Provenza Camargue

Tour Provenza – Camargue 30/04/2008 – 04/05/2008 Pordenone – Aix En Provence Provenza ... Profumo di pino, erbe e lavanda ... E la lavanda?? Sono rientrata domenica scorsa dopo 17 ore di viaggio dal tour in pullman “Provenza-Camargue”. 1 ) ...

  • di Giovanna Carlot
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Tour Provenza – Camargue 30/04/2008 – 04/05/2008 Pordenone – Aix En Provence Provenza ... Profumo di pino, erbe e lavanda ... E la lavanda?? Sono rientrata domenica scorsa dopo 17 ore di viaggio dal tour in pullman “Provenza-Camargue”. 1 ) Giorno Aix En Provence Il viaggio all'andata è stato meno traumatico ma quando mi viene indicato come orario di arrivo il tardo pomeriggio io intendo le 17/18. Purtroppo, forse, per il cattivo tempo che ci ha accompagnato durante il percorso o per altri motivi che non so, siamo arrivati verso l'ora di cena ad Aix-en Provence.

Ci viene proposta la visita della città (¼ d'ora) prima di arrivare all'Hotel, che bontà sua ci sposta la cena di ½ ora, lo stesso si trova a 20 Km dal centro città e pertanto ritornarci quella sera dopo aver cenato o le successive sarebbe stato impossibile (motivi tecnici pullman, il programma intenso delle visite etc...). Data la stanchezza e “peronospera” che avevo non scendo dal pullman. La visita si limita al Corso Mirabeau a tempo di record! 2)Giorno Orange - Avignone Una splendida giornata ci accoglie al mattino quando siamo tutti pronti per partire verso le città di Avignon e Orange che raggiungiamo dopo 2 ore e qualcosa di viaggio. La signora che ci farà da guida ci aspetta a Avignon, dove arriviamo con ½ ora di ritardo. Alle 10 del mattino si parte per Orange . Tempo effettivo per visitare la città 1 ora!Arco di Trionfo e l'Antico Teatro. Decido di saltare la visita all'interno del Teatro, approfitto di conoscere un po' la città curiosando per il mercato che si svolge quel giorno. Pausa pranzo. L'albergo che ci ospita per il pranzo dista dal centro 1 Km e mezzo, (si poteva andare anche a piedi) è una buona struttura ed il cibo non è male.

Pomeriggio visita alla bella ed importante città di Avignon. Palazzo dei Papi – Cattedrale. Accolto favorevolmente il giro panoramico della città con trenino.

Ma ... E l'Abbazia di Sénanque? E' in questa zona ... Bella in quella foto con tutta la lavanda in fiore! La lavanda ... Ah sì dimenticavo e la lavanda? “Non è zona” ci dice la guida e prosegue “E poi non è periodo, fiorisce verso fine giugno! Questo, le agenzie, lo devono dire così la gente non si fa venire idee strane in testa”. Dobbiamo ripartire ci aspettano 2 ore circa di viaggio per il rientro in Hotel.

3) Giorno Camargue La giornata dell'apoteosi!Si decide di partire un po' prima altrimenti non si riesce a fare tutto il programma. Partenza verso Arles dove ci aspetta la guida la Sig.A Sandrin (brava e simpatica) e da qui proseguiamo per il Parco Naturale de Camargue.

Arriviamo alla città di Aigue Mortes dove a bordo del pullman “circumnavighiamo” le sue imponenti mura con la Tour de Constance. Che bella cittadina, penso. Piena di movimento, c'è anche un raduno di H. Davidson. Ho finito di pensare! ¼ d'ora e siamo di nuovo sul pullman, non c'è tempo ci aspetta il battello. Si parte per vedere: la laguna, i tori, i famosi cavalli, qualche uccello marino e breve spettacolino equestre per turisti annoiati di buttera con tori e cavalli. Il tutto occupa di tempo di 3 ore (1 e ½ di navigazione e 1 ½ ora andata e ritorno di tragitto)! Cosa sicuramente da non fare in periodi estivi perché a rischio di insolazione!!! Ma il pranzo a S. Maries de la Mer ci appaga di più!Una brodaglia rossa con pezzi, presumo di pollo, con un contorno di pasta scotta!E io che pensavo o ad una bistecca di toro (ne avevamo visti tanti) o a del pesce , aravamo sul mare! Ritorno a Arles. L'Arena, il Teatro Antico e poi tutto quello che ci circonda parla di Vincent Van Gogh!Per bere una CocaCola e l'uso della toilette rinuncio alla visita della Cattedrale di Saint Trophine. Rientro in Hotel 4)Giorno Nimes – Arles – Les Baux – St. Remy – Arles Brava! Preparata! Professionale la nostra accompagnatrice. Costanza ci accompagna a Nimes, ci illustra la storia dell'anfiteatro romano e della Maison Carrée, e con nostro piacere siamo riusciti a visitare la bella città. Anche il pranzo è stato soddisfacente. Nel pomeriggio si va ad Arles per prendere la Sig.A Sandrin e sotto un sole che sembra giugno si visita Les Baux de Provence sono le 17 quando si riparte. Ci soffermiamo per 20 minuti a St. Remy per vedere (così mi è stato riferito) un pezzo di casa natale di Nostradamus. Ma io (sono sempre la solita!), mi blocco ad assistere un pezzo di teatro di strada, una parodia sulla “polizia municipale”, come solo i francesi sanno fare e quindi a scattare delle foto. Si riaccompagna e si saluta la Sig.A Sandrin ad Arles. Rientro in Hotel. 5) Giorno – Rientro in Italia Accolta favorevolmente e buona l'idea del rientro via Nizza – Montecarlo, purtroppo dopo l'abbiamo pagata cara ... E poi ... E poi il resto è storia.

  • 3572 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social