Allegra Alsazia fiorita

Ciao, sono Laura, la biellese amante dei viaggi ( laura-ti@libero.it). Dal 9 al 14 agosto 2007 ho visitato con mio marito l’allegra Alsazia fiorita, e fatto puntatine in Germania e Svizzera Km effettuati: 1300 Benzina: 3 pieni con una Peugeot ...

  • di l@ur@
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao, sono Laura, la biellese amante dei viaggi ( laura-ti@libero.It).

Dal 9 al 14 agosto 2007 ho visitato con mio marito l’allegra Alsazia fiorita, e fatto puntatine in Germania e Svizzera Km effettuati: 1300 Benzina: 3 pieni con una Peugeot 307 ( l’ultimo fatto a Ponte Tresa, vicino a casa) Pernottamento: Prèmiere Classe, B&B , Hotel Landhoff, Bonsai. In Francia sono presenti catene di Hotel convenienti con il bagno in camera. Le camere sono spartane, ma a noi servono solo per dormire. È possibile prenotare via internet, ma noi di solito non lo facciamo perché non abbiamo mai un programma definito, andiamo un po’ all’avventura. I prezzi variano da città a città e sono più cari nelle città più turistiche. Di solito variano fra i 32 e i 45 euro. Questi hotel si trovano sempre nell’immediata periferia e sono di solito tutti vicini con i prezzi ben in vista anche dalla strada. L’Ibis invece si trova in città, ma il prezzo cambia. Il Landhoff è più caro, come il Campanile, perché fa parte di una categoria superiore. L’ Alsazia è una terra di case costruite con parti in legno a vista, tetti spioventi e tanti fiori incredibilmente colorati e ben assortiti in ogni dove; è una terra in cui le vigne, curatissime, si estendono a perdita d’occhio.

Nel nostro viaggio abbiamo percorso la “route du vin” e parte della “route du fromage”, abbiamo visto il paradiso delle cicogne, uccelli portafortuna, le chiuse del Reno, Friburgo, Strasburgo, Metz, Colmar e dintorni, il centro di Basilea e abbiamo passeggiato sulle rive del lago di Lucerna.

Unica guida consultata prima della partenza e durante il viaggio: il racconto dei viaggiatori di “turisti per caso” che ringrazio ancora per le “dritte” così preziose e precise.

Siamo partiti nella mattinata di giovedì 9 agosto e, non ostante le previsioni fossero pessime per tutta la durata della vacanza, il nostro spirito avventuriero non ci ha abbandonato anche perchè dove andiamo portiamo caldo e sole ... infatti mai usato né ombrello né giacca impermeabile... Ho delle mappe che invio volentieri a chi lo desidera e che riguardano tutta la strada percorsa da noi.

9 agosto 2007 (Friburgo, Strasburgo) decidiamo di passare dal San Gottardo, col nostro bollino blu per le autostrade svizzere ( validità fino a gennaio 2008 al prezzo di 28 € presso l’ACI) e alla galleria troviamo una coda diuna ventina di minuti, ma tutto gratuito, a differenza del Monte Bianco.

La frontiera è un pro-forma perché le guardie stancamente ci indicano con la mano di passare e niente altro ( idem al ritorno).

Ci fermiamo a Friburgo per sgranchirci le gambe e per visitare una città che merita di essere vista. Da vedere: la Cattedrale e i suoi dintorni. Caratteristici i fossi pieni di acqua corrente che costeggiano tutti i marciapiedi: molti cani fanno i loro bisogni lì dentro. La città è pulita, ordinata e con un numero di turisti tale da permettere di essere scoperta in ogni suo angolo.

Proprio al centro ci sono diversi parcheggi sotterranei che accettano carta di credito.

Ed ora si va per la “strada dei vini” le cui città principali sono: Strasburgo, Metz, Nancy, Moulhuse, Guebwiller, Colmar e Obernai.

Si riparte alla volta di Strasburgo dove intendiamo fermarci per dormire.

Troviamo una camera conveniente in una catena di hotel Premiere Class ( 32 €) e andiamo alla scoperta della città.

I battelli che partono da dietro al castello fanno visitare la città fino al palazzo d’Europa, la visita dura 1 ora e 10 minuti e si può usufruire di un’utile audio-guida in italiano attraverso cuffiette poste accanto al sedile. Costo: 7.40 €/persona

  • 3772 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social