Una settimana a Paris:itinerario e consigli

Io (Tiziana) e la mia carissima amica Francesca avevamo, tra le molte cose in comune, anche l’enorme pecca di non essere mai state a Paris, così abbiamo approfittato delle vacanze pasquali 2004 per girarla in lungo e largo. L’organizzazione del ...

  • di Tiziana Tardelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Io (Tiziana) e la mia carissima amica Francesca avevamo, tra le molte cose in comune, anche l’enorme pecca di non essere mai state a Paris, così abbiamo approfittato delle vacanze pasquali 2004 per girarla in lungo e largo. L’organizzazione del viaggio ci ha richiesto un po’ di tempo libero: volevamo riuscire a gestire al meglio la nostra settimana senza perderci nulla (cosa impossibile!) e cercando di mantenere i costi in limiti accettabili (cosa possibile!). Per questo abbiamo carpito un gran numero d’informazioni anche dai racconti dei TPC (preziosi davvero!) delineando un itinerario che oserei definire da “maratoneti” (sono essenziali scarpe comode e comunque a cadenze regolari è d’obbligo la sosta nei posti più svariati: in terra, su scale, panchine, nei caffè..., insomma in ogni luogo che consenta il “bivacco” delle povere turiste con piedi allo sfacelo!) ma siamo soddisfatte: siamo riuscite a vedere molto, senza spendere un capitale, e non ci siamo fatte mancare proprio nulla! Non vi annoierò quindi con la dettagliata cronaca della nostra intensissima settimana parigina dato lo svariato numero di racconti su questa meravigliosa città dei Tpc, ma spero di fornirvi utili consigli, riportando anche il nostro “folle” itinerario per darvi qualche spunto.

CONSIGLI: - Per chi vi soggiorna come noi per una settimana, o quasi, è utile munirsi di qualche carta conveniente per i trasporti pubblici (bus, metro, rer) viste le distanze improponibili per i poveri piedi! Vi Sconsiglio vivamente di acquistare la Paris Visite (quella che in genere ti propongono anche i tour operator in Italia): è molto più conveniente la Carte Orange. Viene rilasciata gratuitamente in qualsiasi biglietteria della metro, basta presentare una fototessera e un documento; ad essa poi deve essere abbinato l’abbonamento (può essere settimanale o mensile e a vostra scelta può coprire diverse zone –es. Il più economico è quello per la zona 1-2 ovvero il centro vero e proprio-). Noi, ovviamente, abbiamo fatto l’abbonamento settimanale (N.B. È valido dal lunedì alla domenica) scegliendo la zona 1-5 (comprende anche il bus per l’aeroporto De Gaulle –Roissybus-). Se avete intenzione di visitare solo il centro fatelo per la zona 1-2 ma, ad es., se volete andare a Versailles la zona dovrà essere 1-4.

In sostanza facendo un po’ di noiosissimi calcoli questa soluzione è conveniente quando si fanno almeno 3-4 corse per giorno.

Per ogni informazione su tipologie di biglietti, tessere e loro costi vi consiglio una visita al sito dei trasporti pubblici parigini (ratp): www.Citefutee.Com; - Per ingressi a molti musei, monumenti, chiese...È davvero utile la Carte Musées-Monuments (questa ha lo stesso costo sia acquistata tramite i tour operator che direttamente a Paris). Noi abbiamo optato per quella con validità 3 giorni –36 euro- nei quali siamo riuscite a concentrare (senza trasformare il tutto in tour de force grazie agli orari di apertura serale di alcuni musei in certi giorni della settimana): Louvre, Musée d’Orsay, Museo di arte contemporanea Centre Pompidou, torri di Notre-Dame, Conciergerie, Sainte-Chapelle, Versailles, basilica di Saint-Denis. Insomma con la Carte siamo riuscite a risparmiare quasi 20 euro e oltretutto in posti come Louvre, Musee d’Orsay, Versailles e il Centre Pompidou si evitano le cospicue code alle biglietterie (cosa di non poco conto!), ma purtroppo non si evitano per le torri di Notre-Dame e la Sainte-Chapelle: qui preparatevi ad immergervi nei “serpentoni” di turisti fuori dagli ingressi! N.B. Per programmare le visite ricordarsi che i musei sono in genere chiusi il lunedì o martedì; - nei ristoranti se pasteggiate con acqua e non avendo intenzione di far lievitare il conto finale (1 lt di Evian costa la bellezza di circa 4-5 euro!) chiedere sempre acqua in caraffa...Non vergognatevi non è la solita furberia da turisti italiani: i francesi seduti ai tavoli attorno a noi avevano la loro bella caraffa! - seguendo una indicazione letta in un racconto di TPC siamo state al ristorante L’Entrecote (38 Rue St Denis –tra Les Halles e il Beaubourg-). Ebbene è risultato un prezioso suggerimento, fanno un entrecote (costata di manzo) davvero speciale: si tratta di un piatto unico –formule entrecote- ovvero entrecote accompagnata da abbondanti patate fritte e insalata! Insomma con poco più di 10 euro a testa il vostro stomaco ne uscirà davvero soddisfatto...Unico neo: chiudete un occhio –se non due!- sull’arredamento: il kitsch regna incontrastato!! - come non cadere nella meravigliosa “trappola” delle crepes alla nutella? Sappiate che da una zona all’altra della città –anzi da una rue all’altra- le potrete trovare anche a quasi 2 euro in meno di prezzo...Insomma scegliete bene dove “rimpinzarvi”! - per panini, acqua e altri generi di conforto alimentare e non, è sicuramente conveniente fare un po’ di shopping nei supermarket: ce ne sono molti in ogni angolo della città –es. Catene Monoprix e Franprix- ITINERARIO: 1° GIORNO (sabato 10 aprile). Si comincia bene: voli in super ritardo e tutto il programma della giornata è saltato. Ma non ce la prendiamo: infondo abbiamo una settimana parigina di fronte noi! Dopo un po’ di relax in hotel ci siamo rifatte con una bella crociera notturna sulla Senna. Con 7 euro il Bateaux Mouches è l’ideale per avere una prima visione d’insieme di questa strabiliante città (P.S. Da non perdere la Tour Eiffel che dalle 20 alle 24 –se non ricordo male- ogni ora, per qualche minuto, s’illumina quasi fosse invasa da miliardi di lucciole!)

Annunci Google
  • 10083 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social