Corsica, il giro dell'isola in 11 giorni

Premessa Era già da qualche anno che pensavamo alla Corsica come possibile meta di una vacanza estiva in grado di conciliare la nostra passione per i viaggi “on the road” con la voglia di mare e senza spendere una follia, ...

  • di fechie
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Premessa Era già da qualche anno che pensavamo alla Corsica come possibile meta di una vacanza estiva in grado di conciliare la nostra passione per i viaggi “on the road” con la voglia di mare e senza spendere una follia, visto che l’anno prossimo ci dobbiamo sposare!! È così che io (Federico Chierichetti di Milano) e la mia futura mogliettina Daniela abbiamo prenotato via internet un posto auto e un cabina sul traghetto della Corsica Ferries in partenza da Savona per Bastia il 5 agosto alle ore 23. Il rientro del 16 (viaggio diurno) lo abbiamo prenotato da Bastia verso Livorno (in vista di qualche ulteriore giorno di vacanza in Versilia). Una volta definito il giro di massima (da Bastia a Bastia percorrendo la costa in senso antiorario e facendo tappa ogni sera in un posto diverso) abbiamo prenotato via internet anche gli alberghi rivolgendoci direttamente alle singole strutture. Abbiamo così avuto la certezza di non dover girare tutte i giorni in cerca di un posto nel bel mezzo di agosto, potendo per di più raggiungere i vari alberghi in tarda serata (le prenotazioni erano quasi tutte garantite dalla carta di credito).

I costi: in due per undici giorni, viaggiando con l’auto, pernottando sempre in alberghi carini a 2 o 3 stelle e cenando in ristoranti di medio prezzo abbiamo speso in tutto 2500 euro. Di questi circa 350 euro di traghetto a/r (compresa la cabina all’andata), 1000 euro di hotel e 600 euro di cene (60 euro in media a sera). Il resto se ne è andato per benzina (sull’isola abbiamo percorso 1200 km), spesa, ecc...Inutile dire che si può spendere mooolto molto meno, prenotando solo il passaggio ponte (o viaggiando di giorno), dormendo in campeggio e mangiando il cibo preparato da se’. Noi abbiamo optato per una vacanza on the road si, ma anche abbastanza comoda, senza negarci nulla insomma.

E allora ecco quello che siamo riusciti a vedere della Corsica in 10 giorni.

6 agosto 2006 Capo Corso, da Bastia a Canari (120 km percorsi) Il traghetto arriva all’alba a Bastia. Siamo riposati perché abbiamo tranquillamente dormito nella nostra cabina. Per prima cosa ci concediamo una mega colazione a base di Croissant nella enorme Piazza Saint Nicolas. Dedichiamo poi un paio d’ore al giro della città passeggiando tra il vecchio porto e la cittadella fortificata “Terra Nova”. Il clima è freschino e anche un po’ nuvoloso.

Partiamo poi verso nord percorrendo la strada che circumnaviga Capo Corso. Il paesaggio già ci permette di capire alcune cose: Corsica significa scogliere a strapiombo sul mare blu con strade strette e tortuose che percorrono tutta la costa e che spesso si diramano verso le montagne. Già, perché la Corsica è anche e soprattutto una enorme montagna in mezzo al mediterraneo. Siamo già soddisfatti di essere venuti in questo spicchio di Francia che se non fosse per i natali che ha dato a Napoleone, con la Francia ha in comune ben poche cose.

La prima sosta è a Macignaggio da dove sappiamo che parte il “sentiero dei doganieri”. C’è un bel sole e decidiamo di percorrerne una parte. Dalla spiaggia di Macignaggio imbocchiamo il sentierino (segnalato) e in un’ora arriviamo alle porte del sito naturale di Capandula, un tratto bellissimo di costa, dove ci fermiamo per prendere un po’ di sole e per farci il primo bagno! Torniamo alla macchina verso l’una e partiamo alla volta di Barcaggio, la punta nord del ditone. Ci fermiamo a Tollara, un pelino più a ovest, dove ci mangiamo una pizza al formaggio di capra in un baretto proprio sulla spiaggia

  • 3067 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social