1. Posta : Ritardi aerei

    di , il 15/2/2010 13:42

    Date a tutti questo consiglio:

    "protestate sempre per iscritto alla compagnia turistica quando vi capita in un viaggio organizzato un ritardo aereo": più si protesta, più si ha la possibilità di essere risarciti.

    E' capitato a me 2 anni fa: Djerba-Malpensa=23 ore di ritardo di cui 10 ABBANDONATI all'aeroporto tunisino senza sapere assolutamente cosa ci aspettava e presi in giro sia dalle hostess della nostra "agenzia" che dalla polizia locale..

    Secondo me era un volo di ritorno inesistente (visto che lo avevano venduto come last-minut con il rientro per la domenica - il lunedì si doveva lavorare tutti - e sapendo in seguito che tutti i pacchetti precedenti avevano avuto come rientro il lunedì e per ovvie ragioni commerciali questo particolare ci era stato camuffato..

    Comunque tutto sommato, per lo meno per me, è stata una bella avventura ma c'era, ad esempio, una ragazza che il giorno dopo (ovvero quello di partenza) doveva presentarsi per il suo primo giorno di lavoro, un'altra che doveva andare in sala operatoria come anestesista ecc.......

    Alla fine, ce la siamo cavata con una lettera di protesta presso la compagnia e ci siamo visti rimborsare la "bella Cifra" di 100.000 lire per quelle 23 ore di soggiorno obbligato in terra straniera (l'ho fatta molto breve gli inconvenienti sono stati molti ma molti di +) che, va be, sono sempre meglio di un calcio in bocca no??

  2. Fulvio G
    , 15/2/2010 13:42
    Date a tutti questo consiglio:
    "protestate sempre per iscritto alla compagnia turistica quando vi capita in un viaggio organizzato un ritardo aereo": più si protesta, più si ha la possibilità di essere risarciti.
    E' capitato a me 2 anni fa: Djerba-Malpensa=23 ore di ritardo di cui 10 ABBANDONATI all'aeroporto tunisino senza sapere assolutamente cosa ci aspettava e presi in giro sia dalle hostess della nostra "agenzia" che dalla polizia locale..
    secondo me era un volo di ritorno inesistente (visto che lo avevano venduto come last-minut con il rientro per la domenica - il lunedì si doveva lavorare tutti - e sapendo in seguito che tutti i pacchetti precedenti avevano avuto come rientro il lunedì e per ovvie ragioni commerciali questo particolare ci era stato camuffato..
    comunque tutto sommato, per lo meno per me, è stata una bella avventura ma c'era, ad esempio, una ragazza che il giorno dopo (ovvero quello di partenza) doveva presentarsi per il suo primo giorno di lavoro, un'altra che doveva andare in sala operatoria come anestesista ecc.......
    alla fine, ce la siamo cavata con una lettera di protesta presso la compagnia e ci siamo visti rimborsare la "bella Cifra" di 100.000 lire per quelle 23 ore di soggiorno obbligato in terra straniera (l'ho fatta molto breve gli inconvenienti sono stati molti ma molti di +) che, va be, sono sempre meglio di un calcio in bocca no??