Francia Agosto 2005

Sabato 06/08/05 Marcallo ore 7.15 siamo partiti con il solito carico "eccezionale" e ci siamo diretti verso il Monginevro, ma una volta arrivati a Cesana siamo incappati in una coda spaventosa, così abbiamo girato l'auto e abbiamo attraversato il Frejus ...

  • di ross.b
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Sabato 06/08/05 Marcallo ore 7.15 siamo partiti con il solito carico "eccezionale" e ci siamo diretti verso il Monginevro, ma una volta arrivati a Cesana siamo incappati in una coda spaventosa, così abbiamo girato l'auto e abbiamo attraversato il Frejus (€ 30,00 solo andata) oltrepassato il tunnel dopo pochi Km abbiamo lasciato l'autostrada per dirigerci verso St.Jean de Maurienne per comprare il pane in una tipica boulangerie e abbiamo intrapreso la salita al Col du Glandon (1924mt) durante la salita abbiamo pranzato a St.Colomban des Villard con un bel paesaggio.Siamo giunti in cima e la sosta era obbligatoria dato che posto era molto caratteristico, abbiamo proseguito per il Col de la Croix de Fer e siamo poi scesi per una strada molto panoramica verso Grenoble.Ripresa l'autostrada siamo usciti a Pont en Royans e abbiamo intrapreso la strada che attraversa il Parc Natur. Reg. Du Vercors, tutta scavata nella roccia, seguendo per Die siamo arrivati a Chatillon en Diois dove abbiamo campeggiato al Camping Sarl du Lac Bleu (abbastanza scadente) Domenica 07/08/05 Dopo le solite peripezie per caricare la macchina siamo partiti tornando verso Die passando da Crest per andare a prendere l'utostrada direzione Avignone, bella città con cattedrale, giardini e ponte romano distrutto metà dalla piena del fiume Rodano (€ 4,00 a persona per salire), visitata la città e i suoi bei negozi (si possono acquistare pacchetti di erbe aromatiche della provenza favolose) abbiamo ripreso l'autostrada Nimes/Montpellier/Carcassonne/Castelnaudary (grande difficoltà a trovare un distributore sulle strade statali la domenica, anche quei pochi automatici funzionano solo con una carta speciale, niente contanti, così abbiamo dovuto aspettare che arrivasse un francese dargli i contanti e farci prestare la sua carta) a 17 km da Tolosa abbiamo trovato il Campeggio Le Violette un pochino meglio di ieri.

Lunedì 08/08/05 Partiti di buon mattino ci siamo diretto verso Tolosa per prendere l'autostrada direzione Pau, arrivati a Tarbes siamo usciti dall'autostrada per fare la spesa poi verso Pau, appena fuori la città c'era un parco attrezzato con tavoli e panchine vicino a un campo di rugby.Finito il prenzo siamo entrati in città, come prina cosa abbiamo percorso in auto tutto il circuito cittadino (ieri Formula 2 oggi Auto storiche) abbiamo parcheggiato vicino alla stazione e abbiamo preso una piccola Funicolare (gratis) che porta nel centro della città dove c'è una bella chiesa, un castello e per gli appassionati di corse automobilistiche un bel negozio di libri e gadgets su piloti e altro. Ripresa la funicolare siamo tornati in macchina e siamo partiti alla ricerca del campeggio, direzione sud verso Laruns per poi intraprendere il Col d'Aubisque (uno dei tanti colli del Tour de France) paesaggio da favola, patria dei ciclisti. Nella Val d'Azun sotto il colle abbiamo trovato vicino a Aucun un piccolo ma confortevole e pulito (cosa molto rara in francia) campeggio Le Bosquette dove ci siamo fermati 2 notti.

Martedì 09/08/05 Non dovendo smontare la tenda ci siamo alzati un pochino più tardi e dopo una buona colazione ci siamo diretti verso Argeles-Gazost, poi a Luz e qui alla conquista del Col de Tourmalet, 17 km di salita anche qui ciclisti a non finire, in cima a 2100 mt.Di seguito al Col d'Aspin (circa 1700/1800 mt.)dove su bellissimi prati verdi in mezzo a ciclisti, cavalli e mucche abbiamo pranzato. Siamo tornati verso St.Marie de Campan e pochi km dopo abbiamo visitato le Grottes de Medous, un'ora dentro la montagna con stallatiti stallagmiti, un bel percorso a piedi e alla fine un pezzo in barca su un lago sotterraneo. All'uscita ci siamo rifocillati con una buona crepes e siamo ripartiti verso il campeggio passando vicino a Lourdes, prima di entrare in campeggio abbiamo visitato un mielificio artigianale, dove prima di acquistare abbiamo assaggiato tutti i tipi di miele

  • 778 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social