Bretagna - Cornovaglia

Destinazione: Costa orientale e meridionale della Bretagna, Cornovaglia (francese) compresa, più una breve puntata nell’entroterra. Viaggiatori: quattro donzelle, molto affiatate. Periodo: fine luglio, inizio agosto Durata del viaggio: 9 giorni Spostamenti: in aereo da Bologna a Brest, con scalo a ...

  • di Laura Campadelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Destinazione: Costa orientale e meridionale della Bretagna, Cornovaglia (francese) compresa, più una breve puntata nell’entroterra.

Viaggiatori: quattro donzelle, molto affiatate.

Periodo: fine luglio, inizio agosto Durata del viaggio: 9 giorni Spostamenti: in aereo da Bologna a Brest, con scalo a Lyon. Macchina a noleggio per tutto il soggiorno in Francia. Il ritorno in aereo, da Rennes a Bologna.

Sistemazione: a parte il giorno d’arrivo, per cui avevamo prenotato in un albergo a mezza pensione, abbiamo sempre dormito nelle chambre d’hot, trovate sul nostro percorso giorno per giorno, senza prenotare. Prezzi economici, famiglie simpatiche, camere pulite, e grossa libertà di movimento! Come vestirsi: sicuramente a cipolla. Roba leggera sotto, con sopra qualcosa di più pesante. Oltre a pantaloni lunghi di cotone, o meglio ancora di quel tessuto sintetico che tiene anche il vento, è bene portare una temica, una felpa, magliette a maniche lunghe e non solo a maniche corte, calzettoni, e un ombrello pieghevole. Scarpe da ginnastica e sandali (anche se spesso con calzetto accluso, stile tedesco) vanno bene. Noi avevamo anche pantaloncini corti e costume da bagno. Non li abbiamo usati nemmeno una volta. Condizioni metereologiche: non è vero che piove sempre. In cielo c’è sempre qualche nuvola, ma di vera e propria pioggia, noi non ne abbiamo presa. Sulla costa può esserci nebbia fitta, il che guasta il panorama. Quando c’è il sole, e si è riparati dal vento, fa caldo.

Cibo: dato che non abbiamo provato l’alta cucina francese, possiamo affermare che, a parte le colazioni ricche che vi consigliamo di consumare con abbondanza ogni giorno, abbiamo mangiato non proprio benissimo, ma solo perché non potevamo mangiare crepes ogni sera, dato che una di noi è intollerante al glutine. A mezzogiorno abbiamo sempre optato per il pranzo al sacco (avevamo un contenitore di plastica con piatti, posate e bicchieri acclusi: ci siamo nutrite di insalata mista per nove giorni!!!).

Foto: consiglio pellicole da 100 ASA, non di più, dato che anche col maltempo in questa stagione la regione è molto luminosa. Una reflex con un obiettivo 50mm sono sufficienti per ottenere bei risultati. Fate più foto che potete, non ve ne pentirete, la luce è fantastica! Consigli: la parte più bella della Bretagna è la Finistère, e la Cornovaglia in particolare, se dovete decidere di tagliare qualcosa, tagliate tutto, ma non loro, e soprattutto liberatevi dallo stereotipo che vuole i francesi tutti maleducati. In Bretagna sono tutti molto gentili (e poi, vabbè, gli stronzi ci sono dappertutto, no? Pensate a Roma... a Milano... a Bologna!). La guida migliore per questo viaggio è la Guida Verde, edita da Michelin.

1° giorno Volo aereo, noleggio macchina, sistemazione in albergo.

Brest La città è quel che è, la cosa più bella sono i gridi dei gabbiani in cielo, dato che qui fanno le veci dei piccioni. Il tempo è coperto, un po’ nebbioso. Vi consigliamo di cenare in un posto che si chiama Amour de pomme de terre, dove servono patate cucinate in vario modo e con vari contorni. Non è economicissimo, ma si mangia bene, ed è caratteristico.

Le Conquet Un paesino delizioso, da vedere assolutamente! Colori fantastici, foto bellissime. Cercate di vederla sia con la bassa che con l’alta marea, fa impressione l’escursione dell’acqua lungo un arco di tempo di tre ore massimo! Pointe S.Te Mathieu Se c’è il sole, il panorama è molto bello. C’è un faro, grazioso, che però si visita a pagamento. Noi siamo tirchie, e quindi niente

  • 11620 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social