Dalla Normandia a Parigi

Premessa: tenete presente che durante buona parte del viaggio Giacomo è stato torturato dal suo dente del giudizio che non aveva niente di meglio da fare che nascere quando lui era in ferie. Un saluto al farmacista di Arromanches per ...

  • di GILLY
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Premessa: tenete presente che durante buona parte del viaggio Giacomo è stato torturato dal suo dente del giudizio che non aveva niente di meglio da fare che nascere quando lui era in ferie. Un saluto al farmacista di Arromanches per ringraziarlo dell’anti-infiammatorio!.

4 Agosto Partiamo da Firenze con volo Air France (300 € a/r per 2 persone) e dopo breve siamo già a Parigi pronti a ritirare la nostra C4 blu (noleggio National 290 € incluso guidatore aggiuntivo e super cover).

Forniti di mappe cartacee, niente navigatore satellitare, riusciamo ad imboccare la A13 verso Rouen, la nostra prima tappa, dove, dopo la nostra prima gallette, crepes di grano saraceno, assistiamo allo spettacolo della cattedrale su cui vengono proiettate le riproduzioni dei quadri di Monet.

5-6 Agosto Ci spostiamo sulla costa ad Honfleur dove abbiamo prenotato una camera il “Couer St. Catherine”, la migliore sistemazione in assoluto. Abbiamo un camera-appartamento ed una colazione a base di baguette fresca e marmellata fatta in casa.

Il primo giorno ci gustiamo il piccolo paese, con il suo porticciolo turistico, i giardini e i ristorantini di pesce e dove io do il via alla mia personale scorpacciata di cozze e dove Giacomo si gusta un Piatto Atlantico a base di crostacei! Il secondo giorno è dedicato alla Costa di Alabastro, dopo aver attraversato il ponte di Normandia ci dirigiamo verso Etretat dove ammiriamo le bianchissime falesie sia dall’alto che dal basso. Assistiamo anche alla velocità della marea che nel giro di 5 minuti ci fa arrivare l’acqua alle caviglie. Dopo una visita a “Clos Lupin”, ci dirigiamo verso Fecamp, visitiamo il Palais Benedectin e ci gustiamo il sole caldo sulla spiaggia di ciottoli.

7-9 Agosto Oggi comincia la nostra avventura sulle spiagge dello sbarco.

Ci dirigiamo ad Arromanches, dove abbiamo prenotato una camera per 3 notti con una graziosa vista sul mare. Il paese è piccolo ma molto frequentato, assistiamo subito alla proiezione del “Prezzo della libertà” nel cinema a 360° e in seguito visitiamo il museo, dove facciamo il Normandy Pass per usufruire degli sconti negli altri musei, proprio sulla piazza principale. Oggi e per gli altri giorni in Normandia il tempo sarà molto variabile e ventoso, cosa che scongiurerà più volte la pioggia.

Abbiamo cenato tutte le sera in paese, provando gallette, pesce e carne e siamo rimasti sempre soddisfatti.

Il giorno seguente ci dirigiamo ad Omaha Beach dove visitiamo il museo ed il cimitero Americano, con la sua vista infinita di croci e stelle di David di un bianco immacolato. Ci dirigiamo a Point a Hoc, un campo che porta ancora i segni dei bombardamenti e in serata ci fermiamo a Le Combe dove si trova il cimitero Tedesco con le sue innumerevoli lapidi di giovani senza nome. Facciamo una breve sosta a Bayeux per visitare la cattedrale.

Oggi ci spostiamo a un po’ verso nord e giungiamo a St.Mere Eglise che ci accoglie con il sole e con il manichino del paracadutista impigliato al campanile, dopo aver visitato il museo della cittadina, ci spostiamo verso la costa e visitiamo la Batteria di Crisbecq, muniti del foglietto illustrativo che ci danno all’ingresso entriamo nei bunker e visitiamo le casematte tedesche. Visitiamo anche la Batteria d’Azeville, al contrario della precedente, questa si visita solo con la guida, si percorrono i cunicoli sotterranei e i bunker dell’esercito tedesco, la ragazza che ci accompagna è molto brava e spiega un’infinità di cose e pensate che con meno di 5€ in due abbiamo effettuato una visita di più di un’ora, vale sicuramente la pena

  • 704 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social