1. Diario di Viaggio Italia: Pisa e Lucca in 72 ore

    di , il 22/1/2010 22:30

    Partiamo da Padova la mattina del 31 dicembre, nonostante il Serchio già esondato e fosche previsioni meteo; il bagaglio di 2/3 dei partecipanti comprende anche stivali di gomma, a scopo non solo scaramantico.

    Puntiamo subito su Pisa, non senza difficoltà: il casello di Pisa Nord ed un tratto dell'Aurelia sono chiusi per allagamento, e la viabilità in zona è leggermente modificata.

    Essendo noi di quelli che sentendo dire “Ragazzi il navigatore è in bagagliaio” rispondiamo “Non importa, ci arriviamo anche senza! Tutto allenamento, altro che brain-training”.... Arrivati in ...

  2. gallinapadovana
    , 22/1/2010 22:30
    Partiamo da Padova la mattina del 31 dicembre, nonostante il Serchio già esondato e fosche previsioni meteo; il bagaglio di 2/3 dei partecipanti comprende anche stivali di gomma, a scopo non solo scaramantico.
    Puntiamo subito su Pisa, non senza difficoltà: il casello di Pisa Nord ed un tratto dell'Aurelia sono chiusi per allagamento, e la viabilità in zona è leggermente modificata.
    Essendo noi di quelli che sentendo dire “Ragazzi il navigatore è in bagagliaio” rispondiamo “Non importa, ci arriviamo anche senza! Tutto allenamento, altro che brain-training”.... Arrivati in ...