Provenza - Il colore viola

Ecco il link per vedere alcune fotografie: http://travel.webshots.com/album/573394161JflTho Mercoledì 1 luglio Partenza nel primo pomeriggio. La mia auto non ha un navigatore, mi sono quindi comprata una cartina stradale della Michelin relativa alla Provenza e Costa Azzurra, più una della ...

  • di kipling
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ecco il link per vedere alcune fotografie: http://travel.Webshots.Com/album/573394161JflTho Mercoledì 1 luglio Partenza nel primo pomeriggio. La mia auto non ha un navigatore, mi sono quindi comprata una cartina stradale della Michelin relativa alla Provenza e Costa Azzurra, più una della Francia generica che già avevo. Abitando in Val Chisone, anche la mia zona di residenza è già inclusa in quella sopra citata, per cui non ho bisogno di procurarmene altre.

Anche se il sito ViaMichelin consiglierebbe di prendere l’autostrada, tornare a Torino, e poi passare via Bardonecchia, opto invece per la via più corta, e passo da Sestrière-Cesana-Monginevro. La parte dei tornanti in discesa è piuttosto difficoltosa, l’avevo fatto altre volte, ma mai alla guida! Per la prima sera ho prenotato tramite Venere l’hotel Bel Alp a Manosque. Poiché non ho avuto modo, né tempo né voglia di pianificare niente, tale località mi pare un po’ “l’ombelico di Provenza”.

Lo scopo del mio mini-viaggio è essenzialmente ammirare i campi di lavanda, al momento al culmine della fioritura.

Raggiungo la mia meta senza particolari problemi. Il Bel Alp, costo 39€, è situato in posizione comoda alla periferia della città, non particolarmente amena, ma vicino all’autostrada ed altre arterie di collegamento. La mia stanza si affaccia sul retro, su un giardino un po’ incolto. La finestra della mia stanza è comunque molto ben insonorizzata. Dormo benissimo.

La camera è carina, piccola, e molto pulita. Un’ottima scelta, dunque.

Giovedì 2 luglio Partenza verso le 10.30 in direzione di Apt. Lungo la strada, rimango colpita da un piccolo paesino, Cereste, che mi sembra un villaggio dall’atmosfera molto rilassata, il mio primo assaggio di Provenza, quindi. Sole splendente, aria tersa, vasi di fiori appesi ai lampioni, anziani alla Jean Gabin seduti ai bar ed intenti a sorseggiare pastis. Qualche straniero, ma veramente poca roba.. Sono diretta a Rouissillon. All’ingresso del paese, sono costretta a lasciare la mia vettura al parcheggio Saint Jacques, costo € 2.50. Non posso proseguire in centro perché è giorno di mercato. Lungo la strada principale, noto che alcuni privati affittano camere sui 40€, che è un buon prezzo, visto l’andazzo della zona. L’ingresso al Sentiero delle Ocre costa 2.50€, ed il percorso è molto suggestivo. E’ possibile percorrere due diverse piste, rossa e gialla, la prima è leggermente più lunga, ma comunque niente di particolarmente pesante, nonostante il caldo, la temperatura è sui 34 gradi. Gli accostamenti cromatici sono davvero impressionanti, e rimango molto colpita.

Finito il giro, faccio una passeggiata nel paese. Il mercato consiste in 4 bancarelle che vendono cianfrusaglie per turisti e frutta e prodotti locali a prezzi spaventosi. C’è da dire che anche nelle épiceries ho visto pesche a 5€ al kg.. Compro 2 quiches in una panetteria, spendendo 4.40€ in tutto, e decido che forse è meglio fermarsi in qualche supermercato alla mattina per i rifornimenti del pranzo.

Precisazione: non è che io sia una persona particolarmente taccagna. Purtroppo il mio stipendio non mi consente di scialare più di tanto. Scrivo questi particolari un po’ perché ho sempre sognato di essere fra gli autori della Lonely Planet, ed un po’ perché spero almeno che questi miei riferimenti possano essere di aiuto ad altre persone che intendono visitare gli stessi posti. In ogni caso, ho visto moltissima gente seduta sulle panchine all’ombra intenta a consumare tonno e mozzarelle in scatola.

  • 7867 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social