1. Posta : Grazie mamma Rai, grazie matrigna Fininvest

    di , il 15/2/2010 13:52

    Cari Patrizio e Susy, cari tutti,

    Vi scrivo anch'io per protestare per lo slittamento delle puntate di Turisti Per Caso.

    La televisione italiana e' un campo di concentramento per far

    Morire gli italiani nella loro ipocrisia, uno specchio distorto

    Che riflette - tra quiz e tette - l'incapacita' che il nostro

    Popolo ha di crescere e guardare in faccia la realta' per quel

    Che e'.

    Un effetto collaterale della presenza vaticana, con i sensi di

    Colpa su sessualita' e uso del corpo che ne conseguono.

    Berlusconi ci ha costruito la sua fortuna e la RAI gli va

    Dietro.

    E questo mi mette davanti a uno dei quesiti fondamentali della mia esistenza: PERCHE' DOVREI PAGARE IL CANONE RAI?

    Berlusconi qualcuno l'ha votato (non certo io) e mo ce lo dobbiamo sciroppare tutti. Ma perche' devo sobbarcarmi anche la Rai che con le sue ipocrisie cancella le mie trasmissioni preferite (il telefilm Ellen e TPC), Storace che ci dice che se io fossi povero, essendo gay sarei un povero di serie B (tutto questo sotto gli occhi consenzienti di Costanzo o di Vespa) La Sette che elimina Fazio (e quel genio della Luciana) perche' troppo politicizzato e cancella dal palinsesto Queer as Folk perche' qualche adepto a sette superstiziose dice che e' amorale vedere due uomini baciarsi. Per non parlare delle esternazioni di Bossi.

    Si fa una grande analisi di cio' che la televisione trasmette, si dice che i minori vanno tutelati, ma chi li tutela dai nostri politici, dai nostri chierichetti di corte, dai perizomi delle soubrette?

    Come spiegherete ai vostri figli che l'attuale capo di governo promuove nuove leggi ed emendamenti per salvare i propri "interessi" dalle chele della giustizia?

    E piu' difficile dire a un bambino che un governo che abbiamo votato ci sta truffando o che due persone dello stesso sesso si possono volere bene come due di sesso differente?

    Mah... Io nel frattempo continuero' a non pagare il canone, a non comprare le cose pubblicizzate da Berlusconi e a baciare il mio fidanzato in mezzo alla strada davanti a tutti i bambini che vedo. Utopia? Almeno dormo sonni tranquilli... E' gia' qualcosa.

    Un bacio

    Piero G.

  2. Piero Gorjan
    , 15/2/2010 13:52
    Cari Patrizio e Susy, cari tutti,
    vi scrivo anch'io per protestare per lo slittamento delle puntate di Turisti Per Caso.
    La televisione italiana e' un campo di concentramento per far
    morire gli italiani nella loro ipocrisia, uno specchio distorto
    che riflette - tra quiz e tette - l'incapacita' che il nostro
    popolo ha di crescere e guardare in faccia la realta' per quel
    che e'.
    Un effetto collaterale della presenza vaticana, con i sensi di
    colpa su sessualita' e uso del corpo che ne conseguono.
    Berlusconi ci ha costruito la sua fortuna e la RAI gli va
    dietro.
    E questo mi mette davanti a uno dei quesiti fondamentali della mia esistenza: PERCHE' DOVREI PAGARE IL CANONE RAI?
    Berlusconi qualcuno l'ha votato (non certo io) e mo ce lo dobbiamo sciroppare tutti. Ma perche' devo sobbarcarmi anche la Rai che con le sue ipocrisie cancella le mie trasmissioni preferite (il telefilm Ellen e TPC), Storace che ci dice che se io fossi povero, essendo gay sarei un povero di serie B (tutto questo sotto gli occhi consenzienti di Costanzo o di Vespa) La Sette che elimina Fazio (e quel genio della Luciana) perche' troppo politicizzato e cancella dal palinsesto Queer as Folk perche' qualche adepto a sette superstiziose dice che e' amorale vedere due uomini baciarsi. Per non parlare delle esternazioni di Bossi.
    Si fa una grande analisi di cio' che la televisione trasmette, si dice che i minori vanno tutelati, ma chi li tutela dai nostri politici, dai nostri chierichetti di corte, dai perizomi delle soubrette?
    Come spiegherete ai vostri figli che l'attuale capo di governo promuove nuove leggi ed emendamenti per salvare i propri "interessi" dalle chele della giustizia?
    E piu' difficile dire a un bambino che un governo che abbiamo votato ci sta truffando o che due persone dello stesso sesso si possono volere bene come due di sesso differente?
    Mah... Io nel frattempo continuero' a non pagare il canone, a non comprare le cose pubblicizzate da Berlusconi e a baciare il mio fidanzato in mezzo alla strada davanti a tutti i bambini che vedo. Utopia? Almeno dormo sonni tranquilli... E' gia' qualcosa.
    Un bacio
    Piero G.