Francia centro-occidentale in camper e caravan

GORGES DU TARN, ROCAMADOUR, ILE D’OLERON ED ALTA SAVOIA Quest’anno le tre settimane di ferie estive le abbiamo trascorse nel Sud della Francia tra le Gole del fiume Tarn e l’Ile d’Oleron, con brevi soste durante il viaggio di ritorno ...

  • di squalo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

GORGES DU TARN, ROCAMADOUR, ILE D’OLERON ED ALTA SAVOIA Quest’anno le tre settimane di ferie estive le abbiamo trascorse nel Sud della Francia tra le Gole del fiume Tarn e l’Ile d’Oleron, con brevi soste durante il viaggio di ritorno in Alvernia (Thiers) ed Alta Savoia (Albertville).

Il gruppo che ha partecipato al tour in terra francese era composto da 9 equipaggi (4 roulotte, 4 camper ed una tenda) per un totale di venti persone.

Partiti da Bologna nel pomeriggio del 4 agosto, 20 km dopo Ventimiglia, ci siamo fermati nell’ampia area di sosta “La Scoperta”, in territorio francese, dove abbiamo pernottato. Il mattino seguente abbiamo proseguito sulle ottime, autostrade del sud della Francia fino a Momtpellier, poi Millau e quindi risalendo la Valle del Tarn, siamo giunti al camping “International Les Bords du Tarn”, vicino a Le Rozier. Questo borgo si trova ai margini della Corniche de Causse Mejan, ampia area montuosa molto verde di una bellezza naturale e fruibilità notevole; in questa zona è possibile osservare spettacolari fenomeni carsici e profonde gole entro cui scorrono i fiumi Tarn, Jonte e Dourbie più a sud.

Nei cinque giorni di permanenza abbiamo visitato posti molto belli e particolari quali:l’Aven Armand, grotta di stalagmiti che formano una grandiosa foresta pietrificata; le Chaos de Montepellier le Vieux, spettacolare ambiente di rocce ruiniformi dalle forme strane, con sentieri che raggiungono arditi punti panoramici; l’Abime de Bramabiau, lunga e stretta gola sotterranea scavata dal fiume. Molto belli i paesini di Le Rozier, Peyrelau, La Malene, Meyrueis, oltre al castello di Peyrelade, arroccato su di uno sperone roccioso che domina la valle sopra Le Riviere sur Tarn.

Ovviamente chi viene in questa zona non può fare a meno di provare a scendere in canoa lungo il fiume Tarn: è una esperienza unica e indimenticabile.Noi abbiamo percorso uno dei tratti più belli, fra la Malene e le Cirque des Baumes, dove il fiume scorre lentamente fra alte pareti rocciose; in mezzo a questo bellissimo spettacolo naturale ogni tanto appaiono delle spiaggette, dove ci si può fermare, per poi riprendere la discesa. L’organizzazione è perfetta: terminato il percorso, dei mini bus riportano persone e canoe alla partenza. Il costo è stato di 12 euro a persona, ed abbiamo impiegato circa 2 ore e mezza, comprese un paio di soste, per compiere gli 8 km del percorso.

Lasciate le Gole del Tarn, abbiamo ripreso il viaggio verso ovest, fermandoci un paio di giorni a Rocamadour, situata nella valle del Lot e Dordogna. Rocamandour è un antico borgo medievale, aggrappato sulle ripidi pendici di un canyon, in uno spettacolare ambiente naturale. Nelle vicinanze abbiamo visitato la grotta de la Gouffre de Padirac, raggiungibile con un sistema di scale ed ascensori; tramite questi è possibile scendere in fondo ad un abisso, per poi entrare in una grande spaccatura sotterranea dove scorre un fiume che può essere percorso, per un certo tratto, in barca. Inoltre ci siamo recati nei paesini di Montvalent e St Céré e visitato i castelli di Montal e Castelnau.

Il 12 agosto 06 abbiamo raggiunto l’Atlantico sistemandoci nel camping “Les Chenes Verts” a Dolus, sull’Ile d’Oleron che è collegata al continente con un lungo ponte (km 3,5). L’isola è pianeggiante e presenta numerose piste ciclabili che permettono di raggiungere sia i paesini, lungo la costa orientale, quali Chateaux d’Oleron, Boyardville, la foresta di Saumonards, St. Denis ed il faro di Chassiron posto in punta all’isola, sia quelli sulla costa occidentale (quasi tutta sabbiosa e con alte dune) come la Cotiniere, Le Petite Village, St. Trojan e la sua foresta

  • 6844 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social