Alla scoperta delle terre dei celti e dei normanni

L’idea di questa vacanza è nata quasi per caso appena finite le vacanze dell’anno scorso…io ho sempre voluto visitare la Francia del nord e così ho lanciato l’idea…ed ecco che il 12 agosto siamo partiti! Alzataccia alle quattro per partire ...

  • di Stregatta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

L’idea di questa vacanza è nata quasi per caso appena finite le vacanze dell’anno scorso...Io ho sempre voluto visitare la Francia del nord e così ho lanciato l’idea...Ed ecco che il 12 agosto siamo partiti! Alzataccia alle quattro per partire alle cinque, la strada è tanta! Nel pomeriggio siamo arrivati a Fontainebleu per visitare il castello...Davvero bellissimo! Mi ha stupito molto il fatto che l’entrata nei giardini sia completamente gratuita, di solito si paga! Comunque i giardini sono tenuti benissimo, puliti e pieni di fiori, una vera meraviglia! Dopo questa rilassante pausa siamo andati a Barbizon, una paese caratteristico lì nelle vicinanze...Carino, ma c’erano in giro personaggi un po’ inquietanti quel giorno, quindi ci siamo diretti alla chambre d’hote che io consiglio perché ci siamo trovati bene, sia la moglie che il marito sono stati gentili e la casa era davvero graziosa! La mattina dopo siamo ripariti finalmente verso la Bretagna, precisamente siamo arrivati nel nord del Finistère, a Landéda, un piccolo paesino tranquillo e ordinato...Arrivare con la pioggia non è certo stato molto simpatico, ma dal giorno dopo il tempo ci ha graziato e ha fatto sempre bello!

14 AGOSTO: i calvari e i dintorni di Landéda

Finalmente la prima gita! La mattina abbiamo visitato un po’ di complessi parrocchiali...Lampaul-Guimiliau, Guimiliau, St-Thégonnec e Commana, dove abbiamo anche visto i dolmen...È stata un’esperienza particolare, un’ottimo modo per iniziare la vacanza! Nel pomeriggio ci siamo diretti a Lilia e successivamente siamo andati a vedere il faro dell’Ile Vierge...Fantastico! Un mare stupendo, blu e azzurro...E quel faro che si staglia in mezzo al mare, sull’isoletta...Ho visto per la prima volta l’OCEANO! Inutile dire che non sarei più tornata a casa!

15 AGOSTO: la presqu’ile de Crozon

Ah, giornata indimenticabile! Forse il giorno in cui abbiamo visto i posti più belli! La mattina siamo andati a vedere le grotte di Morgat...Sono carine, andare in barca è divertente e si conosce gente nuova...Da rifare! Ma questo era solo l’inizio...Verso l’ora di pranzo siamo andati a mangiare al Cap de la Chèvre...Che spettacolo!!!!! Un’immensa distesa di erica e tanti altri fiorellini colorati, l’oceano di un blu intenso, i gabbiani che volteggiavano nel cielo...Un panorama mozzafiato!

Ma ci aspettavano ancora la Pointe de Dinan e la Pointe de Pen-Hir...Anche qui erica e mare stupendo! La Pointe de Dinan è quella che mi è piaciuta di più in assoluto, c’era poca gente, l’atmosfera era magica...Mentre alla Pointe de Pen-Hir c’era troppa gente e soprattutto troppi italiani, sembrava di non aver varcato il confine! Prima di tornarcene a casina abbiamo fatto un giro a Camaret-sur-Mer, una cittadina di mare graziosa, dove abbiamo mangiato una crepe da leccarsi i baffi!

16 AGOSTO: l’Ile d’Ouessant

I ricordi legati a questa giornata sono tanti...A partire dal viaggio verso l’isola, un po’ “pesante” almeno per me, un’ora intera di mal di mare! Ma alla fine siamo arrivati al porticciolo dell’isola, anche se un po’ spaesati! Grazie ad un servizio abbastanza economico (2 euro), una specie di furgoncino ci ha portati all’unico paese dell’isola, Lampaul...Un posticino simpatico, da cui partono tanti sentieri. Noi ci siamo diretti verso il faro di Creac’h, che segna l’inizio del canale della Manica...Lì la costa è selvaggia e il mare ha un colore bellissimo! Ci sono tante pecore e gabbiani e...Biciclette! Non mi aspettavo che l’isola fosse così frequentata! C’era tanta gente in bici, a piedi...Ma la magia del luogo era intatta, forse perché sembrava di essere un po’ lontano da tutto e da tutti, fuori dal mondo, dispersi in un’isola che tutti considerano il vero Finistère, la fine della terra...Sveglia! Basta con i sogni, è ora di tornare a casa...Il ritorno verso la terraferma è stato un sogno rispetto all’andata, niente mal di mare! Giunti a terra abbiamo visitato le Conquet, un angolo di mondo caratteristico, dove ci sono negozi pieni di cose carine!

17 AGOSTO: la costa di granito rosa

Altro giorno indimenticabile...La mattina l’abbiamo passata alla Plage de Trestrignel...Il clima non era da bagno, ma non ho resistito e almeno i piedi sono riusciti a toccare l’acqua dell’oceano! Una passeggiata a mollo già ci ha fatti stare meglio...In un angolo della spiaggia, proprio vicino alla Pointe du Chateau, ci siamo fermati a guardare la miriade di conchiglie, lumachine di mare e altre bestioline ferme sugli scogli...Carine! Ma il vero spettacolo l’abbiamo visto una volta arrivati a Ploumanac’h...Prima di partire avevo cercato un po’ di foto su internet, ma vedere le rocce di granito rosa di persona è tutt’altra cosa! La giornata era splendida e faceva caldo...Le rocce rosa si stagliavano contro il mare blu e il cielo azzurro...Che meraviglia! I nostri panini hanno attirato un gabbiano piuttosto curioso, ci ha “adottati” per l’ora di pranzo rubandoci qualche briciola! Dopo questa pausa abbiamo visto il faro e poi a casa, eravamo un po’ lontani quel giorno..

  • 997 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social