1. Posta : Consiglio

    di , il 15/2/2010 13:54

    Ciao a tutti!

    Caro Patrizio,

    Ho finalmente avuto il tempo per leggere tutte le lettere sulle puntate sul Tibet (quella di Giorgio E., la tua e quella di Verni).

    Ci credo che tu ci sia rimasto male; lo sono rimasta anch'io; non perché non creda al confronto, ma ci sono modi e modi per farlo.

    Non mi addentro sulla discussione politica perché non mi ritengo preparata per tale. Le mie parole hanno a che fare invece con il lato umano di questo confronto a tre.

    Io credo che che confrontarsi, discuttere, avaliare le informazioni che riceviamo sia fondamentale, ma lo sono anche il rispetto e l'educazione.

    Il signor Giorgio, nella mia opinione ha mancato di educazione, di rispetto, di tatto. Va bene tutto, ma chiamare ignorante una persona come te o Verni, oppure insinuare rapporti economici con l'Adidas per il semplice fatto dell'inquadratura del bambino (e questi sono soltanto i fatti più "diretti" evidenziati nella lettera) mi sembra veramente troppo.

    Credo sia lui, Giorgio, quello più ignorante, non solo nei fatti, ma anche nelle azioni. D'altronde, credere che quello che faccia la Cina sia degno di elogio la dice lunga sul soggetto, no?

    Un grande abbracio a te e a Syusy.

    Alla prossima,

    Danusa de Carvalho Castro

  2. Danusa De carvalho castro
    , 15/2/2010 13:54
    Ciao a tutti!
    Caro Patrizio,
    ho finalmente avuto il tempo per leggere tutte le lettere sulle puntate sul Tibet (quella di Giorgio E., la tua e quella di Verni).
    Ci credo che tu ci sia rimasto male; lo sono rimasta anch'io; non perché non creda al confronto, ma ci sono modi e modi per farlo.
    Non mi addentro sulla discussione politica perché non mi ritengo preparata per tale. Le mie parole hanno a che fare invece con il lato umano di questo confronto a tre.
    Io credo che che confrontarsi, discuttere, avaliare le informazioni che riceviamo sia fondamentale, ma lo sono anche il rispetto e l'educazione.
    Il signor Giorgio, nella mia opinione ha mancato di educazione, di rispetto, di tatto. Va bene tutto, ma chiamare ignorante una persona come te o Verni, oppure insinuare rapporti economici con l'Adidas per il semplice fatto dell'inquadratura del bambino (e questi sono soltanto i fatti più "diretti" evidenziati nella lettera) mi sembra veramente troppo.
    Credo sia lui, Giorgio, quello più ignorante, non solo nei fatti, ma anche nelle azioni. D'altronde, credere che quello che faccia la Cina sia degno di elogio la dice lunga sul soggetto, no?
    Un grande abbracio a te e a Syusy.
    Alla prossima,
    Danusa de Carvalho Castro