1. Posta : Corrida

    di , il 15/2/2010 13:51

    Cari Syusi e Patrizio,

    Mia moglie ed io seguiamo sempre con piacere i vostri viaggi da turisti per caso, ma questa volta siamo stati un po'delusi: avremmo preferito vedere per intero (non a frammenti sconnessi) un flamenco anziché una corrida. Abbiamo letto le vostre considerazioni; è giusto cercare di capire mentalità diverse dalla nostra, ma questo approccio ci crea un problema trascurato anche da voi a cui noi non sappiamo rispondere: non è che con il relativismo culturale finiremo col giustificare, ad esempio, l'infibulazione in Africa o la pena di morte negli Stati Uniti e altrove?

    P.S. Come mai Patrizio ha definito il simpatico allevatore di asini "monomaniacale", mentre lo stesso aggettivo era assai più appropriato per la davvero fanatica e monocorde torera italiana (che ci ricorda certe persone che parlano solo di calcio)?

  2. Alessandro Russo 1
    , 15/2/2010 13:51
    Cari Syusi e Patrizio,
    mia moglie ed io seguiamo sempre con piacere i vostri viaggi da turisti per caso, ma questa volta siamo stati un po'delusi: avremmo preferito vedere per intero (non a frammenti sconnessi) un flamenco anziché una corrida. Abbiamo letto le vostre considerazioni; è giusto cercare di capire mentalità diverse dalla nostra, ma questo approccio ci crea un problema trascurato anche da voi a cui noi non sappiamo rispondere: non è che con il relativismo culturale finiremo col giustificare, ad esempio, l'infibulazione in Africa o la pena di morte negli Stati Uniti e altrove?
    P.S. Come mai Patrizio ha definito il simpatico allevatore di asini "monomaniacale", mentre lo stesso aggettivo era assai più appropriato per la davvero fanatica e monocorde torera italiana (che ci ricorda certe persone che parlano solo di calcio)?