1. Diario di Viaggio Libia: Deserto libico: pensieri riflessi

    di , il 12/12/2009 19:36

    Quando è arrivato il momento della partenza per “ il grande mare di sabbia”, tempo e mente erano ingolfati da affanni e desideri. Tutto e tutti dominavano la mia giornata. Il momento degli addii mi induceva a lasciare tante cose, ritenute non essenziali; mi induceva ad inseguire affetti, perché la partenza rinsalda le proprie radici; mi induceva a cercare l’altro, perché già ne sentivo la mancanza. Pregustavo il momento degli incontri che avrebbero sollevato il velo della cronaca, mostrando l’umanità miserevole di profughi e diseredati. Fantasticavo di rompere l ...

  2. orietta44
    , 12/1/2011 23:04
    è una poesia che esce direttamente dal cuore: viaggiare vuol dire far vivere agli le proprie emozioni. Anch'io, spero, proverò quei brividi ,parto per la Libia e per i suoi deserti il 20 marzo. Mi bloccava lo sfondo politico, ma penso che lasciar correre la fantasia ,finalmente libera, tra le dune sia al di sopra di tutti i pensieri terreni
  3. Lalla D'Agata
    , 12/12/2009 19:36
    Quando è arrivato il momento della partenza per “ il grande mare di sabbia”, tempo e mente erano ingolfati da affanni e desideri. Tutto e tutti dominavano la mia giornata. Il momento degli addii mi induceva a lasciare tante cose, ritenute non essenziali; mi induceva ad inseguire affetti, perché la partenza rinsalda le proprie radici; mi induceva a cercare l’altro, perché già ne sentivo la mancanza. Pregustavo il momento degli incontri che avrebbero sollevato il velo della cronaca, mostrando l’umanità miserevole di profughi e diseredati. Fantasticavo di rompere l ...