1. Posta : Difendendo Cuba

    di , il 15/2/2010 13:56

    Caro miei,

    In relazione del "report" di viaggio

    Cuba 2000...km!

    Di (xxx@alessandroscarano.com)

    Una progressiva scoperta in due diari di viaggio

    In contemporanea di Alessandro Scarano & Gianfrancesco Vecchio

    Cari miei,

    Io lavoro a cuba da anni, restaurando edifici storici nel quadro di progetti di cooperazione internazionale (Università di Firenze e nazioni Unite): raramente mi è capitato di leggere una tale quantità di stupidaggini su questa Isola e una tale quantità di inesattezze e di considerazioni superficiali: mi chiedo perchè questa gente non vada in vacanza a Rimini invece di recarsi nei Caraibi e giudicare poi con piglio occidentale da colonialisti altre culture, per poi permettersi di pronunciare paroloni (libertà, povertà, ricchezza...) senza aver capito una mazza di quello che hanno visto. Mi chiedo poi COSA abbiano visto. I consigli poi sono ridicoli per chi ami viaggiare: non a caso i due piccioni sono andati con un pachetto-volo, cosa che potrei comprendere per il Kazakistan ma non per una località, come Cuba, in cui il turista viene coccolato. Non commento tutte le altre scempiaggini, che addolorano chi lavora in questa isola e la ama. Cuba, se non fosse così strozzata dalla povertà, dovrebbe fare un editto per il quale le persone preconcette e superficiali (e chi compra i pacchetti) non ci possa andare: io vivo a Cuba con 2 euro al giorno, come un pascià, ed ho davvero difficoltà a leggere di gente che dopo giorni sull'Isola dicono "inutile cambiare i dollari, tanto si trova tutto in dollari": io vivo a Cuba con i pesos e solo con i pesos: dimostrazione che i nostri due viaggiatori della domenica, oltre a non averci capito nulla, sono proprio due bei polli da spennare, ed i cubani in fondo fanno bene a spennarli. Non commento i discorsi sulla libertà ecc. Ecc., dato che vengono da gente che abita in un paese che potrà esportare molte belle cose (scarpe, vestiti...), ma non certo correttezza politica, istituzionale e libertà. Cercate di essere relativisti, coglioni, sennò restate a Rimini, che costa meno e ci sono belle donne lo stesso (e senza pagare, dato che voi, senzaltro,a Cuba pagate per tutto...).

    Con affetto

    Gianluca

  2. Gianluca Mengozzi
    , 15/2/2010 13:56
    Caro miei,
    in relazione del "report" di viaggio
    Cuba 2000...km!
    di (xxx@alessandroscarano.com)
    una progressiva scoperta in due diari di viaggio
    in contemporanea di Alessandro Scarano & Gianfrancesco Vecchio
    Cari miei,
    io lavoro a cuba da anni, restaurando edifici storici nel quadro di progetti di cooperazione internazionale (Università di Firenze e nazioni Unite): raramente mi è capitato di leggere una tale quantità di stupidaggini su questa Isola e una tale quantità di inesattezze e di considerazioni superficiali: mi chiedo perchè questa gente non vada in vacanza a Rimini invece di recarsi nei Caraibi e giudicare poi con piglio occidentale da colonialisti altre culture, per poi permettersi di pronunciare paroloni (libertà, povertà, ricchezza...) senza aver capito una mazza di quello che hanno visto. Mi chiedo poi COSA abbiano visto. I consigli poi sono ridicoli per chi ami viaggiare: non a caso i due piccioni sono andati con un pachetto-volo, cosa che potrei comprendere per il Kazakistan ma non per una località, come Cuba, in cui il turista viene coccolato. Non commento tutte le altre scempiaggini, che addolorano chi lavora in questa isola e la ama. Cuba, se non fosse così strozzata dalla povertà, dovrebbe fare un editto per il quale le persone preconcette e superficiali (e chi compra i pacchetti) non ci possa andare: io vivo a Cuba con 2 euro al giorno, come un pascià, ed ho davvero difficoltà a leggere di gente che dopo giorni sull'Isola dicono "inutile cambiare i dollari, tanto si trova tutto in dollari": io vivo a Cuba con i pesos e solo con i pesos: dimostrazione che i nostri due viaggiatori della domenica, oltre a non averci capito nulla, sono proprio due bei polli da spennare, ed i cubani in fondo fanno bene a spennarli. Non commento i discorsi sulla libertà ecc. Ecc., dato che vengono da gente che abita in un paese che potrà esportare molte belle cose (scarpe, vestiti...), ma non certo correttezza politica, istituzionale e libertà. Cercate di essere relativisti, coglioni, sennò restate a Rimini, che costa meno e ci sono belle donne lo stesso (e senza pagare, dato che voi, senzaltro,a Cuba pagate per tutto...).
    con affetto
    Gianluca