La provenza, terra dei colori

Se dovessi dare un titolo a questa nostra vacanza la chiamerei la vacanza dell'andare avanti e indietro e dei cimiteri. Questo perchè ci siamo trovati diverse volte a rifare la stessa strada, per questioni strategiche o per errore, e perchè ...

  • di lola
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Se dovessi dare un titolo a questa nostra vacanza la chiamerei la vacanza dell'andare avanti e indietro e dei cimiteri. Questo perchè ci siamo trovati diverse volte a rifare la stessa strada, per questioni strategiche o per errore, e perchè abbiamo visitato tre cimiteri e ciò non è di certo solito fare quando si è in ferie...

Comunque sia, la Provenza è davvero la terra dei colori: dal viola della lavanda che però ad agosto ti devi solo immaginare, al giallo dei girasoli e della luce, a tutte le tonalità dell'ocra e dell'arancio di Roussillon, ai verdi intensi dei boschi e all'azzurro del cielo e di tutta l'acqua che la circonda e l'attraversa. Non ci si può quindi meravigliare che questa terra abbia ospitato ed ispirato i più grandi pittori ed artisti degli ultimi secoli: Picasso, Chagall, Renoir, Van Gogh, Cezanne, Matisse, Vasarely, Le Corbusier.

Ciò che mi ha colpito è stato vedere come l'ambiente naturale sia ancora integro e venga rispettato, nonostante la presenza massiccia dei turisti e quindi l'importanza del turismo nell' economia del paese. Qui il turista può godere al massimo di tutta questa bellezza, attraverso impianti e strutture che sono diffuse su tutto il territorio, la cui presenza però non altera minimamente l'ambiente. Dovremmo imparare anche noi italiani a fare così. Noi diamo fuoco alle nostre meraviglie, in Francia invece i parchi vengono protetti dal rischio di incendio, impedendo all'uomo di accedervi.

Tanti sono i posti che abbiamo visto che ora, a casa, stento a ricordarli tutti. Proverò a ricostruire, in sintesi, il nostro itinerario con l'aiuto delle fotografie e del materiale che ho accumulato strada facendo.

6 Agosto: partenza da Castelfranco Veneto e uscita dall'autostrada a Mentone. Troviamo con fatica la Moyenne Corniche, sperando di poter scorgere la costa, ma il controluce e il fatto che ti trovi a percorrerla a ridosso dei monti, ci impedisce di godere della vista sul mare. Arrivo a Nizza e sistemazione nell' Hotel Cronstadt che consiglio per la sua vicinanza sia al mare che alla vecchia Nizza(www.Hotelcronstadt.Com). Come succede ogniqualvolta arriviamo in una nuova località, cerchiamo di "impossessarcene" girandola a piedi, nonostante la stanchezza del viaggio appena concluso. Cena buona e abbondante al bistrò " La Taca D'Oli" , specializzato in bagna cauda, ma noi optiamo per un piatto a base di pesce molto buono e la porzione per due persone sarebbe bastata senz'altro per tre. ( La Taca d'Oli, 35 rue Pairoliere, tel. 0493807093). Passeggiata sul lungo mare.

7 Agosto: Nizza. Dedichiamo la giornata a Nizza, percorrendo le viuzze della città vecchia, ci perdiamo tra le bancarelle del mercato in cours Saleya e le vetrine dei negozi.

Poi, prendendo l'ascensore, saliamo al Parc du Chateau, una formazione rocciosa alta circa 90 metri dalla quale si gode un panorama spettacolare su Nizza e sulla Baia des Anges. Per pranzo ci gustiamo un favoloso gelato presso Fenocchio, un glacier indimenticabile in cui puoi trovare gusti insoliti.(Fenocchio, 2 Place Rossetti) Al pomeriggio andiamo al mare, ma il tempo non è dei migliori e torniamo presto in albergo. Cena presso "Le Pain Quotidien". Qui conosciamo il maitre Romero che ci accoglie in modo simpatico e ci consiglia il piatto del giorno a base di pesce. Ritorneremo anche il giorno dopo, non solo per la simpatia di Romero, ma anche perchè si mangia bene. ( Le Pain Quotidien 1 rue Saint-Francois de Paule).

Dopo cena passeggiata sul lungomare.

8 Agosto: Alla scoperta delle tre Corniche, strade che collegano Nizza a Mentone attraverso paesini pittoreschi, località spettacolari e il principato di Monaco

  • 6455 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social