Bretagna

28/04/07 sabato : MILANO-BOURGES Km. 800 via Frejus Sabato mattina alle 7,50 partiamo da via Zante pronti per la nostra avventura in Bretagna. Imbocchiamo l’autostrada per Torino-Bardonecchia ed entriamo in Francia via Frejus(costo sola andata 31,90 euro-andata/ritorno in 7 gg. ...

  • di chayla
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6

Roscoff : Hotel Le Triton da euro 49-52+euro 7 a persona la colazione 02/05/07 mercoledì : ROSCOFF-NEVEZ Km. 213 Questa mattina quando siamo usciti il termometro segnava 12 gradi ma l’aria frizzantina era veramente piacevole. Con la luce del giorno Roscoff cambia aspetto: è un paesino in cui si respira aria di mare e quiete e girando tra le viette ricche di case di sasso e graticcio pensi al caos di Milano ed assapori ancora di più questa tranquillità .Inoltre Roscoff è la capitale europea delle alghe;si tratta di 800 varietà che ricoprono il fondo del mare e che ogni giorno, quando con la bassa marea l’acqua si ritira per chilometri , vengono raccolte per i laboratori alimentari e cosmetici.Nel 1899 il dottor Bagot fondò proprio qui il primo centro di talassoterapia.L’acqua di mare è la più ricca delle acque minerali , contenendo cloruro di sodio, magnesio, potassio, solfato e plancton e alghe. La talassoterapia viene impiegata per rimetterci in forma , per disintossicarsi dal fumo e per la riabilitazione posto-operatoria e, inoltre, l’acqua amalgamata con argilla e sabbia cura reumatismi, artriti, osteoporosi ed i fanghi sono un valido aiuto contro la cellulite e la ritenzione idrica.

Dopo aver letto su un opuscolo tutte queste notizie avremmo voluto entrare in uno dei centri per queste cure , invece siamo andati alla ricerca delle famose cipolle rosa di Roscoff e di una maglietta per Ilaria. La ricerca delle cipolle è stata vana, dobbiamo aspettare la nuova produzione a giugno. In un negozietto pieno di souvenir marini abbiamo trovato una maglietta bianca con scritto Bretagna in brillantini per mia figlia e due magliette stile marinaro a righe bianche e blu con un peschereccio sul davanti per Gianni e Roberto. La visita alla chiesa di Notre-Dame de- Kroaz-Batz, costruita con i soldi dei mercanti e dei corsari e sulle cui pareti esterne sono scolpite delle caravelle, chiude il ciclo del nostro viaggio della costa bretone sulla Manica.(Da Roscoff si può raggiungere l’ile de Batz).

Prendiamo la D58 (dalla macchina scatto una bella foto ad un campo di carciofi ) ripassando da Morlaix ( N12 ) verso la strada dei Calvari , simbolo della storia locale ed esempio dell’arte e della cultura bretone. La valle dell’Elon raccoglie il vero patrimonio religioso popolare: i recinti parrocchiali . Essi sono complessi architettonici che esaltano la forza della fede di questo popolo e sono racchiusi da mura. L’accesso è consentito da una porta trionfale e rappresentano il collegamento tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Dentro ai recinti parrocchiali ci sono i “calvari”, composizioni scultoree di granito culminanti nella crocefissione.

In mattinata visitiamo St.Thègonnec, dove un rullino di foto andrà perso perchè aprendo la macchina non si è riavvolto ed ha preso luce, e Guimiliau uno dei più spettacolari che riproduce la vita di Cristo in circa 200 figure scolpite.

Lasciamo la zona un pochino triste dei calvari ed imbocchiamo la D18 sino a Le Faou dove mangiamo: io una crepe alle capesante, Gianni e Roberto una crepe all’anduille(una tipica salsiccia affumicata).Per la prima volta in Bretagna Gianni, nell’apposito gotto, assaggia il sidro, nobile succo di mele.(pranzo 20,6 euro).

La nostra giornata è ancora ricca e ci aspetta la penisola di Crozon(D791-D887) e più precisamente Point de Penhir(D8).La punta è bellissima :scogliere a strapiombo sul mare verde si alternano a spiagge nascoste mentre attorno la natura è selvaggia ed il vento ti accarezza e dove si respira a pieni polmoni l’aria pura di mare. Scattiamo numerose foto, una in particolare che ritrae Chayla, Sarita e me sedute su un masso che sembra sospeso nel vuoto

Annunci Google
  • 1858 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social