Provenza e Camargue: alla ricerca di Vestigia!

VIAGGIO D’ISTRUZIONE IN PROVENZA E CAMARGUE Questo è il reportage del viaggio d'istruzione della mia classe, la 5 A ginnasio del Liceo Classico Pascoli di Gallarate, Varese. Eravamo in 24, la spesa è stata di 205 euro a testa, complessivi ...

  • di Alessandra Rampinini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

VIAGGIO D’ISTRUZIONE IN PROVENZA E CAMARGUE Questo è il reportage del viaggio d'istruzione della mia classe, la 5 A ginnasio del Liceo Classico Pascoli di Gallarate, Varese. Eravamo in 24, la spesa è stata di 205 euro a testa, complessivi di pernottamento mezza pensione in hotel 3 stelle nel centro storico di Arles per 3 notti, guida dal 10 al 13 marzo, entrate ai musei e siti archeologci vari, pullman.

Per la francia i documenti necessari sono: carta d'identità, modello E 111 per l'assistenza sanitaria all'estero, libretto sanitario.

Il percorso Gallarate-avignone-arles-St Maries de la Mer-aigues mortes-nimes-orange-aix en provence è di 792 km, escluso il viaggio di ritorno da Aix-en-provence a Gallarate.

10 marzo 2004: (silvia) -4... -3... -2... -1... Sì! Finalmente è arrivato il 10 marzo! Dopo due faticose settimane di interrogazioni e verifiche, partiamo per la git... ehm, cioè, per la visita d’istruzione in Francia, dove potremo divertirci e rilassarci (considerando i km percorsi e le notti in bianco, forse quest’ultimo verbo non è molto adatto...).

Dopo una massacrante sveglia alle 5.00 a.M., ci ritroviamo tutti (VA e VB ginnasio, professori Ceroni, Rivolta, Cardani e signora Cecilia) davanti a scuola e alle 6.00 a.M. Partiamo! La mattinata trascorre in modo abbastanza noioso, mentre il pullman sul quale viaggiamo attraversa la Liguria, per poi arrivare in Francia. A mezzogiorno ci fermiamo nel centro storico di Saint Paul de Vence, una cittadina molto graziosa, con tante viuzze e paesaggi davvero pittoreschi.

Bisogna aggiungere la presenza di un fatto molto strano nelle mie solite gite scolastiche: c’è il sole e fa caldo! Comunque, dopo aver faticato per trovare un bar dove mangiare (infatti c’erano più gallerie d’arte che ristoranti), risaliamo sul pullman alla volta di Avignone! Giunti a destinazione, alle 16.30 circa, visitiamo subito il Palazzo dei papi. È un edificio davvero immenso, che risale al XIV secolo ed è stata la sede papale fino al 1377. Ammiriamo dalla Grande Cour la “finestra dell’indulgenza”, da dove il papa dava la benedizione ai fedeli, e alcune sale, come il Gran Tinello, la Camera dei Paramenti, la Camera Papale e la Camera del Cervo. Dopo aver osservato il paesaggio da una delle sue torri, usciamo dal palazzo.

Purtroppo abbiamo poco tempo per visitare il resto della città, così ripartiamo subito per Arles, dove pernottiamo.

Giunti in albergo, abbiamo qualche problema con le camere, perché molte non hanno il numero di letti giusto e alcuni di questi sono rotti. In poche parole: dopo fraintendimenti con le ragazze della reception, scenate isteriche, litigi per le sistemazioni nelle stanze e scolaresche straniere che continuano ad arrivare al nostro hotel, all’alba delle 23.00 riusciamo a sistemarci tutti nelle camere (io, infine, ho dormito in un letto matrimoniale insieme ad altre due mie amiche).

La notte prosegue insonne fra party, chiacchiere, musica, lamentele da parte dei signori dell’albergo per il gran chiasso e tanta allegria! 11 marzo 2004: Il risveglio è doloroso perché la precedente notte abbiamo dormito poco. Tra sbadigli e sbuffi, ci vestiamo e facciamo colazione. Alle 9.00 a.M. Ripartiamo con destinazione Nimes; questa è detta “Roma francese” per i suoi monumenti del periodo augusteo. Per prima cosa, visitiamo il Jardin de la Fontaine, un magnifico parco, sede di una fonte consacrata agli dei. In questo giardino rimangono anche alcuni importanti resti termali, detti Temple de Diane. Proseguendo lungo la città, ci fermiamo alla Maison Carrè, un tempio costruito forse da Agrippa in onore dei suoi figli Lucio e Caio, morti prematuramente. Al suo interno è stato realizzato un museo che conserva alcuni reperti archeologici

  • 1466 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social