cartina, dove segneremo ogni volta le tappe che desideriamo fare.

CITTADINE FANTASME - villes fantôme

Dopo due ore di viaggio prima tappa a RUEN, dove abbiamo visitato l’imponente cattedrale di Notre Dame risalente al 1250; lunghe vie di negozi e ristoranti… deserta! Mio figlio Oscar “j'ai faim”, giustamente, reclama il “pane quotidiano”… ci fermiamo dunque alla Brasserie, spendendo 12 € cad.; solo alla fine del pranzo scopro che al nostro fianco erano seduti tre Bergamaschi che se la ghignavano per il mio mitico francese “Mon Die”.

Si riparte per altre 3 ore per raggiungere Dinard, stazione balneare di antiche origini; facciamo un giro a piedi sul lungo mare, arrivando alla grande PLAGE DE L’ECLUSE, completamente desolata, la immaginiamo caotica nell’alta stagione frequentatissima dai turisti inglesi.

Continuiamo verso Promenade du Clair de Lune. Paolo il nostro amico aveva ragione, fantastica e assai romantica; giunti alla piazza principale ci rechiamo presso l’unico locale aperto per cenare La Cour de Récré: menù a 22 € cad. salmone crudo con delle tagliatelle “tristi” di contorno, insalata e noci, caprino con erba cipollina, orata con cipolla, omelette con prosciutto e formaggio parecchio saporita, e per dessert una “ottima” torta bretone (rafferma e a forma di mattonella come la definisce Oscar), direi una cena da dimenticare.

Tramite Booking (usato per tutto il viaggio) ho prenotato all’hotel Saint Michelle 75 € a camera. Bellissimo e accogliente stile dolls hause, molto gentile e disponibile il proprietario a chiacchierare con me. Ma quanto mi diverto a parlare francese, e me lo ricordo abbastanza bene. Sfiniti 21:30 aller se coucher!!!

Il mattino ha l’oro in bocca! Sveglia presto e petit déjeuner a 7,50 € più 1,50 per l’immancabile espresso in un accogliente soggiorno molto silenzioso, nonostante ci siano altri ospiti. Non perdo con Oscar, l’occasione di lasciare una dedica sul diario vicino al camino del b&b.

ABBAZZIA, BAIA, MAREE

Non stiamo più nella pelle, finalmente a solo 50 minuti di auto arriviamo a MONT SAINT MICHEL, mio marito è stato costretto più volte a fermarsi lungo la strada per farmi immortalare l’avvicinamento di questo incanto, paesaggi agresti, mucche e mulini a vento (così impara a regalarmi un corso di fotografia e a comprarmi una Canon nuova). Parcheggiamo l’auto 11,70 € dalle ore 10:00 alle 14:00, ingresso 9 € bimbo gratis, il pullman ci porta fino all’imbocco della passeggiata che porta alla “Meraviglia dell’Occidente” del XIII secolo scandita dal respiro delle potenti maree e dalla luce che imprime un marchio diverso ogni giorno. Che dire più di quanto non sia già stato detto, lascia senza fiato, ma tutto intorno, negozi di souvenir e turisti tolgono gran parte del fascino che si respira all’interno delle mura “c’est terrible”

  • 923 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social