Petit Paris

PETIT PARIS Sicuramente Parigi è da visitare in lungo e in largo data la sua vastissima estensione e l’incredibile numero di opere architettoniche e artistiche che possiede, ma noi abbiamo a disposizione un W-end, decidiamo, quindi, di vivere la città ...

  • di nike77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

PETIT PARIS Sicuramente Parigi è da visitare in lungo e in largo data la sua vastissima estensione e l’incredibile numero di opere architettoniche e artistiche che possiede, ma noi abbiamo a disposizione un W-end, decidiamo, quindi, di vivere la città saltando i musei e le code estenuanti per godere di ciò che è Parigi, fascinosa e altezzosa capitale Europea...Così francese!!!

1° giorno Venerdì 22 Agosto 2008 Arriviamo all'aeroporto di Orly intorno alle 11e30 del mattino tramite volo interno da Nizza con l'Air France.

Raggiungiamo l'albergo posizionato strategicamente in una traversa dietro l'Arco di Trionfo e i mitici Champs Elysees.

L'Albergo Royal Magda Etoile è piccolo ma confortevole, pulito e con personale gentile.

Decidiamo per una visita veloce all'Arc de Triomphe, peccato solo che si sia messo a piovere e noi come al solito siamo vestiti inadeguati ma soprattutto senza ombrello! La passeggiata lungo il viale dello shopping é d'obbligo, i negozi con le vetrine memorabili si alternano in un mix di colori e luccichii. Scendiamo in metro e facciamo l'abbonamento da 5,80 per l'intera giornata, a conti fatti e per l'intero w-end ci conviene fare un abbonamento al giorno, peccato che la metropolitana sia molto vecchia e mal tenuta, cartacce, macchie di muffa e odori forti sono presenti in buona parte delle stazioni. La prox tappa sarà il Trocadero, la splendida terrazza dalla quale ammirare la Tour Eiffel.

Quando arriviamo troviamo una pioggia fittissima e un vento forza 9, neanche l'ombrello appena comprato riesce a ripararci ma lo spettacolo è talmente emozionante che non ci importa. E' bellissima. Non credevo che un ammasso di ferro simile, potesse avere tutto questo fascino.

Arriviamo fin sotto la Tour Effeil pensando che forse con questa pioggia troveremo meno coda all'ingresso della salita.

Solamente le entrate per le scalinate a piedi sono vuote...C'è più coda per gli ascensori, certo! Torneremo nuovamente, magari di sera.

Sarà meglio comprare qualche abito adeguato perchè le previsioni del tempo non miglioreranno, così pensiamo di andare nei centri commerciali de La Defense. Al nostro arrivo troviamo il famosissimo arco di marmo bianco che ci presenta uno scenario futuristico dietro di lui. Architettura moderna e grandi spazi tra opere d'arte e milioni di pezzi di vetro. Sotto questa veste Parigi è diversa, quasi inadeguata per quanto io adori la modernità.

Finiamo il nostro giro di compere e facciamo pausa allo Starbucks, ci sediamo nella terrazza del retro bar e consumiamo il nostro caffè tra i piccioni, le carte e bicchieri di carta buttati a terra. Parigi è piuttosto sporca ovunque.

Optiamo per una sosta a Pigalle per cena e ci divertiamo a curiosare nei vari negozi che si trovano su questo pittoresco viale. Ancora un'occhiata al Moulin Rouge, al museo dell'erotismo e via alla volta della Tour Eiffel per la salita notturna.

Arriviamo in tempo per l'ultima scalata della sera e a mezzanotte e mezza siamo in cima all'antenna radio più alta e famosa del mondo, tra i giochi di luci che fanno ballare tutto il panorama circostante. Molto romantico.

2° giorno Sabato 23 agosto 2008 Questa mattina si dorme un po' e tiriamo fino a mezzogiorno perchè per pranzo andremo a Montmatre.

Visitiamo il Notre Dame e la foto sul punto zero; il centro di Parigi, è scontata. Camminiamo tranquillamente per le vie di questa isoletta e godiamo davvero dell’aria parigina, forni e pasticcieri che ci regalano profumi deliziosi, baguette croccantissime che escono dal loro sacchetto per più della metà, gli anziani che discutono per chissà quale banalità sportiva...Anche le litigate dei francesi sono così tranquille e nobles oblige

  • 263 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social