1. Posta : Fotorimanzo: poesie in viaggio di Lorelolly

    di , il 3/2/2010 23:31

    Ciao, sono una vostra lettrice, iscritta al web. -Meno male che a qualcuno è piaciuta l'idea di descrivere in versi un viaggio!! Io da anni mi sono fatta un quadernetto la cui copertina dice: A chi ama girare il mondo, in lungo, in largo ed anche in tondo, scrivi qui quello che credi, i tuoi pensieri e cio' che vedi, un ricordo da raccontare di questo mondo da esplorare. - E queste sono le mie rime. Nepal (gennaio 2003)

    Quando arrivi a Katmandu

    Non ti senti neanche tu

    Nel caos cosi' imponente

    C'è solo il sorriso della gente

    E quel senso di pace e liberta'

    Anche se c'è solo poverta'.

    Con "Namaste" vieni ringraziato

    E lo dicono a te ed a tutto il creato

    E sentendo questa litania

    Non ti vien voglia di scappare via

    Perchè vorresti poter fare di piu'

    Per questa splendida gente di Katmandu.

    ANDALUSIA (giugno 2001)

    E' 1 settimana di festa che ho visto io

    Quando c'è il pellegrinaggio del Rocio

    Piu' di un milione di persone bizzarre

    Vanno per la palude con le chitarre,

    Con colorati vestiti, su splendidi cavalli

    Percorrono in 7 giorni monti e valli

    Per arrivare ad un piccolo paesino

    Dove c'è una Madonna col Bambino.

    Al settimo giorno da tutta la Spagna sono arrivati

    Stanchi, sudati ed accaldati

    E solo allora comincia l'allegria

    Si mangia, si canta, si balla, si prega e via

    E' incredibile questa unione e proprio non stona

    Se la guapa canta ed il caballero suona

    Mentre passa Maria tutta agghindata

    E sembra strizzi l'occhio: lusingata

    Di tutta questa sacra e profana devozione

    Con senorite, hombre, cavalli e muli in processione !!

    BOLIVIA (GIUGNO 2000)

    Qui la terra è proprio avara

    Vedi La Paz ed hai la bocca amara

    La poverta' la senti sulla pelle

    Delle bimbe che sono tanto belle

    Con quegli occhioni neri come il carbone

    Vorresti per loro di piu', ma che illusione !

    I bianchi han gia' preso tutto a questa gente

    E non gliene frega a nessuno se non han piu' niente

    Ma la dignita' non gliel'han portata via

    Con la bombetta in testa fan la fotografia

    Il mento è in alto in segno di fierezza

    Che voglia ho di fargli una carezza!

    Non so se a voi piacciono ma è proprio quello che ho provato io nel viaggio: ho cercato con la rima di riassumere il piu' possibile le mie emozioni.- Non allego le foto perche' non le ho sul computer avendo, allora, usato i rullini. Complimenti per il vostro giornale, cordiali saluti a tutti Loredana

  2. lorelolly
    , 3/2/2010 23:31
    Ciao, sono una vostra lettrice, iscritta al web. -Meno male che a qualcuno è piaciuta l'idea di descrivere in versi un viaggio!! Io da anni mi sono fatta un quadernetto la cui copertina dice: A chi ama girare il mondo, in lungo, in largo ed anche in tondo, scrivi qui quello che credi, i tuoi pensieri e cio' che vedi, un ricordo da raccontare di questo mondo da esplorare. - E queste sono le mie rime. Nepal (gennaio 2003)
    Quando arrivi a Katmandu
    non ti senti neanche tu
    nel caos cosi' imponente
    c'è solo il sorriso della gente
    e quel senso di pace e liberta'
    anche se c'è solo poverta'.
    Con "Namaste" vieni ringraziato
    e lo dicono a te ed a tutto il creato
    e sentendo questa litania
    non ti vien voglia di scappare via
    perchè vorresti poter fare di piu'
    per questa splendida gente di Katmandu.
    ANDALUSIA (giugno 2001)
    E' 1 settimana di festa che ho visto io
    quando c'è il pellegrinaggio del Rocio
    piu' di un milione di persone bizzarre
    vanno per la palude con le chitarre,
    con colorati vestiti, su splendidi cavalli
    percorrono in 7 giorni monti e valli
    per arrivare ad un piccolo paesino
    dove c'è una Madonna col Bambino.
    Al settimo giorno da tutta la Spagna sono arrivati
    stanchi, sudati ed accaldati
    e solo allora comincia l'allegria
    si mangia, si canta, si balla, si prega e via
    E' incredibile questa unione e proprio non stona
    se la guapa canta ed il caballero suona
    mentre passa Maria tutta agghindata
    e sembra strizzi l'occhio: lusingata
    di tutta questa sacra e profana devozione
    con senorite, hombre, cavalli e muli in processione !!
    BOLIVIA (GIUGNO 2000)
    Qui la terra è proprio avara
    vedi La Paz ed hai la bocca amara
    la poverta' la senti sulla pelle
    delle bimbe che sono tanto belle
    con quegli occhioni neri come il carbone
    vorresti per loro di piu', ma che illusione !
    I bianchi han gia' preso tutto a questa gente
    e non gliene frega a nessuno se non han piu' niente
    ma la dignita' non gliel'han portata via
    con la bombetta in testa fan la fotografia
    il mento è in alto in segno di fierezza
    che voglia ho di fargli una carezza!
    Non so se a voi piacciono ma è proprio quello che ho provato io nel viaggio: ho cercato con la rima di riassumere il piu' possibile le mie emozioni.- Non allego le foto perche' non le ho sul computer avendo, allora, usato i rullini. Complimenti per il vostro giornale, cordiali saluti a tutti Loredana