Normandia, un po' di Bretagna e Loira

Dopo il nostro primo viaggio organizzato, per le vacanze estive torniamo al nostro caro fly & drive, rigorosamente fai da te e con l’insostituibile aiuto di internet e degli amici TPC. Destinazione: Normandia, un pizzico di Bretagna e castelli della ...

  • di acacia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Dopo il nostro primo viaggio organizzato, per le vacanze estive torniamo al nostro caro fly & drive, rigorosamente fai da te e con l’insostituibile aiuto di internet e degli amici TPC.

Destinazione: Normandia, un pizzico di Bretagna e castelli della Loira.

Itinerario puntualmente deciso a tavolino, e alberghi/B&B già prenotati da settimane attraverso i siti gitesdefrance.Fr e logisdefrance.Fr: la prenotazione degli alberghi limita un po’ la libertà, ma alla luce dell’esperienza in Scozia dell’anno scorso abbiamo deciso di sacrificarla un po’ alla tranquillità di arrivare in un posto e non dover cercare per ore, anche perché nei giorni della nostra vacanza praticamente erano in vacanza tutti!!! Alla fine del racconto di viaggio, elenco le strutture con relativo nostro personale giudizio.

Sabato 12 - Volo Ryan Air Ciampino – Beauvais puntualissimo. All’arrivo a Beauvais alle 10 di sera, c’è giusto il tempo di ritirare l’auto (Opel Meriva con appena 2000 km, perfetta!!!!) e di mettersi alla ricerca dell’albergo: con l’aiuto delle mappe scaricate dal sito viamichelin.It è più facile del previsto, anche perché l’aeroporto è vicinissimo alla città, giusto un’occhiata di sfuggita alla maestosa cattedrale di Beauvais illuminata a giorno, e in un quarto d’ora siamo nella nostra camera: piccolina ma pulita e dotata di ogni confort. Piove a dirotto, quindi ci limitiamo ad attraversare il parcheggio per cenare con hamburger e patatine al Buffalo Grill e di corsa a dormire.

Domenica 13 - La sveglia è alle 8 ( e lo sarà per tutta la vacanza...La tabella di marcia è implacabile!), direzione Dieppe, per poi ridiscendere la costa passando per Etretat, passare sul ponte di Normandia ed arrivare ad Honfleur. Tutto si svolge secondo i piani...Peccato che a Dieppe non possiamo neanche scendere dalla macchina per il vento fortissimo e la pioggia! Ad Etretat decidiamo di scendere ed inzupparci, ma la vista della falesia a forma di elefante ci ripaga, così come ci conforta la nostra prima gallette: crêpe di grano saraceno con prosciutto cotto, formaggio e uovo! Slurp! Riprendiamo la strada costiera (anche se il mare in realtà si vede poco!) e ci fermiamo ad ammirare un faro circondato da km di brughiera che non a caso ci ricorda un po’ la Scozia...Il mare è veramente agitato, è uno spettacolo della natura!!! Passato il bellissimo ponte di Normandia (5,00 Euro), in un attimo arriviamo a Honfleur, dove il tempo decide finalmente di essere clemente e di farci gustare appieno questa cittadina così caratteristica e suggestiva! Il nostro albergo è centralissimo, praticamente sulla strada pedonale che abbonda di negozietti per turisti (naturalmente, soprattutto sidro e Calvados), a due passi dal vecchio bacino, il centro pulsante del paese...Decidiamo di rilassarci un po’ sedendoci ad uno dei tantissimi caffè: la vista è appagata dalle case a graticcio che si riflettono sull’acqua e dalle innumerevoli barchette...Appaghiamo anche il palato con un bel bicchiere di sidro ghiacciato ed una fantastica crêpe alla nutella! Giriamo il paese in lungo ed in largo, c’è un sole bellissimo che tramonta molto tardi. La cena, purtroppo, è da fare in albergo: menu fissi a 13, 17, 23 e 27 euro...Niente di speciale. Passeggiatina ad ammirare la miriade di luci riflesse nel bacino ed a nanna.

Lunedì 14 - Oggi ci attende Mont Saint Michel! Sono emozionata! Lasciamo Honfleur di buon’ora e, dopo aver percorso un po’ di strada costiera (curiosi di vedere le immense spiagge di Cabourg, gemellata con la nostra città), optiamo per l’autostrada da Caen ad Arromanche – poco caratteristica ma molto comoda! Si rivela una scelta buona: a circa 6/7 Km dal Mont, quando intravediamo in lontananza la famosa sagoma, rimaniamo bloccati in un mare di auto: si procede a passo d’uomo, in molti casi addirittura possiamo spegnere l’auto...Ma d’altronde è il 14 agosto!!! Dopo una fila interminabile, finalmente arriviamo all’albergo, e con nostro grandissimo piacere scopriamo che è in una posizione ottimale, in una delle ultime costruzioni prima della strada di accesso al Mont... Ci rifocilliamo velocemente in un pub attiguo all’albergo, e subito ci mettiamo in marcia: dobbiamo percorrere appena 2 km, ed è molto piacevole, se non fosse per le centinaia e centinaia di persone che stanno facendo la stessa cosa... All’interno del Mont, si ripresenta la stessa situazione di traffico di poco prima, questa volta a piedi: il numero di persone è incalcolabile, la velocità a cui è possibile andare è di circa 5 metri ogni 10 minuti! Dopo un tempo impossibile, finalmente arriviamo all’Abbazia: audioguida all’orecchio, è una visita da non perdere! Magari un po’ faticosa per l’alto numero di scalini, ma veramente suggestiva, con le terrazze affacciate sul “mare” che in quel momento è solo una distesa di sabbia in cui molte persone passeggiano e cercano conchiglie, le immense stanze adibite a cucina ed a refettorio, il chiostro...Bellissima! Torniamo indietro e ci fermiamo al mercatino di prodotti artigianali appena fuori l’albergo: tanti tipi di sidro e di Calvados, oltre agli immancabili biscotti al burro in graziose scatole di latta...Ma è ancora presto per prendere regali e souvenir, e decidiamo di farlo più in là: peccato, abbiamo perso un’occasione, si riveleranno i prezzi più bassi della vacanza! Approfittando del tramonto tardivo, andiamo a fare un giro in macchina verso i dintorni...Vediamo un’indicazione per un mulino e la seguiamo...E facciamo molto bene: il mulino è su una piccola collina, deserta, da cui si gode la vista del vicino Monte...Ne approfittiamo per mangiare la nostra baguette alla luce di un tramonto romanticissimo..

  • 6886 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social