Consigli su Parigi ed Expedia

Eravamo stati a Parigi una diecina di anni fa..5 giorni.Visto poco.Ci siamo tornati per luglio per una settimana. Prenotiamo volo e hotel su Expedia. Sapendo che Parigi non eccelle in ospitalità alberghiera decidiamo per un’hotel con i migliori “giudizi clienti” ...

  • di gian.al.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eravamo stati a Parigi una diecina di anni fa..5 giorni.Visto poco.Ci siamo tornati per luglio per una settimana.

Prenotiamo volo e hotel su Expedia. Sapendo che Parigi non eccelle in ospitalità alberghiera decidiamo per un’hotel con i migliori “giudizi clienti” su Expedia, Venere ecc anche spendendo ben 130 euri a notte!!.La sciagurata scelta cade sull’hotel Magenta, nel boulevard omonimo perché c’è un offerta per le camere... Prenotiamo 40gg. Prima! ERRORE! ad una settimana dalla partenza le camere di “livello” superiore al nostro costano, per lo stesso periodo,ovviamente stesso hotel, 100 eurucci in meno. Essendo “in offerta” Expedia trattiene SUBITO l’intero costo della camera (mentre se utilizzate il sito dell’Hotel potete disdire sino all’ultimo o comunque pagare, in caso di insoddisfacente sistemazione, solo la prima notte e poi andar via!) e contattare Exèpedia è praticamente IMPOSSIBILE visto che il costosissimo numero da chiamare per informazioni od altro ha sempre gli operatori perennemente tutti occupati, ma per scoprirlo vi partono 2/3 eurucci alla volta! Vabbè...Si va. Ci fanno trovare una bella cameretta che definirla singola è sopravvalutarla, dove c’è un lettuccio una piazza e mezza,(ovunque andiate MAI chiedere la matrimoniale altrimenti vi cuccate il lettuccio una piazza e mezza, sempre meglio chiedere una doppia!) si fatica a muoversi, praticamente l’armadio è più che altro un “simbolo”, tende e tappezzeria avrebbero bisogno di un’energica lavata,di bidet neanche a parlarne (ha! La douce France!) e non ci cambieranno le lenzuola per gli ultimi 3 gg. Nonostante siano visibilmente macchiate.

La mattina dopo il nostro arrivo cerchiamo di ottenere un qualcosa di più decoroso...Ma c’è da pagare “la difference”! Megli prendersi in saccoccia una fregata da Histoire de France! Quando torniamo in Italy ci troviamo a chiacchierare con amici del ramo alberghiero e scopriamo che “quando la camera è prepagata è logico che al cliente gli si ammolla il meno “commerciale”! Ormai soldi e pernottamenti sono già al sicuro!” Quindi: DIFFIDATE da “offerte” (del resto Expedia specifica che vi tratterranno subito tutto il costo soggiorno!) , PRIMA di prenotare cercate di chiarirvi tutti i dubbi tenendo conto che il tel. Per il “pubblico” ha il suo costo, che la sede legale di Expedia è nel NEVADA e che essendo un venditore di servizi niente ha a che fare con ciò che vende ed è quindi meglio contrattare direttamente con l’Hotel!!! Ciò detto: consigli pratici su Parigi.Inutile stare a parlare delle bellezze da vedere.

Ciascuno sceglie secondo i propri gusti e tempi.Noi in 2 tornate, 12 giorni in tutto...Non abbiamo visto tutto!MA una cosa vi consiglio caldamente di non perdervi,se avete un paio d’ore di tempo: andate a Cluny, a mezz’ora di metro da Parigi partendo dal centro, a visitare la cattedrale (che è la “mamma” di Notre Name) Vi sono i sepolcri e i cenotafi praticamente di quasi tutti i re di Francia.Anche la cittadina è deliziosa, ma purtroppo quasi nessuna guida la cita.

Anche interessante, suppure un po’ caro (8 euro!), il museo dell’erotismo, nei pressi del Moulin Rouge.Cinque piani di oggetti che non vedrete negli altri musei (gli ultimi due con mostre temporanee sull’argomento) Un modo “alternativo” per visitare la città ed i suoi monumenti sono i Batobus, tra tour Eiffel e i Jarden Fermano davanti ai principali monumenti e vi consentono, acquistando il biglietto giornaliero (12 euro),ma anche quello valido 2 giorni, di scendere e salire a vostro piacimento.Il giro completo dura comunque circa due ore.Se capitate in agosto potrete ammirare quella cosa un po’ patetica che è “la plague” (i parigini diperati che prendono il sole fingendo di essere sulla spiaggia sui lungosenna!) Il caffè: ormai lo fanno buono QUASI ovunque.Basta chiedere l’espresso “tres petit”, altrimenti vi arriva il beverone.! Bere, a Parigi, è un lusso! Due birre medie costano mediamente, nei ristoranti e non, come una buona bottiglia di vino.Scegliete voi. Nei ristoranti vi consiglio di chiedere sempre eau a la caraffe, gratis,altrimenti pagherete 3 o 4 euro per acque gasatissime ed amarognole La bottiglietta d’acqua più economica, fresca, la comprerete ad 1 euro dagli ambulanti abusivi.Meglio procurarvene in un market. Nei magazzini Lafayette c’è sempre un’”isola” di cortesia per i clienti (e non) dove troverete acqua bella fresca e ...Free! Se potete, non perdetevi la bellissima vista dall’alto della terrazza dei magazzini prossimi all’Operà e la struttura “liberty” anche interna dell’enorme complesso. Se andate ai Marais a cenare lasciate perdere i consigli della Lonely planet:l’ars de falef è senz’altro superiore a chez marianne e non tentano fregature sul conto (confermatoci da più avventori e per esperienza diretta!) Ma meglio andare a cena sul prestino.Alle 19 vi invitano ad entrare, alle 20 dovete fare la fila col buttadentro.PRIMA di entrare cercate di capire cosa state per ordinare, è meglio! Sempre sul tema mangiatoria ottima la catena “Ippopotamus” dove con 20/25 euro abbiamo mangiato della carne grillè ottima e dei dolci superbi accompagnati da ottimo rosso.Servizio impeccabile.Ma potete spendere anche molto meno, a seconda del menù scelto

  • 1626 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social