Costa azzurra e provenza on the road

DA BERCETO A MENTONE Finalmente è arrivato il 12 maggio... Data ormai scelta da tempo per i classici 4 giorni tra donne che ormai sono una bellissima tradizione (1 volta all'anno parto con le mie amiche per recuperare tutto il ...

  • di Michi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

DA BERCETO A MENTONE Finalmente è arrivato il 12 maggio... Data ormai scelta da tempo per i classici 4 giorni tra donne che ormai sono una bellissima tradizione (1 volta all'anno parto con le mie amiche per recuperare tutto il tempo che non riusciamo più a dedicarci tra casa, lavoro &C.). Siamo in 4 (Maela, Emma, Roberta-che chiamerò Bobi e la sottoscritta), questa volte Ute non sarà dei nostri, il suo piccolo Matthias ha bisogno di lei, ma crescerà e allora partiremo in 5.

Alle ore 20:30 appuntamento a Berceto (PR), carichiamo i bagagli (ridotti perché siamo veramente brave) sulla Corolla (gentilmente prestata dal fratello di Emma) e via... Destinazione Mentone, dove passeremo la prima notte. Abbiamo le nostre Guide du Routard e lista Etap hotel , dall'italia abbiamo solo prenotato la notte a Mentone. Il mattino del 13 ecco il risveglio a Mentone, colazione vista mare, due passi sulla spiaggia, eccoci pronte a partire.

EZE, VENCE, ST PAUL DE VENCE, DRAGUIGNAN, FREJUS Non siamo impazzite, ma le località indicate sono spesso molto vicine quindi in giornata siamo riuscite a vedere posti splendidi senza correre.

Eze, Vence e St Paul de Vence sono veramente meravigliosi, paesini arroccati e suggestivi, ma se siete da quelle parti in alta stagione è meglio visitarli in mattinata e abbastanza presto (sono visitatissimi) Per quanto riguarda Draguignan devo dire che noi non ne siamo rimaste colpite, tutto sembrava abbastanza squallido, ma forse abbiamo sbagliato itinerario e speriamo di poterci ricredere un giorno.

Da Draguignan siamo tornate sulla costa (so che chiunque conosca quelle zone starà pensando che il nostro itinerario è contro ogni logica, ma la logica l'abbiamo lasciata in Italia e il viaggio era all'insegna dell'improvvisazione.) Abbiamo raggiunto Frèjus (Fréjus della Costa azzurra, non il traforo!) dove abbiamo cenato e pernottato (visto che ha guidato sempre e solo Emma, perché temeva che la nostra guida prudente l'avrebbe fatta addormentare, verso le 18 cercavamo di arrivare nel posto dove volevamo pernottare per abbandonare l'auto e non vederla più fino al mattino dopo, se fate un viaggio in auto vi asscuro che questa soluzione è perfetta).

A Fréjus vi segnalo il ristorante Chez JO (sul lungo mare, ristorante con fruits de mer e specialità di pesce squisite), dove si mangia una buillabaisse (zuppa di pesce ) squisita. Non è certo un ristorante economico, ma il rapporto qualità /prezzo è da 10 e lode.

Abbiamo fatto una passeggiata fino al casinò di St Raphael (praticamente le 2 località sono unite) e poi a nanna...Domani si riparte.

GORGE DU VERDON-AIX EN PROVENCE Al mattino ancora due passi sulla spiaggia, colazione in riva al mare e via si parte, oggi abbiamo un bel po di strada da fare. Vogliamo visitare le Gorges du Verdon (quando abbiamo organizzato questo week-end erano la meta principale-le Gole del Verdon sono tra i paesaggi naturali più belli d’Europa, se il tempo ci assiste potremo anche fare una bella passeggiata).

Purtroppo ci sono molte nuvole, ma speriamo che almeno non piova...Arriviamo finalmente alle Gorges (sbagliando strada) ma non ce ne rendiamo nemmeno conto perché non solo piove, ma c'è una nebbia che non vedevo da anni, stile Bassa parmense (e noi di nebbia ce ne intendiamo!). Non so come Emma abbia potuto guidare, non si vedeva assolutamente nulla. Decidiamo allora di fermarci in una delle piazzole panoramiche , per cercare almeno di vedere il Verdon, poi si torna indietro.

Ci fermiamo, attorno a noi il deserto, un freddo da battere i denti, ma non perdiamo il nostro buonumore (malgrado una serie di aneddoti che avrebbero messo a dura prova molti, ma non noi) e visto che l’angelo dei viaggiatori adora i pazienti ci premia con uno spiraglio di sole e solleva la cortina di nebbia come fosse un sipario per permetterci di vedere il Verdon e relative gole, quel momento è durato pochi secondi, ma vi consiglio di visitare quel posto, perché se è riuscito a farci capire la sua bellezza in una giornata così...Non oso immaginare che spettacolo sia con il sole

  • 4950 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social