1. Turisti Per Caso : Difendiamo l'insegnamento della geografia nelle scuole!

    di , il 1/2/2010 00:00

    Turistipercaso sottoscrive e rilancia l'appello lanciato dalla Società Geografica Italiana e dall'Associazione Italiana insegnanti di Geografia per difendere l'insegnamento di questa importantissima materia nelle scuole italiane. Ecco il testo (e il senso) dell'appello:

    «Fare geografia a scuola vuol dire formare cittadini italiani e del mondo consapevoli, autonomi, responsabili e critici, che sappiano convivere con il loro ambiente e sappiano modificarlo in modo intelligente e sostenibile, guardando al futuro. Nei nuovi programmi di Licei e Istituti tecnici e professionali previsti dalla riforma della Scuola, la geografia scompare ...

  2. cangurina911
    , 14/3/2010 11:18
    assolutamente d'accordo nel difendere questa importantissima materia. non serve solo sapere chi siamo (scienza e storia) in che lingua parliamo (italiano e grammatica) come viviamo (ed civica , dispersa anche questa eh.....) ma DOVE, e non solo per noi, ma per la nostra cultura, il bellissimo paese dove abitiamo e ..... quelli vicini e lontani!
    perchè se la storia è importante ..... lo geografia è quel "dove siamo?" che integra in maniera INDISSOLUBILE il "chi siamo" siamo europei, asiatici, africani.........
  3. Chiarini
    , 10/3/2010 16:39
    La geografia è una materia fondamentale, e me ne accorgo solamente ora, che sono curiosa nei confronti del mondo, dei viaggi...
    La geografia in un mondo globalizzato è importantissimo, come dice Patrizio, è alla base di tutte le altre materie e discipline.
    Il viaggio si sta diffondendo in una maniera impressionante e trovo fondamentale che i viaggiatori siano a conoscenza del paese visitato: non ci si può più limitare ad affidarsi agli agenti di viaggio, "esperti" (purtroppo molte volte no) nel settore, e per pigrizia non approfondirne il clima, la situazione politica, le usanze, i costumi di un paese. Trovo che sia una cosa troppo pericolosa.
    Insomma, fortunatamente negli ultimi tempi gli orizzonti si sono ampliati ed è impensabile continuare a vivere nell'ignoranza totale di ciò che c'è al di fuori della propria provincia di origine. Penso sia improponibile limitare l'insegnamento della geografia al minimo indispensabile.

    Chiara
  4. Turisti Per Caso.it
    , 1/2/2010 00:00
    Turistipercaso sottoscrive e rilancia l'<strong>appello</strong> lanciato dalla Società Geografica Italiana e dall'Associazione Italiana insegnanti di Geografia per <strong>difendere l'insegnamento di questa importantissima materia nelle scuole italiane</strong>. Ecco il testo (e il senso) dell'appello:
    «Fare geografia a scuola vuol dire formare cittadini italiani e del mondo consapevoli, autonomi, responsabili e critici, che sappiano convivere con il loro ambiente e sappiano modificarlo in modo intelligente e sostenibile, guardando al futuro. Nei nuovi programmi di Licei e Istituti tecnici e professionali previsti dalla riforma della Scuola, la geografia scompare ...