Parigi ed Est Francia

11 agosto 2006 venerdì Finalmente ce l’abbiamo fatta, siamo partiti per le vacanze! Marco ha lavorato anche oggi, ma nel frattempo io ho fatto la spesa e caricato il camper. Siamo riusciti a partire alle 18.30 e fortunatamente non abbiamo ...

  • di La Redazione
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

11 agosto 2006 venerdì Finalmente ce l’abbiamo fatta, siamo partiti per le vacanze! Marco ha lavorato anche oggi, ma nel frattempo io ho fatto la spesa e caricato il camper. Siamo riusciti a partire alle 18.30 e fortunatamente non abbiamo trovato per nulla traffico, se non 20-30 minuti al traforo del Monte Bianco. I 21 km del tunnel sono passati, chiacchierando, abbastanza rapidamente.

Avevo delle indicazioni per un’area di sosta, subito dopo il confine, a Chamonix, in un parcheggio entrando in paese. Siamo riusciti a trovarla facilmente, grazie alla quantità di camper parcheggiati. Rimane sulla destra, poco dopo il campeggio. Si pagano 10 € per 24 ore.

Domani destinazione Parigi, dove spero di arrivare nel primo pomeriggio.

12 agosto 2006 sabato Ha piovuto tutta la notte ed ha continuato anche durante la giornata.

Alle 8.30, quando siamo partiti, c’erano 9° C.

Nel primo pomeriggio siamo arrivati ad un centinaio di chilometri da Parigi, così abbiamo deciso di effettuare una sosta al castello di Fontainebleau. La visita dei giardini, a cui ci siamo limitati, è gratuita, ed è iniziata all’insegna della pioggia, poi è andata migliorando e sono riuscita a scattare diverse foto.

Importante è la scalinata a ferro di cavallo, dove Napoleone tenne il suo ultimo discorso, prima dell’esilio, ma caratteristiche sono anche le 5 corti che alternano costruzioni e giardini.

Poco distante da Fontainebleau si trova un altro bel castello, di Vaux le Vecomte, con un giardino immenso coronato da fontane. Qui è uscito anche un po’ di sole, rendendo più piacevole la visita.

Alle 18.30 circa siamo arrivati al campeggio, in cui avevo prenotato, Bois du Boulogne, dove stavano, proprio in quel momento, chiudendo il cancello perché giunti al completo.

Ho dovuto saldare subito tutto il conto per le 5 notti prenotate, ma ho sentito che, nel caso, rimborsano i soldi se si anticipa la partenza.

La piazzola è quella super lusso, con corrente, acqua potabile e scarico.

Proprio mentre dovevamo parcheggiare ha ricominciato a piovere, forte.

Speriamo si sfoghi e domani ci conceda un po’ di sole, altrimenti inizieremo subito con la visita del Louvre.

13 agosto 2006 domenica Abbiamo iniziato con una giornata abbastanza massacrante ed io ora sono a pezzi.

E’ piovuto tutta notte e al risveglio era ancora grigio, così abbiamo mantenuto i nostri intenti e siamo andati al Louvre.

Il campeggio mette a disposizione una navetta, a pagamento, che ogni mezz’ora fa da spola con Porte Maillot, dove c’è una fermata della metropolitana.

Il primo trasbordo parte alle 8.30 e noi, mattinieri, ne abbiamo approfittato per cominciare presto la giornata.

La metrò n. 1 arriva proprio al Louvre e c’è un’uscita che conduce direttamente all’atrio di ingresso, passando di fianco a diversi negozi e ad una tabaccheria che vende i biglietti. Quindi, timorosi di fare coda alle biglietterie, abbiamo anticipato la spesa, modesta, di 8,50 € a testa.

Ci sono comunque diverse zone dove è possibile acquistare il biglietto, ma non ho visto comunque ressa.

Abbiamo visitato il museo dalle 9 alle 13, seguendo l’itinerario della guida touring e la mappa ricevuta con i biglietti che illustra la collocazione delle opere principali.

Abbiamo percorso il mezzanino, il pianterreno ed il primo piano, dove si trovano le tre opere più celebri, quali la Gioconda, non fotografabile, la Nike di Samotracia e la Venere di Milo, mentre abbiamo saltato, anche perché distrutti, il secondo piano in cui ci sono i dipinti francesi, tedeschi ed olandesi

  • 461 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social