L'Aquitania che non ti aspetti

Francia - Aquitania (Perigord – Lot) – nel settembre 2007, uno splendido ricordo. Domenica 9 settembre 2007 Partenza ore 8.30 da Urbino (siamo nelle Marche, a un tiro di schioppo dall’Emilia Romagna); autostrada fino a Torino e da qui proseguimento ...

  • di laciaccina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Francia - Aquitania (Perigord – Lot) – nel settembre 2007, uno splendido ricordo.

Domenica 9 settembre 2007 Partenza ore 8.30 da Urbino (siamo nelle Marche, a un tiro di schioppo dall’Emilia Romagna); autostrada fino a Torino e da qui proseguimento verso il traforo del Frejus (pedaggio solo andata € 32.50); ancora autostrada in direzione di Chambery/Grenoble fino a Valence , dove arriviamo alle 18.30 e pernottiamo all’hotel Campanile (€ 65.00 la doppia + € 7.00 a testa per la colazione). Per cena andiamo a Valence, che non offre grandi cose dal momento che è una città industriale.

Lunedì 10 settembre Da Valense prendiamo la strada D533 verso Le Puy en Velay: sono 110 km. Di un percorso che si snoda attraverso una bella strada panoramica tra boschi, altopiani, corsi d’acqua e piccoli paesi; con la fortuna di percorrerla con un tempo davvero stupendo ogni curva diventa una sorpresa e svela sempre nuovi paesaggi dell’altopiano dell’Ardeche. Attraversiamo il grazioso borgo di Lamastre e ci fermiamo per una sosta a Saint Agrave, paesino sull’altopiano dell’Ardeche a oltre 1000 metri di quota dove l’aria fresca e il cielo limpido ci invogliano a una breve sosta: qui troviamo il mercato settimanale di prodotti locali e non ci lasciamo sfuggire l’occasione di comprare il caratteristico miele di pino e di castagne dell’Ardeche , patate, aglio e cipolla; tra le bancarelle dei contadini facevano bella vista una serie di formaggi locali; anche in questo caso la tentazione all’acquisto era forte, ma dal momento che eravamo all’inizio del viaggio abbiamo deciso di soprassedere in quanto gli stessi formaggi non si sarebbero mantenuti per tutta la durata del viaggio. Lasciata Saint Agrave giungiamo a Saint Julien Chapteil che ci obbliga alla sosta, in quanto dalla strada dalla quale arriviamo, scorgiamo la bella chiesa che domina il paese e in effetti la sosta si rivela azzeccata in quanto Saint Julien è carino e merita una visita se pur breve, ed interessante si rivela la chiesa anche se in parte rifatta e comunque in posizione davvero panoramica con tutta la valle sottostante. Scopriamo poi che da Saint Julien Chapteil parte un percorso (circuito del Meygal) che tocca altri paesini della zona in cui ci sono cose da vedere; dall’opuscolo che troviamo nella chiesa decidiamo di fare una piccola deviazione (4 km.) verso Saint Pierre Eynac, dove troviamo una chiesa romanica di bella forma e un bel portale lavorato. Da qui riprendiamo la strada per Le Puy en Velay; una volta arrivati e lasciata la macchina nella parte bassa della città, saliamo nella parte vecchia attraverso stretti vicoli lastricati, fino ad arrivare alla Cattedrale di Notre Dame; la chiesa è in bella posizione e richiama forme orientaleggianti ma è abbondantemente rifatta: deve la sua fama poiché si trova lungo il cammino verso Santiago di Compostela; dopo circa due ore lasciamo Le Puy dirigendoci verso Rodez; decidiamo come sempre di percorrere strade secondarie non facendo uso delle grandi arterie e in effetti la scelta è azzeccata in quanto anche queste strade sono di assoluta qualità e prive di traffico: in questo caso la guida diventa tranquilla e rilassata e permette di godersi totalmente i bei paesaggi. Il percorso è tutto su un altopiano a 1000 metri di quota; attraversiamo di seguito i paesi di Sagues, Nesbinals ed Espanion, per arrivare verso le 19.00 a Rodez, dove pernottiamo sempre nella catena dei Campanile (€ 75.00 la doppia), stanchi ma davvero contenti del percorso

  • 15658 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. pieropiuma
    , 17/2/2011 21:36
    viaggio bellissimo che farò quest'estate.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social