1. Posta : Turismo H

    di , il 15/2/2010 13:49

    Carissima Syusy e carissimo Patrizio;

    Seguiamo sempre tutti in famiglia i vostri viaggi con una punto di malcelata invidia!

    Anche noi, nel limite del possibile, viaggiamo con telecamera sempre in mano e ci divertiamo poi a montare e musicare i film (vabbè, come possiamo!!).

    Ma voglio giungere alla questione che m'interessa. Abbiamo due figlie, e Letizia, la maggiore (quasi 18 anni) è su carrozzella da sempre. E dopo i trascorsi emotivi che potete immaginare ora posso dire di godere la gioia di avere questa figlia disabile che, tra l'altro, studia per diventare assistente sociale e che non smette di darmi lezioni di vita senza saperlo.

    Avete mai pensato di fare un viaggio in compagnia di un disabile motorio e di documentare le necessità e le difficoltà incontrate? Forse non farà cassetta, ma affrontato con la vostra allegria ed ironia sarebbe un argomento meraviglioso. Nessun pietismo, per carità, (la vostra firma ne sarebbe garanzia) ma soltanto un documento in più di civiltà che potrebbe smontare, forse, tanti ma caricare e smuovere tanti altri che hanno paura di affrontare un viaggio pieno d'incognite, paure ,vergogne ( quelle degli altri) e rabbie ( le mie, mai quelle di mia figlia) togliendo al disabile ancora un'opportunità - e ne ha così poche -

    Sapete cosa vuol dire rinunciare ad escursioni, chiedere sempre favori, salire e scendere da aerei in aeroporti soltanto spesso in teoria attrezzati o da monumentali torpedoni! Noi malgrado ciò abbiamo sempre fatto e viaggiato sin dove era possibile( e non è poi così terribile, la gente impara alla svelta) e ci piacerebbe che tanti altri lo facessero così da fare aumentare la domanda e forse quindi i servizi...

    Scusatemi per il tempo che vi ho fatto perdere, mi piacerebbe però conoscere il vostro parere e vedervi sul video insieme al fortunato carrozzato che chissà, un giorno vi potrebbe accompagnare..

    Per ora continuamo a seguirvi con simpatia ed affetto, ringraziandovi per le ore liete che ci fate passare, ma che in modo particolare fate passare a mia figlia ed a tutti coloro che "vorrebbero tanto ma non possono" e forse non per loro colpa..

    Grazie ancora di cuore anche a nome di Letizia e di sua sorella Diletta

    Roberto Soffientini - via Pertusio 24 - 26100 CREMONA

    R.soffientini@tiscalinet.it

  2. Fulvio G
    , 15/2/2010 13:49
    Carissima Syusy e carissimo Patrizio;
    Seguiamo sempre tutti in famiglia i vostri viaggi con una punto di malcelata invidia!
    Anche noi, nel limite del possibile, viaggiamo con telecamera sempre in mano e ci divertiamo poi a montare e musicare i film (vabbè, come possiamo!!).
    Ma voglio giungere alla questione che m'interessa. Abbiamo due figlie, e Letizia, la maggiore (quasi 18 anni) è su carrozzella da sempre. E dopo i trascorsi emotivi che potete immaginare ora posso dire di godere la gioia di avere questa figlia disabile che, tra l'altro, studia per diventare assistente sociale e che non smette di darmi lezioni di vita senza saperlo.
    Avete mai pensato di fare un viaggio in compagnia di un disabile motorio e di documentare le necessità e le difficoltà incontrate? Forse non farà cassetta, ma affrontato con la vostra allegria ed ironia sarebbe un argomento meraviglioso. Nessun pietismo, per carità, (la vostra firma ne sarebbe garanzia) ma soltanto un documento in più di civiltà che potrebbe smontare, forse, tanti ma caricare e smuovere tanti altri che hanno paura di affrontare un viaggio pieno d'incognite, paure ,vergogne ( quelle degli altri) e rabbie ( le mie, mai quelle di mia figlia) togliendo al disabile ancora un'opportunità - e ne ha così poche -
    Sapete cosa vuol dire rinunciare ad escursioni, chiedere sempre favori, salire e scendere da aerei in aeroporti soltanto spesso in teoria attrezzati o da monumentali torpedoni! Noi malgrado ciò abbiamo sempre fatto e viaggiato sin dove era possibile( e non è poi così terribile, la gente impara alla svelta) e ci piacerebbe che tanti altri lo facessero così da fare aumentare la domanda e forse quindi i servizi...
    Scusatemi per il tempo che vi ho fatto perdere, mi piacerebbe però conoscere il vostro parere e vedervi sul video insieme al fortunato carrozzato che chissà, un giorno vi potrebbe accompagnare..
    Per ora continuamo a seguirvi con simpatia ed affetto, ringraziandovi per le ore liete che ci fate passare, ma che in modo particolare fate passare a mia figlia ed a tutti coloro che "vorrebbero tanto ma non possono" e forse non per loro colpa..
    Grazie ancora di cuore anche a nome di Letizia e di sua sorella Diletta
    Roberto Soffientini - via Pertusio 24 - 26100 CREMONA
    r.soffientini@tiscalinet.it