Due scompisce' a parigi

Scompiscè deriva dalla mia privata traduzione italiano-francese della parla scompisciato, riferita in primis ai miei capelli sparati in aria e poi a tutto quello che era un po’ scompisciato, come me ed il mio ragazzo Giovanni, in giro per una ...

  • di Spanty80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Scompiscè deriva dalla mia privata traduzione italiano-francese della parla scompisciato, riferita in primis ai miei capelli sparati in aria e poi a tutto quello che era un po’ scompisciato, come me ed il mio ragazzo Giovanni, in giro per una settimana nella bellissima capitale francese.

Io sono stata a Parigi nel lontano 1998, in gita scolastica, mentre per lui è la prima volta di un viaggio sognato da tempo e quindi carico di aspettativa. Mi metto d’impegno a creare un programma che comprenda visite “ ASSOLUTAMENTE DA FARE” ed altre più particolari per dare una visione globale della bella Parigi, non dimenticando il mio viaggio precedente ed alcune cose che anch’io volevo assolutamente vedere perchè in precedenza mi erano sfuggite.

I voti che troverete di seguito li ha dato proprio il mio boyfriend, che è rimasto soddisfatto dell’organizzazione viaggio, quindi...Se volete portare una persona speciale con voi a Parigi, curiosa e che non si stanchi di camminare troppo spesso...Potete prendere spunto da questo programma con consigli annessi.

1° GIORNO PARTENZA E SORPRESA Ci avviamo con calma alla Malpensa terminal 2, regno della Easyjet che abbiamo scelto per volare (80€ a/r), comoda per gli orari ( nel primo pomeriggio ) e l’arrivo a Charles de Gaulle, che è ben collegato con la RER, la rete di treni suburbani. La Ryanair arriva invere a Beauvis che è molto più lontano! CONSIGLIO TRASPORTI: Parigi è grande...Anche se si vuole camminare per vederla, qualche spostamento in metro è necessario. Io avevo optato per la Carte d’orange, che non è assolutamente solo per residenti, costa 16 € per la zone 1-2, che sono quelle dove si gira di più, e vale su METRO, BUS, RER. Vale da lunedì a domenica, quindi per i primi due giorni ci siamo arrangiati con biglietti singoli da 1.5 € a corsa sempre in zona 1-2. Nota bene: Charles de gaulle aeroporto, Versailles e Eurodisney necessitano di altri biglietti poichè sono fuori zona. Tutto dipende da quanti giorni state, che vacanza volete fare e anche da dove alloggiate. La metro è comunque particolarmente comoda e non difficile da usare, come ho letto su altri racconti, basta avere una buona cartina che si trova ovunque. La metro è una città sotterranea, in cui a volte c’è più gente rispetto alla strada soprastante...Carino a volte mescolarsi a tutta quella folla.

Volo in orario ma un po’ di attesa per i bagagli...Io non sto più nella pelle e voglio arrivare all’hotel per mollare la valigia e partire, Giovanni è più calmo e mi sopporta quando lo rimprovero perchè dopo avergli spiegato più volte quale mezzo dovevamo prendere per raggiungere Parigi ancora non lo sa! Siamo a Parigi all’Hotel prenotato tramite il loro sito internet, dopo aver scelto tra mille, questo era stato valutato bene dai clienti ed il prezzo era competitivo: 77 € per camera doppia a notte.

CONSIGLIO ALLOGGIO: L’hotel Plessis, ru du grand prieure 25, 75011, tel 0147001338. In zona Republique. Camere nuove belle e pulite, staff cordiale e diponibile, colazione a 6 euro molto meritevole, vicinanza alla metro. Unica nota poca carina è che alla sera il quartiere non è rassicurante al 100%, mi sento comunque di consigliarlo.

Ok ci siamo...Io non sto più nella pelle perchè ho preparato la prima sorpresa della vacanza: tour Eiffel illuminata dalla terrazza al Trocadero! Sembra banale, ma per una persona che la vede per la prima volta penso che la miglior cosa sia ammirarla con l’illuminazione serale e l’immagine monumentale che si ha sbucando proprio dalla metro del Trocadero. Ci fermiamo a mangiare in zona Hotel e poi...La sorpresa si concretizza. Giovanni vede i cartelli nella metrò che indicano l’uscita per la torre e capisce, ma la sorpresa non viene rovinata! Sempre ricorderò i suoi occhi stupiti davanti a quella meraviglia di arte e ingegneria. La terrazza è piena di gente ( sabato sera ), cominciamo a scattare foto e filmare, e guardare sempre più stupefatti...Finchè parte lo scintillio ( i primi minuti di ogni ora ) accompagnato dai gridolini della gente. VOTO TOUR EIFFEL : 10! Scendiamo dalla terrazza e ci avviamo per ammirare la bella dama anche da sotto, passiamo il pont d’Iéna e riparte l’ammirazione per la struttura della torre, di cui ora vediamo anche i dettagli. Gio vorrebbe salire...È proprio tentato...Ma le vertigini sono una brutta bestia, e la Tour è praticamente una struttura tutta aperta, quindi io non lo incalzo, non vorrei che un’immagine tanto bella si trasformasse in un incubo! Proseguiamo verso gli Champ de Mars, stracolmi di gente di ogni età sdraiata che ascolta musica, beve, si diverte...Un enorme festa all’aperto, ottima alternativa ad un sabato sera in un locale. Anche noi ci svacchiamo sull’erba, avvolti nel boato che accompagna ancora lo scintillio. Arriviamo all’Ecole Militare e poi metrò per tornare in hotel...Domani ci attende una lunga giornata

  • 805 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social