Tour de France

(ATTENZIONE: questa mail è un po’ lunga. Quindi se siete al lavoro vi conviene stamparla e leggerla a casa, a meno che il vostro datore di lavoro non sia in ferie….) IL TOUR DE FRANCE (ovvero 5.865 Km. In Punto ...

  • di Luca Fabris
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

(ATTENZIONE: questa mail è un po’ lunga. Quindi se siete al lavoro vi conviene stamparla e leggerla a casa, a meno che il vostro datore di lavoro non sia in ferie...) IL TOUR DE FRANCE (ovvero 5.865 Km. In Punto Gialla) Come ogni anno, Agosto è tempo di decisioni. Decisioni sulla meta delle nostre vacanze. Ed ogni anno ci sono sempre i soliti problemi: bisogna trovare un viaggio bello, una paese interessante, ad un costo “equo”.

Sul punto, ben possono testimoniare le nostre amiche delle varie agenzie di viaggio che oramai, quando ci vedono, si disperano...

Quindi, fin dall’inizio del mese cominciano ad andare a prendere cataloghi (tanto che la casa sembra una succursale di un’agenzia viaggio), a smanettare su internet e sulle pagine del televideo, a parlare, discutere litigare e “maledire” i tour operator (ma in questi paesi dove mangiano un pugno di riso, come mai viaggiare costa così tanto???”).

Quest’anno non prometteva niente di buono. Tutto troppo caro o troppo turistico. Non riuscivamo a decidere nulla finchè un bel giorno Stefano tira fuori il coniglio dal cilindro: “perché non ce ne andiamo a fare il famoso viaggio in Francia?”. Famoso perché più e più volte era stato valutato e poi “scartato”. Detto fatto. Nel giro di un settimana, dopo aver acquistato ben tre Lonely Planet, visitato vari siti di Chambre d’Hotes e alberghi vari nonché letto forum di altri viaggiatori amanti della Francia, carichiamo la Punto Gialla di bagagli e viveri (grazie Lando!!) e imbocchiamo il Terraglio.

Destinazione, appunto, Francia. Meta finale Bretagna e Normandia, passando per Provenza, Camargue, Limousin, Dordogne, Costa Atlantica. E se poi qualche giorno ci avanza, magari la Valle della Loira... Il cielo è grigio, non c’è sole. Cominciamo a macinare chilometri. Dopo aver lasciato la A4, un bivio non segnalato sull’itinerario Via-Michelin, ci si para davanti: da una parte Ventimiglia dall’altra Genova.

Dove andiamo? L’istinto ci dice Ventimiglia, ma sull’itinerario c’è segnato Genova. Meglio non lasciare la strada indicata e quindi proseguiamo per il capoluogo ligure.

Comincia a piovere, e l’autostrada diventa una sorta di carrozzabile di montagna che sale sempre più verso l’alto. L’acqua scende sempre più forte, passiamo viadotti, gallerie, gole, rocce a strapiombo. Ma dove cavolo stiamo andando? Forse abbiamo sbagliato, dovevamo andare per Ventimiglia. Insomma, l’allunghiamo di un bel po’ ma alla fine riusciamo a imboccare l’autostrada con direzione “Mentone-Nizza-Cannes”.

Ora c’è da fare una premessa. In uno dei vari forum letti da Stefano, si parlava della pericolosità della città di Nizza, in particolare del quartiere de L’Arianne. Venivano riportati episodi con bande di nordafricani che rapinavano le macchine ai semafori sbarre di ferro alla mano; consigliavano di chiudersi dentro la macchina, di non scendere assolutamente e, possibilmente di “tirare dritto” (come si faccia “tirare dritto” se il semaforo è rosso rimane un mistero...).

Il problema non ci toccava più di tanto, visto che avevamo deciso di evitare accuratamente tutte le grosse città francesi, prediligendo i piccoli centri, ma la cosa ci aveva stupito parecchio.

Comunque, per arrivare al punto, un giorno prima di partire avevamo prenotato un piccolo albergo dove fermarci la prima notte, visto che il viaggio dall’Italia era lungo e preferivamo per la prima sera avere già un letto.

Luca aveva stampato l’itinerario per raggiungere un tranquillo Logis de France proprio attaccato a Levens, un piccolo borgo ai piedi delle dolci montagnole provenzali sopra la Costa Azzurra, itinerario che prevedeva di prendere l’uscita “55” dall’autostrada A8 che percorre tutta la costa e seguire le indicazioni per il paese

  • 1585 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social