Provenza e Camargue

Sabato 22 dicembre Cannes Si parte....destinazione i profumi e i colori della Provenza e la Camargue selvaggia. La Francia per le festività natalizie si è vestita di luci ed eleganza, alle quattro del pomeriggio arriviamo a Cannes; abbiamo preso alloggio ...

  • di Albertgius
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sabato 22 dicembre Cannes Si parte...Destinazione i profumi e i colori della Provenza e la Camargue selvaggia.

La Francia per le festività natalizie si è vestita di luci ed eleganza, alle quattro del pomeriggio arriviamo a Cannes; abbiamo preso alloggio in un Etap, prenotato la sera prima in internet sfruttando la promozione. L'hotel è situato in centro e anche se con le camere piccole ha tutto ciò che serve per riposarsi e mettersi il libertà. Abbiamo portato l’auto ad un parcheggio a pagamento per 8€ a notte.

Abbiamo visto Cannes con una leggera pioggerellina. La Francia con i suoi negozi sempre a portata di mano non delude mai, sai sempre che troverai delle baguette, e croissant freschi a qualsiasi ora. Di Cannes ci è piaciuta la passeggiata sul lungo mare della Croisette, spettacolare ed illuminata con cura; le palme e i fiori che la adornano fanno la loro parte abbindate da illuminazioni natalizie raffinate. Dietro il lungomare ovviamente si stagliano i famosi alberghi; lasciando da parte i giudizi sull'utilità di certi sfarzi, bisogna ammettere che contribuiscono a dare un certo tono al lungomare. Siamo andati davanti al palazzo dove viene svolto il festival di Cannes; anche fuori stagione rende bene l'idea del tempio del cinema, sulla piazza ci sono anche le mattonelle con le impronte delle mani dei vari divi; noi ci abbiamo camminato sopra e cosi le abbiamo notate per caso. Camminando per la città incontri volti di attori dipinti sui muri, o sulle fermate del bus, che rappresentano film diventati famosi, a volte sono dipinti su intere facciate di case. domenica 23 dicembre Aix en Provence Ci alziamo presto, e dopo una bella colazione giriamo ancora qualche ora per Cannes, dopo di che si parte in direzione Aix en Provence, dove la sistemazione è presso un elegantissimo Ibis che in promozione Alberto ha trovato in internet al nostro solito accettabile prezzo.

Aix é illuminatissima per Natale e la visitiamo con una passeggiata di quattro ore. E’ una città antica con vie pedonali ricche di quei ''negozietti'' come l'Occitane che generalmente da noi ritrovi solo durante la fiera dell'artigianato. La città era affollatissima, infatti è stata un’impresa trovare il parcheggio; Il cuore della città è Cours Mirabeau, viale alberato illuminato per le feste e decorato da fontane, che porta a Plaçe Generale De Gaulle, con al centro la Fontana de la rotonde, che raffigura le tre grazie francesi (Giustizia, Arte, Agricoltura) illuminata benissimo; la via accoglieva un mercatino di natale dove la maggior parte delle bancarelle vendeva prodotti artigianali, c'erano candele profumate, fiori secchi, lampade di pietra che irradiavano i colori del quarzo, fiori immortalati dappertutto, candele, vetro, saponi, lampade e stoffe. Aix è il primo contatto con i colori delle Provenza: giallo, rosso, viola-lavanda, verde blu, come li avevano rappresentati sia Cezanne che Van Gogh, colori che apprenderemo, erano tipici della natura circostante ma che divennero i colori delle stoffe di Provenza solo dopo aver visto i colori sgargianti e caldi che arrivavano dalle stoffe importate dall'oriente.

Dopo aver girato il mercatino artigianale, coperto da un tetto di lucine gialle, ci inoltriamo nella città le cui viette si aprono in piazze anch’esse illuminate e adornate; la città è pulita, solo la Cattedrale di St Saveur delude un po' in quanto troppo nascosta; è del periodo romanico ma ci sono passati anche i Merovingi, il battistero da quanto letto, è stato fatto da loro. Peccato sia sacrificata dallo spazio urbano perché cosi non colpisce molto

  • 9947 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social