Bretagna e Normandia:una "marea" di scoperte

Bretagna e Normandia : una “marea” di scoperte. Quest’estate dopo un po’ di anni decidiamo di trascorrere nuovamente le vacanze insieme e per rendere più piacevole questa scelta cerchiamo di scegliere una meta che possa soddisfare le variegate esigenze ( ...

 

Bretagna e Normandia : una “marea” di scoperte.

Quest’estate dopo un po’ di anni decidiamo di trascorrere nuovamente le vacanze insieme e per rendere più piacevole questa scelta cerchiamo di scegliere una meta che possa soddisfare le variegate esigenze ( storiche – culturali -paesaggistiche – enogastronomiche ) di tre balde ( si fa per dire ) coppie di mezza età. Siamo cinquantenni ( o giù di lì) marchigiani della provincia di Ascoli Piceno e Fermo (citate ambedue giusto per non far torto a nessuno ). Strano a dirsi: senza tante discussioni o ripensamenti abbiamo quasi subito indirizzato la nostra scelta su Bretagna e Normandia.Per quanto possa sembrare superfluo ai fini del racconto , i nostri nomi sono Luigino e Carina , Pio e Dolores , e dulcis in fundo (per i ritardi accumulati) Nicola e soprattutto Carla. Voi forse non ci crederete , ma dopo “l’happy end” tra il Nicolà e la Carlà dell’Eliseo,abbiamo pensato : con loro in Francia dormiremo tra 4 guanciali!!!!Per non farci trovare impreparati abbiamo trascorso i nostri momenti liberi e “fatto l’alba” ( come dicono in gergo giovanile i nostri figli )a pianificare visite ed itinerari. In questo abbiamo trovato un notevole aiuto grazie alle testimonianze di altri turisti per caso come noi ed è per questo che vogliamo scrivere il racconto del nostro viaggio per rendere il favore ricevuto a coloro che in seguito vorranno visitare queste splendide regioni. Dopo una prima pausa di meditazione ( per trovare ferie coincidenti ma soprattutto per i festeggiamenti in onore del“mezzo secolo” di Luigino )abbiamo deciso la data del viaggio : 16 – 27 agosto ed i dettagli tecnici definitivi:trasferimento aereo in Francia da Roma – Ciampino a Parigi – Beauvais Tillè (scartata l’ipotesi di un viaggio andata e ritorno in auto dalle Marche ),pernottamento per la prima notte nei pressi dell’aeroporto e scelta mirata di due città “teste di ponte “ dove alloggiare per più giorni :Rennes per la scoperta della Bretagna , Rouen per il nostro sbarco in Normandia. Quindi abbiamo prenotato anticipatamente tramite internet il volo aereo ( con la compagnia Ryanair per un costo a persona di circa 180,00 euro ), gli hotel ( Premier Class –Ibis) ed una monovolume da 7 posti (dopo aver visto e contattato i siti delle compagnie di autonoleggio Hertz – Avis – Europcar –Alamo , abbiamo optato per quest’ultima ).Un caldo consiglio : una volta deciso la meta , fate subito le prenotazioni : risparmierete sul costo del volo ed avrete più possibilità di scelta sulle auto a nolo.

SABATO 16 AGOSTO: LA PARTENZA Finalmente si parte . “Il dado è tratto “ ...( per tutti noi tranne che per Carla che al momento del ritrovo ancora si gingilla tra pentole e fornelli e ci fa aspettare un bel po’ prima di arrivare ).Novelli Cesari attraversiamo il fiume Aso ( il Rubicone è abbastanza lontano ) e ci dirigiamo accompagnati da Giorgio un nostro amico all’Urbe da cui ci avventureremo...Alla scoperta delle Gallie. Partiamo verso le 13,30 per essere in aeroporto alle 16,30 ( ma c’è un po’ di apprensione visto che il televideo segnala bollino rosso sulle autostrade).Carla ha simpaticamente rischiato il linciaggio con l’avvallo di suo marito Nicola ma per questa volta si è salvata( anche perché l’euforia del viaggio ci rende più buoni ).Dal casello di Pedaso prendiamo l’autostrada e ci dirigiamo verso Ciampino passando per il Gran Sasso e l’Aquila. Arriviamo verso le 17. Il nostro volo è alle 18,50 e con calma sbrighiamo le pratiche di imbarco. Decolliamo con circa un quarto d’ora di ritardo ed alle 21,00 circa atterriamo sul suolo francese. L’aeroporto di Beauvais - Tillè si trova a circa 60 km a nord di Parigi ed è veramente minuscolo. Questo aspetto comporta un vantaggio : è assolutamente impossibile perdersi e così noi dopo aver ritirato in fretta i bagagli ,proprio di fronte all’uscita troviamo la sede della Alamo

  • 1436 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social