Parigi ad agosto

Dopo Praga Low Cost pubblicato ad aprile dello scorso anno, torno su "turisti per caso" per rendere partecipe l'immensa comunità delle dritte che mi ha dato su Parigi. Il solito dilemma di dove andare in vacanza ad agosto e considerato ...

  • di galia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo Praga Low Cost pubblicato ad aprile dello scorso anno, torno su "turisti per caso" per rendere partecipe l'immensa comunità delle dritte che mi ha dato su Parigi.

Il solito dilemma di dove andare in vacanza ad agosto e considerato che solo d'estate posso approfittare di tanti giorni, decidiamo di trascorrere dieci giorni a Parigi.

Il 25 marzo '06 acquisto da easy jet un volo A/R da Napoli alla modica cifra di € 350.00 compresa assicurazione per due persone...Quindi, a seguito di varie richieste inoltrate a privati sul sito homelidays, fermo un monolocale tra Monmartre e Pigalle per € 450.00 (più cauzione di € 300.00 che ho versato con un assegno dietro mia richiesta). Tengo a precisare che il mattino del 10 agosto viene sventato un presunto attentato tra Londra e New York, quindi all’aeroporto si mettono a controllare le bottiglie di acqua nel bagaglio a mano, il tutto con molta calma.

Easy Jet non assegna posti in aereo ma saliti a bordo tutti trovano posto. L’aereo è piccolo ma nuovo e pulito. A bordo solo consumazioni a pagamento in linea con i prezzi. Partiti alle 15.20 arriviamo alle 17.30 in aeroporto...Parigi Orly...Si vede gia la Tour... molto più grande di Napoli Capodichino...Dieci minuti ed anche le valigie sono con noi.

Seguo la segnaletica che indica la stazione di Antony e quindi della RER che ci porterà in città. Prima di accedere al trenino senza conducente che dal terminale Sud ci porterà alla stazione di Antony, compro due biglietti che per € 8.10 a testa ci porterà in qualunque parte della città (vivamente consigliato) e raccolgo cartine varie che mi serviranno per il soggiorno.

Dopo circa 5 minuti ci troviamo alla stazione di Antony dove prendiamo la RER per Gare du Nord...Dopo circa 30 minuti effettuiamo uno scambio con la metro ed arriviamo alla ns. Stazione: PIGALLE!!!!! Già durante il tragitto ci rendiamo conto che Parigi non è Parigi ma è il mondo!!! Ma dove sono i Francesi? Persone di tutte le razze, colore, religione, sobrie e non, profumate e non!! Dalla piazza siamo arrivati in due minuti nel ns. Piccolo monolocale che, ahimè, non brillava di pulizia...Ma dopo una spruzzata di Lysoform tutto torna a splendere (io consiglio vivamente di portare in ogni viaggio un disinfettante per oggetti e sanitari...Anche se si va in albergo!). Una breve spesa nel quartiere che ci ospitava...Le prime signorine cominciavano ad alzare le saracinesche dei loro bar...Ma nessun timore: Pialle si è dimostrato uno dei quartieri più belli che abbiamo visitato. Alle 19.00 chiudevano gli altri negozi (con esclusione dei supermercati che chiudono alle 21.00 come lo “Champion”) più che altro negozi di articoli musicali (uno tutto bassi, uno tutto chitarre e così via) per l’immensa gioia del mio fidanzato bassista, e si apriva l’atro lato di Pialle, quello goliardico e per nulla invadente.

11 agosto 06 – venerdì.

Visto che eravamo proprio a due passi decidiamo di andare a fare una passeggiata a Monmartre. La chiesa è bellissima fuori, sembra una grande torta alla panna, ma deluso all’interno...In fondo ha solo 100 anni. Tralascerò le varie descrizioni tecniche di ogni monumento perché sicuramente la guida che porterete con voi saprà istruirvi meglio di me. Noi abbiamo con una guida del Nathional Geographic che si è rivelata ottima (io come sempre ero scettica). Dopo passeggiata per Place du Tertre...I ritrattisti...Le stradine...Il panorama...Sembra tutto così vicino...Ed invece non è così!!! Dimenticavo: FA FREDDO ED IL TEMPO non promette nulla di buono...Nuvole e vento...Per fortuna in valigia, all’ultimo momento è stata messa qualche felpa!!! Pian pianino, dopo una rifocillata con una baguette, ci incamminiamo e presi dalla voglia di vedere arriviamo..All’Opera...Poi al Louvre...Poi ai giardini Tuilleries...Poi ai Champ Elisèe...Poi all’arco di Trionfo...Si tutto a piedi!!!!! E giù con foto e meraviglia: la città è immensa, maestosa, monumentale, libertina, piena di turisti, ampia, grigia (tutti i tetti sono grigi)...Viva! Ormai è sera...Compriamo un carnet di dieci biglietti (€ 10.00 – il biglietto singolo costa € 1.40 – perché la carta orange vale dal lunedì alla domenica), cerchiamo una metro e torniamo a casa DISTRUTTI...Ma felici, programmiamo la ns. Prossima tappa. 12 agosto – sabato

  • 13923 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social