1. Posta : Un saluto a Francesco Mitidieri

    di , il 15/2/2010 13:58

    Buongiorno

    Parlo a nome di Liberatutti (http://www.liberatutti.it) una comunità virtuale dedicata al mondo della disabilità, e volevo portare il saluto e la solidarietà di tutti i nostri iscritti, alla famiglia di Francesco Mitidieri.

    Francesco, un 23enne di Policoro, è purtroppo deceduto ieri a causa di una coltellata, ricevuta per aver difeso un ragazzo disabile dalla rabbia di tre aggressori.

    Vorremmo che questo estremo atto di generosità e di eroismo (perchè questi sono i termini appropriati) non passasse inosservato, ma al contrario venisse ricordato in ogni modo possibile.

    Un atto di eroismo, non quell'eroismo figlio delle grandi Cause, ma quello quotidiano, di chi non riesce a convivere con la violenza, con la vigliaccheria, e con i soprusi.

    Quell'eroismo che non ti fa dire "ci penserà qualcun altro", ma ti spinge ad agire in prima persona senza neanche un secondo di esitazione, per difendere chiunque si trovi ad essere vittima della malvagità altrui.

    Grazie Francesco, grazie da parte di tutti noi, e sopratutto da parte di chi spesso è costretto a subire con impotenza, e confida in Persone come te, che con la più grande generosità, non esitano a donare la propria vita, invece che voltare le spalle con rassegnazione.

    Non facciamo cadere nel dimenticatoio questo gesto, ma proponiamolo, e mostriamolo come esempio a tutti.

    Il nostro sentito saluto

    Gli amici di Liberatutti

  2. sgrunt
    , 15/2/2010 13:58
    Buongiorno
    Parlo a nome di Liberatutti (http://www.liberatutti.it) una comunità virtuale dedicata al mondo della disabilità, e volevo portare il saluto e la solidarietà di tutti i nostri iscritti, alla famiglia di Francesco Mitidieri.
    Francesco, un 23enne di Policoro, è purtroppo deceduto ieri a causa di una coltellata, ricevuta per aver difeso un ragazzo disabile dalla rabbia di tre aggressori.
    Vorremmo che questo estremo atto di generosità e di eroismo (perchè questi sono i termini appropriati) non passasse inosservato, ma al contrario venisse ricordato in ogni modo possibile.
    Un atto di eroismo, non quell'eroismo figlio delle grandi Cause, ma quello quotidiano, di chi non riesce a convivere con la violenza, con la vigliaccheria, e con i soprusi.
    Quell'eroismo che non ti fa dire "ci penserà qualcun altro", ma ti spinge ad agire in prima persona senza neanche un secondo di esitazione, per difendere chiunque si trovi ad essere vittima della malvagità altrui.
    Grazie Francesco, grazie da parte di tutti noi, e sopratutto da parte di chi spesso è costretto a subire con impotenza, e confida in Persone come te, che con la più grande generosità, non esitano a donare la propria vita, invece che voltare le spalle con rassegnazione.
    Non facciamo cadere nel dimenticatoio questo gesto, ma proponiamolo, e mostriamolo come esempio a tutti.
    Il nostro sentito saluto
    Gli amici di Liberatutti