1. Diario di Viaggio Italia: La donna del lago

    di , il 23/7/2009 12:17

    Sono una donna del lago. Sono cresciuta in una grande casa in riva al lago e l’acqua ha sempre riempito il mio orizzonte visivo. E’ per questo che le voglio molto bene. Quando ero bambina il lago era il luogo dei giochi e dell’immaginario. Solo d’estate si potevano esplorare concretamente le sue acque limpide e le sue profondità e si poteva gioire della sua leggerezza. D’inverno il lago era il limite oltre cui si poteva navigare solo con la fantasia, l’occhio spaziava verso l’orizzonte ...

  2. sonosilva
    , 23/7/2009 12:17
    Sono una donna del lago. Sono cresciuta in una grande casa in riva al lago e l’acqua ha sempre riempito il mio orizzonte visivo. E’ per questo che le voglio molto bene. Quando ero bambina il lago era il luogo dei giochi e dell’immaginario. Solo d’estate si potevano esplorare concretamente le sue acque limpide e le sue profondità e si poteva gioire della sua leggerezza. D’inverno il lago era il limite oltre cui si poteva navigare solo con la fantasia, l’occhio spaziava verso l’orizzonte ...