Linguadoca in Camper

Linguadoca in Camper L’idea è nata per caso, un giorno che vengono a trovarci Carla e Franco la coppia di amici di “Paris en trois jour”. Nel sorseggiare il caffè, che Pina nel frattempo aveva preparato, e parlando delle vacanze ...

  • di Childerico
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Linguadoca in Camper L’idea è nata per caso, un giorno che vengono a trovarci Carla e Franco la coppia di amici di “Paris en trois jour”.

Nel sorseggiare il caffè, che Pina nel frattempo aveva preparato, e parlando delle vacanze estive appena concluse Carla esordisce proferendo che “il viaggio in barca progettato per l’estate, e che non abbiamo più fatto, gli è rimasto qui” portando l’indice all’altezza della gola.

Sì ma siete stati a New York e in Florida, ribatto io, che è pur sempre un bel viaggio.

Carla: vabbè, ma la gita sul canal du Midì mi sarebbe piaciuto farla... ed io un po’ per scherzo, un po’ perché se mi nomini la Francia ... parto, tra il serio ed il faceto: qual è il problema ... Andiamo lunedì! Siiiii? SI !.

Accendendo il computer alla ricerca di alberghi, voli e quanto altro occorresse per organizzare il viaggio, penso: ma perché non prendiamo un camper? il CAMPER? Sì un camper! Ma non ne sappiamo nulla, dice Franco incuriosito dalla novità del mezzo di trasporto, ma con un barlume furbesco negli occhi che lasciava intendere che l’idea non gli dispiacesse.

I cancelli chiusi di un rent a camper ci vedono arrivare, il giorno seguente, una buona mezzora prima della loro apertura ed il noleggiatore, al suo arrivo, meravigliato di trovarci lì così presto, è ben lieto di offrirci tutte le spiegazioni opportune e mostrarci i campers disponibili.

Firmiamo il contratto di nolo, la consegna è per il sabato sera, la domenica sono chiusi e non consegnano, abbiamo così tutta la domenica per rifornirlo dell’occorrente. Il prezzo trattato è buono, il camper ottimo per quattro persone, ma ne può contenere sette.

Domenica ore venti, accendiamo il motore e via verso una nuova avventura.

Sono le 22,30, quando decidiamo per una sosta caffè in un area di servizio in Toscana. Ci ricordiamo di essere in camper, in più di avere un certo languore, il caffè lo prendiamo dopo che, messomi ai fornelli ho preparato “du pennette ar tonno e pomodoro” che abbiamo divorato in un battibaleno.

Continuiamo il viaggio per altre due ore circa fermandoci per la notte in un autogrill agli inizi della Liguria. La prima notte in camper è passata tra veglie e sonno, i Tir che ti passavano accanto sembravano Shuttle in partenza, mai fermarsi nelle loro vicinanze questo lo abbiamo imparato subito.

Il caffè che Franco, da buon mattiniere, ha preparato ci ha svegliato del tutto, facciamo una buona colazione a base di latte, caffè, yogurt e torta di more, fatta in casa da Carla, e ci rimettiamo in cammino alla volta di Ventimiglia che raggiungiamo verso le ore 11.30.

Passiamo il confine e decidiamo di fermarci alla prima area di servizio attrezzata dopo Nizza: Cambarette sud – autoroute A8, la sosta ci dà l’opportunità di riflettere su come sia passata la prima notte e se il camper possa essere il mezzo per una vacanza ideale anche per chi come noi, ne era sino a poche ore prima del tutto impreparato.

Decidiamo che ci daremo una risposta alla fine del viaggio.

Eccomi di nuovo ai fornelli: “olio, pancetta, ½ bicchiere di vino bianco, scatoletta di pomodori pelati, bucatini e pecorino, rigorosamente romano, hanno fatto sì che intorno al nostro camper ci fosse un via vai di diversi camperisti viciniori che si beavano degli aromi emanati dalla salsa. Dopo circa 250 km ed aver sfiorato Aix en Provence, Salon de Provence arriviamo ad Avignone eletta città della cultura nel 2000, famosa per essere stata per circa settanta anni sede pontificia nonché per un orecchiabile motivetto: Sur le pont d’Avignon on y dance on y dance... Riferendosi al ponte Benezet

Annunci Google
  • 4809 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social