1. Posta : Attacco agli usa - pensieri

    di , il 15/2/2010 13:52

    Perchè un intervento su questo sito su questo drammatico argomento?

    Perchè viaggiare, interagire con altri popoli (che significa anche sentire gli odori, guardarsi negli occhi, sorridere, discutere anche quando non hai la minima conoscenza dell'altrui lingua)contribuisce ad aprire la propria mente, a bandire qualsiasi forma latente e non di razzismo.

    Ho orrore di quello che è successo negli usa ed ho anche paura di quello che potranno scatenare gli americani.

    Sono caduti vari muri, al loro posto rimane un argine che è poi quello della civiltà. Da un lato coloro che pensano che il mondo vada bene così com'è, magari ha qualche difetto ma di meglio non si riuscirà a fare, quindi l'unica risposta equa contro il terrorismo è la guerra. Dall'altro coloro che non possono comunque tollerare il terrorismo ma che pensano che esso abbia fertile terreno di coltura in quei paesi i cui popoli non trovano altro mezzo di uscita se non il fondamentalismo e che questo stato di cose è stato favorito dalla politica economica delle potenze occidentali e che questo modello di sviluppo non sia più sopportabile.

    Inoltre il fattore religioso ha il suo peso. Nel preciso momento in cui pensi che il tuo Dio sia più "vero" o più "unico" di un'altro, sei sulla cattiva strada del fondamentalismo e del razzismo, nella migliore delle ipotesi sei costretto all'ipocrisia con buona pace della tua coscienza.

    Contro la guerra, contro il razzismo e quindi contro ogni terrorismo, per un dialogo tra i popoli, per uno sviluppo sostenibile, diffuso e tangibile, un ateismo sano e militante salverà il mondo.

    Non importa se non mi pubblicate, mi basta che mi leggiate e che magari la pensiate come me.

    Ciao

    Danilo

  2. Danilo Petronio
    , 15/2/2010 13:52
    Perchè un intervento su questo sito su questo drammatico argomento?
    perchè viaggiare, interagire con altri popoli (che significa anche sentire gli odori, guardarsi negli occhi, sorridere, discutere anche quando non hai la minima conoscenza dell'altrui lingua)contribuisce ad aprire la propria mente, a bandire qualsiasi forma latente e non di razzismo.
    Ho orrore di quello che è successo negli usa ed ho anche paura di quello che potranno scatenare gli americani.
    Sono caduti vari muri, al loro posto rimane un argine che è poi quello della civiltà. Da un lato coloro che pensano che il mondo vada bene così com'è, magari ha qualche difetto ma di meglio non si riuscirà a fare, quindi l'unica risposta equa contro il terrorismo è la guerra. Dall'altro coloro che non possono comunque tollerare il terrorismo ma che pensano che esso abbia fertile terreno di coltura in quei paesi i cui popoli non trovano altro mezzo di uscita se non il fondamentalismo e che questo stato di cose è stato favorito dalla politica economica delle potenze occidentali e che questo modello di sviluppo non sia più sopportabile.
    Inoltre il fattore religioso ha il suo peso. Nel preciso momento in cui pensi che il tuo Dio sia più "vero" o più "unico" di un'altro, sei sulla cattiva strada del fondamentalismo e del razzismo, nella migliore delle ipotesi sei costretto all'ipocrisia con buona pace della tua coscienza.
    Contro la guerra, contro il razzismo e quindi contro ogni terrorismo, per un dialogo tra i popoli, per uno sviluppo sostenibile, diffuso e tangibile, un ateismo sano e militante salverà il mondo.
    Non importa se non mi pubblicate, mi basta che mi leggiate e che magari la pensiate come me.
    ciao
    Danilo